Inizio > Indice Recensioni > Scheda: L'altare a mezzanotte di AA.VV.

"L'altare a mezzanotte" di AA.VV.
Titolo:L'altare a mezzanotte
Autore:AA.VV.
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

772 visualizzazioni

Autore
AA.VV. è nato in una nazione non definita.

"L'altare a mezzanotte" è un libro di AA.VV..

Questa edizione in italiano è edita da un editore non definito.

Incipit del libro L'altare a mezzanotte di AA.VV.:




L’altare a mezzanotte





PREFAZIONE

Science fiction.

Ecco la parola con cui viene oggi definito negli Stati Uniti (e in gran parte del mondo) un genere letterario tutto particolare, una nuova forma di narrativa.

Science fiction, ma pochi mostri, poche astronavi, poche guerre galattiche, pochi scienziati pazzi.

Science fiction, ovvero filosofia, psicologia, sociologia, teologia, poesia, e via di seguito.

La science fiction è una letteratura adulta. Certo, vengono ancora pubblicati libri di “mostri”, ma sono indirizzati a un pubblico popolare composto per lo più di giovanissimi. Un sottoprodotto del fumetto, in pratica.

La science fiction vera, quella seria, è tutta una cosa diversa. Niente mostri, niente orrori striscianti. Ma inferni sociali, catarsi emotive, problemi psicologici.

E la critica e il pubblico maturo riconoscono a questa science fiction la patente di “nobiltà”.

Le stesse maggiori riviste americane rifuggono dagli orrori risibili, dai dinosauri risvegliati dopo sonni millenari. Pubblicano racconti e romanzi, molti dei quali veramente belli. Rifuggono solo dai testi più scottanti: Straniero in terra straniera, Base per negoziati, Venere più X. Ma è ovvio: il processo di evoluzione è lento. Le riviste hanno ancora una base prevalentemente popolare, a causa della loro stessa natura. I sintomi del risveglio, però, ci sono anche in quel settore. 

Ma la situazione non è sempre stata così felice. Parecchi e parecchi anni fa…

 

C’era una volta, come nelle favole, Edgar Allan Poe, ovvero il padre della science fiction. Il suo primo racconto di science fiction è Ms. Found in a Bottle, pubblicato su The Bartimore Saturday Visitor il 19 ottobre 1833. 

Ma il racconto più importante di Poe è Hans Phaall-A Tale, apparso su The Southern Literary Messenger nel giugno del 1835. In questo racconto Poe descrive con una minuzia quasi documentaristica un viaggio sulla Luna effettuato per mezzo di un pallone. Il primo esempio, per quanto limitato dai tempi, di science fiction tecnologica. 

Per la storia, ci sono vari testi di viaggi lunari precedenti a quello di Poe. Ricordo Voyage to the Moon, di Joseph Atterley (pseudonimo di George Tucker, un professore dell’‘University of Virginia), apparso nel 1927. Ma il testo più importante sull’argomento è e resta, per il modo in cui viene svolto, quello di Poe. 

Il romanzo di Poe The Narrative of Arthur Gordon Pym of Nantucket appare nel gennaio e nel febbraio del 1837 su The Southern Literary Messenger. Pur risentendo echi di Symzonia, un lavoro apparso


[...]
I libri catalogati di AA.VV.:
10 racconti in noir
A-DNA
Appendici dal futuro
Appendici del Futuro 10
Appendici del Futuro 2
Appendici del Futuro 3
Appendici del Futuro 4
Appendici del Futuro 5
Appendici del Futuro 6
Appendici del Futuro 7
Appendici del Futuro 8
Appendici del Futuro 9
Appendici in giallo 1
Appendici in giallo 2
Appendici in giallo 3
Appendici in Giallo 4
Appendici in Nero 1
Avventure spaziali & fantasy N. 1
Avventure spaziali & fantasy N. 2
Avventure spaziali & fantasy N. 3

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!