Ti diamo tanti contenuti. Senza pubblicità. Senza spiarti. Dai una mano. Grazie.

Home > Indice Recensioni > Recensione: Amok di Stefan Zweig

"Amok" di Stefan Zweig
Titolo: Amok
Titolo originale: Der Amokläufer
Titoli originali alternativi: Amok. Novellen einer Leidenschaft
Autore: Stefan Zweig
Editore: Adelphi
Collana editoriale: Adelphi ebook
Tipologia del supporto: Digitale
Anno di pubblicazione: 1922
Prima edizione italiana: 1930
Lingua: Italiano
Lingua originale dell'opera: Tedesco
Genere: Racconto
Keywords: amok,Zweig
Traduttore: Emilio Picco
Prezzo : 2,99
Codice ISBN: 8022264753876
DRM: Non definito
Recensione di: Denise Mereu
Pubblicato il: 2014-03-15
:

681 visualizzazioni

L'autore
Stefan Zweig è nato nel Regno Unito, a Vienna, nel 1881. È morto a Petrópolis, nel 1942.

La nazione originaria di Stefan Zweig è l'Austria.

“Nel giro di un'ora, da che quella donna era entrata nella mia stanza, mi ero buttato la vita alle spalle lanciandomi alla cieca nel furore dell'Amok.”

Rientrando verso casa a bordo della nave ”Oceania”, carica di passeggeri e in un alloggio alquanto scomodo, difficilmente si riesce a trovare un po' di quiete: il narratore, quindi, per evitare il chiacchiericcio continuo delle solite facce che passeggiano sui ponti, decide di dormire di giorno per godersi il silenzio della notte.
In una di queste serate passate al buio a contemplare il cielo stellato, questo passeggero conosce un uomo, un medico, che, come lui, cerca un po' di solitudine. Dopo tanto tempo passato solo, il medico ha finalmente modo di parlare con qualcuno, e confidargli ciò che lo affligge.
Gli racconta infatti del periodo trascorso nelle Indie, e della sua scelta di partire per aiutare il prossimo, nonché delle difficoltà nell'ambientarsi in luoghi dove spesso le malattie prendono il sopravvento.
Dopo un lungo periodo di isolamento fra gli indigeni, perde l'entusiasmo per il suo lavoro; poi, casualmente, fa la conoscenza di una donna, che in pochi minuti gli stravolgerà la vita. Abituato a lavorare con persone che sanno di aver bisogno del suo aiuto, trovarsi davanti ad una bellissima donna, forte, intransigente, che impone e pretende che vengano esaudite subito tutte le sue richieste, lo sconvolge, umanamente e professionalmente. Si rifiuta, infatti, di aiutarla, ma in breve tempo sviluppa una vera ossessione nei suoi confronti, al punto che il solo trovarsi nella stessa stanza con lei, gli trasmette una sensazione di pericolo.
Il medico continua raccontando di come è stato travolto da una marea di sentimenti contrastanti, al punto da convincersi di essere una vittima dell'Amok, un virus tipico dei climi tropicali, che inizia con una forma di depressione fino a trasformare la persona più pacifica in un assassino sanguinario e cruento.

Dalla pubblicazione di questo racconto sono stati realizzati quattro diversi adattamenti cinematografici, fra il 1934 e il 1993.

Se lo trovate interessante e volete “mettervi in gioco”, potete farlo riguardando la puntata della trasmissione “Per un pugno di libri” del 24/02/2013, in cui si parla proprio di questo libro. Ecco la pagina:
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-94a2794e-821b-4beb-9d84-0c57f60a5ceb.html

PAGELLA
Scorrevolezza: 6
Valore artistico: 7
Contenuti: 7
Globale: 7
Incipit del libro Amok di Stefan Zweig:

Nel marzo del 1912, nel porto di Napoli, durante le operazioni di scarico di un grande transatlantico, si verificò uno strano incidente sul quale i giornali fornirono informazioni copiose ma ornate di molta fantasia.


[...]
I libri catalogati di Stefan Zweig:
Amok (Der Amokläufer) (1922)
Il mondo di ieri
L'agnello del povero
Maria Antonietta
Mendel dei libri
Novella degli scacchi
Paura
Link esterno:
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-94a2794e-821b-4beb-9d84-0c57f60a5ceb.html (Italiano)
Puntata della trasmissione “Per un pugno di libri” del 24/02/2013, in cui si parla del racconto "Amok" di Stefan Zweig
Citazioni di Stefan Zweig:
Dickens narra con tale precisione, con t... [leggi]
Forse nessun uomo ha posto pretese moral... [leggi]
I più commoventi fra questi individui er... [leggi]
Maria Antonietta non fu né la grande san... [leggi]
Ma talvolta un simile individuo di medio... [leggi]
[…] nella suprema sua ora Maria Antoniet... [leggi]
Ma com'è lontana ancora la bufera che si... [leggi]
Il destino l'ha posta simbolica Regina d... [leggi]
Non si temevano ricadute barbariche come... [leggi]
Il senso di massa e di gregge non aveva... [leggi]
La missione del docente per quell'età no... [leggi]
Il miglior centro di cultura per ogni no... [leggi]
Noi confidavamo in Jaurès e nell'interna... [leggi]
La notte a Zurigo avevo il bisogno di gi... [leggi]
Sapevamo che a cinque ore di distanza og... [leggi]
Potei invece pochi giorni dopo vedere a... [leggi]
La mia gioia fu sempre il creare, non la... [leggi]
Io avevo troppo studiato e troppo scritt... [leggi]
Ma forse tutti quegli amici di Vienna er... [leggi]
Non dimenticherò mai lo spettacolo che m... [leggi]
Loro sforzo sempre più impaziente, pur d... [leggi]
Per quattro mesi non avevo tenuto in man... [leggi]
Potevo pensare solo agli scacchi, solo i... [leggi]
Nel giro di un'ora, da che quella don... [leggi]
... [leggi]

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No