Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Inverno fantasy 1992 di AA.VV.

"Inverno fantasy 1992" di AA.VV.
Titolo:Inverno fantasy 1992
Autore:AA.VV.
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

709 visualizzazioni

Autore
AA.VV. è nato in una nazione non definita.

"Inverno fantasy 1992" è un libro scritto da AA.VV..

Questa edizione in italiano è pubblicata da un editore non definito.

Incipit del libro Inverno fantasy 1992 di AA.VV.:




Inverno fantasy 1992





Bastioni di tenebre


Il mare ribolliva e si gonfiava, sbattendo contro le scogliere rocciose delle Montagne Kored-dul dell’Aielle occidentale. Colpiva, colpiva incessantemente la pietra grigia. Le onde continuavano ad arrivare e ogni volta venivano respinte, incapaci di sconfiggere la saldezza, la forza innaturale della roccia.

Era presente della magia qui, immensa, più potente della pietra o del mare. Essa sorgeva direttamente dalla terra, risalendo su per le ripide scogliere fino a un’altezza di trecento metri, verso la ferrea fortezza dello Stregone Nero. Talas-dun, veniva chiamato il castello, un nome che incuteva terrore, e a ragione, nei cuori di tutte le brave persone di Ynis Aielle. In pochi erano arrivati fin qui ma nessuno, a parte un singolo mago, R. A. Salvatore

1

1991 – La Figlia Della Strega

ne era mai tornato.

Un bastione nero dopo l’altro circondava il massiccio torrione, e guglie di ferro si innalzavano quasi fino al cielo perennemente grigio, l’eterna oscurità che contraddistingueva il Kored-dull. Questo posto non era stato costruito da manovali, era stato frutto del lavoro di più abili mani. Talas-dun era il cuore dello Stregone nero, la fortezza edificata dalla malefica magia di Morgan Thalasi in un’epoca da lungo tempo passata.

Eppure aveva ancora un aspetto impressionante e incombeva dalla punta di una lunga penisola, con tre lati a picco sull’oceano e il quarto separato dal resto della montagna da un’ampia e profonda gola. C’era una singola strada che si inerpicava sul fianco della montagna fino all’isolato cancello del castello, abbandonato e spoglio come la morte stessa. Qui non cresceva nemmeno un cespuglio o un rampicante, non un uccello volteggiava nelle correnti ascensionali di fronte alla parete della scogliera e nessuno dei roditori che erano così comuni nelle montagne si infiltrava fra le sue pietre. Questo era infatti Talas-dun.

Il bastione di tenebre di Morgan Thalasi.

Se soltanto un eroe avesse osato avvicinarsi, se uno degli altri maghi di Aielle fosse venuto a ispezionare la leggendaria fortezza dello Stregone Nero, sarebbe rimasto sorpreso e almeno un po’ della disperazione, evocata da questo posto malefico, sarebbe potuta essere spazzata via. Dopo oltre mezzo millennio, Talas-dun aveva cominciato a logorarsi. Il male che legava i mostruosi bastioni in una singola e ferrea entità non riusciva più a tener salda la propria presa.

Alcune crepe fendevano le pareti di ferro e la pietra della montagna, le porte scricchiolavano su cardini arrugginiti, una immensa balestra giaceva inutilizzata sopra una torre con la corda marcita fino al punto di rottura.


[...]

I libri catalogati di AA.VV.:
10 racconti in noir
A-DNA
Appendici dal futuro
Appendici del Futuro 10
Appendici del Futuro 2
Appendici del Futuro 3
Appendici del Futuro 4
Appendici del Futuro 5
Appendici del Futuro 6
Appendici del Futuro 7
Appendici del Futuro 8
Appendici del Futuro 9
Appendici in giallo 1
Appendici in giallo 2
Appendici in giallo 3
Appendici in Giallo 4
Appendici in Nero 1
Avventure spaziali & fantasy N. 1
Avventure spaziali & fantasy N. 2
Avventure spaziali & fantasy N. 3

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!