Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Delitti sotto l'albero di AA.VV.

"Delitti sotto l'albero" di AA.VV.
Titolo:Delitti sotto l'albero
Autore:AA.VV.
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

1133 visualizzazioni

Autore
AA.VV. è nato in una nazione non definita.

"Delitti sotto l'albero" è un libro scritto da AA.VV..

Questa versione in italiano è stata pubblicata da Arnoldo Mondadori Editore.

Incipit del libro Delitti sotto l'albero di AA.VV.:










/**/




NATALE ANNO ZERO

 



Betlemme di Giudea,



Solstizio d’inverno, anno 747 ab Urbe condita



Il caravanserraglio era pieno zeppo: accalcati sotto il portico, i pellegrini sceglievano un angolo per dormire, guardando con invidia i pochi privilegiati che potevano permettersi un’angusta stanzetta nelle arcate divise dai tramezzi di legno. Al centro del grande cortile quadrangolare, stazionavano fittissimi gli animali delle carovane: cammelli, onagri, somari e una lunga teoria di muli, legati insieme con una corda di canapa.



- Arrivano altri viaggiatori – annunciò Nathan al suocero.



- Non c’è più posto, rimandali indietro! – rispose Caleb.



- Facile a dirsi! E, come se non bastasse, rabbi Yehuda sta andando in escandescenze dalla paura che non si riesca a sistemare tutti prima del tramonto.



- Perché credi che stia correndo tanto? So benissimo che tra poco è Shabbat, non ho certo bisogno di un fariseo a ricordarmelo! – brontolò il taverniere – Che c’è ancora?



- Il babilonese chiede di accedere al tetto, stanotte, per osservare le stelle.



- Digli che, con quello che paga, può andare dove vuole – concesse l’oste.



- Padre! – fece Tamara, di ritorno dal pozzo in cui aveva attinto l’acqua – Tra i viandanti c’è una donna sul punto di partorire. Non possiamo cacciarla via in quelle condizioni: forse, se la ricoverassimo nella nostra stalla…



- Va bene, ma che sia l’ultima: stiamo scoppiando! – si asciugò il sudore dalla fronte Caleb.



Pochi istanti dopo, il sole calava all’orizzonte e su Betlemme scendeva il Santo silenzio del Sabato.



- Padron Caleb, padron Caleb, svegliati!



L’uomo si rigirò nel giaciglio, assonnato. Possibile che fosse già l’alba? Era appena andato a letto… tuttavia non stava sognando, qualcuno bussava insistentemente alla porta.



- Che vuoi? – chiese con voce impastata, socchiudendo l’uscio. Dal pertugio apparvero due occhi nerissimi, un profilo aquilino e un buffo cappello a punta, circondato da un bordo di pelliccia ricciuta. L’oste sospirò: se fosse stato qualcun altro a disturbarlo in piena notte, l’avrebbe subito spedito nella Ghenna a far compagnia a Samaele. Ma Balthazar, l’astrologo babilonese, pagava in sicli d’argento e occorreva portar pazienza.



- Che cosa vuoi? – chiese Caleb sbadigliando.



- C’è un uomo accasciato, sui gradini che portano al tetto!



- Sei sicuro? – esclamò il taverniere sperando di aver sentito male: l’ultima cosa di cui aveva bisogno era un morto a casa sua, e di Sabato per giunta, col serraglio pieno di farisei pronti a piantar grane sull’osservanza della Legge!




[...]
I libri catalogati di AA.VV.:
10 racconti in noir
A-DNA
Appendici dal futuro
Appendici del Futuro 10
Appendici del Futuro 2
Appendici del Futuro 3
Appendici del Futuro 4
Appendici del Futuro 5
Appendici del Futuro 6
Appendici del Futuro 7
Appendici del Futuro 8
Appendici del Futuro 9
Appendici in giallo 1
Appendici in giallo 2
Appendici in giallo 3
Appendici in Giallo 4
Appendici in Nero 1
Avventure spaziali & fantasy N. 1
Avventure spaziali & fantasy N. 2
Avventure spaziali & fantasy N. 3

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!