Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Millemondiestate 1987 di AA.VV.

"Millemondiestate 1987" di AA.VV.
Titolo:Millemondiestate 1987
Autore:AA.VV.
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

738 visualizzazioni

Autore
AA.VV. è nato in una nazione non definita.

"Millemondiestate 1987" è un libro scritto da AA.VV..

Questa edizione in italiano è stata stampata da un editore non definito.

Incipit del libro Millemondiestate 1987 di AA.VV.:




Millemondiestate 1987





Just Like A Man

di Chad Oliver

Fantastic, lugio 1966

La tempesta raggiunse l’aeroplano all’improvviso, con sconvolgente violenza.

Il grande sole rosso di Polluce scomparve. Il cielo azzurro svanì. Una parete compatta di nuvole nere e turbolente colpì la nave con la forza di un massiccio pugno metallico. Cortine di pioggia spinta dal vento mitraglia-rono come grandine i vetri del finestrino. Squarci di luce bianca accecante che si spezzava e si biforcava tagliarono il cielo, e il tuono scoppiò e rimbombò con un fragore spaventoso.

Ma, come tempesta, non era niente di speciale. Non avrebbe meritato neppure una riga in un normale rapporto della squadra di ricognizione. Un ordinario temporale, del tipo che si poteva trovare di solito sulla Terra. Un buon temporale estivo, ma niente di veramente inconsueto.

Riuscì però a danneggiare l’aereo.

Sollevò il velivolo e lo scagliò lontano. Era un piccolo apparecchio, un lento turboelicottero del tipo che veniva abitualmente usato per il lavoro di ricognizione a bassa quota, e non era in grado di reggere una raffica di vento forte come quella. Sobbalzò e volò via come una foglia travolta dall’uragano.

I tre uomini che erano all’interno della cabina non avevano neppure preso la precauzione di legarsi con le cinture di sicurezza. Erano intenti a osservare la foresta sottostante, mentre la guida dell’apparecchio era affidata al computer. Nessuno di loro si era accorto che stava sopraggiungendo la tempesta. Quando li colpì, fu come se una balestra li avesse scagliati contro le pareti della cabina.

«Diavolo!» esclamò Alston Lane. Strisciò sul pavimento della cabina, che sobbalzava ancora, e si issò sulla poltroncina di pilotaggio. «Cosa diavolo ci ha colpito… una montagna?» Afferrò i comandi.

Tony Morales cercò di appoggiarsi al tavolo cartografico. «Qualunque cosa fosse» disse «d’ora in poi lasciala stare.»

Roger Pennock, il biologo, era steso sul pavimento della cabina, e si contorceva come un pesce fuor d’acqua. Non aveva ancora perso conoscenza, ma sembrava ferito gravemente. Tony Morales allungò un braccio e cercò di tenerlo fermo.

Alston Lane lottava con i comandi per stabilizzare l’apparecchio. Voleva farlo sollevare al di sopra della tempesta, ma era come far galleggiare un piombino da pesca. Era un uomo alto e robusto, ma in quella occasione la sua forza era inutile. Il vento ululava e spostava qui e là il piccolo apparecchio con urti che sembravano colpi di maglio. Non poteva fare altro che seguire le correnti. Davanti a sé non vedeva niente, a parte una tremenda oscurità interrotta da lampi simili ad


[...]
I libri catalogati di AA.VV.:
10 racconti in noir
A-DNA
Appendici dal futuro
Appendici del Futuro 10
Appendici del Futuro 2
Appendici del Futuro 3
Appendici del Futuro 4
Appendici del Futuro 5
Appendici del Futuro 6
Appendici del Futuro 7
Appendici del Futuro 8
Appendici del Futuro 9
Appendici in giallo 1
Appendici in giallo 2
Appendici in giallo 3
Appendici in Giallo 4
Appendici in Nero 1
Avventure spaziali & fantasy N. 1
Avventure spaziali & fantasy N. 2
Avventure spaziali & fantasy N. 3

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!