Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Le affinità elettive di Johann Wolfgang von Goethe

"Le affinità elettive" di Johann Wolfgang von Goethe
Titolo:Le affinità elettive
Titolo originale:Die Wahlverwandtschaften
Autore:Johann Wolfgang von Goethe
Editore:Newton Compton
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1809
Pagine:220
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Tedesco
Genere:Romanzo
Prezzo :4000
DRM:
:

2125 visualizzazioni

L'autore
Johann Wolfgang von Goethe nacque in Germania, a Francoforte sul Meno, nel 1749. È morto a Weimar, nel 1832.

Si è dedicato principalmente a questi ambiti: romanticismo, preromanticismo, sturm und drang.

Trama, tratta da Wikipedia

Il romanzo inizia raccontando la tranquilla vita di Edoardo e Carlotta. I due avevano vissuto il loro amore in giovane età, ma la famiglia di Carlotta aveva piani diversi per il suo futuro. Ella, infatti, fu data in sposa ad un uomo molto più anziano, dal quale ebbe anche una figlia, Luciana. Viste le controversie nel vivere il suo amore Edoardo parte per un viaggio in giro per il mondo, durato anni, in compagnia di un vecchio amico, il Capitano. Al suo ritorno, i due si rincontrano, Carlotta è ormai vedova e rivede il suo vecchio amore mentre era in compagnia della figlia e di Ottilia, una giovane orfana che Carlotta ama come fosse sua. La fiamma tra i due si riaccende, si sposano e dedicano la loro pacata esistenza alla cura della loro tenuta. La storia si complica quando Edoardo, venuto a sapere della disgrazia in cui è caduto il suo amico, decide di portare il Capitano a vivere con loro. Carlotta è dapprima contraria, poiché teme che un terzo elemento possa rompere gli equilibri e la soddisfazione sentimentale faticosamente raggiunta. Viene dedicato un intero capitolo alla descrizione chimica di ciò che sarebbe successo poi, quando l'elemento C, il Capitano, si sarebbe unito all'elemento A, Carlotta. Lasciando così l'elemento B, Edoardo, solo. Il problema trova soluzione quando Carlotta, avvisata dall'Assistente della Preside del facoltoso collegio in cui risiedono Luciana e Ottilia, decide di trasferire la giovane orfana nella loro tenuta, poiché troppo introversa per un'istituzione collegiale. Carlotta spera così di donare un pizzico di serenità alla giovine, offuscata completamente, almeno in collegio, dalla personalità più estroversa di Luciana. Ad occupare la tenuta, dunque, sono ora in quattro. Edoardo e il Capitano si dedicano a opere di ingegneria e architettura, mentre le due donne sono completamente dedite all'organizzazione del parco. Pian piano, le affinità elettive fanno la loro comparsa, avvicinando terribilmente Edoardo ad Ottilia e il Capitano a Carlotta. Questi nuovi sentimenti vengono dapprima fortemente contrastati da tutti i personaggi coinvolti, ma è la forza dell'amore a parlare per loro. Quando, infatti, i due sposi si lasciano andare a una notte di passione, sentono, immaginano l'altro non come Carlotta o Edoardo, ma come Ottilia e il Capitano. L'interesse che Edoardo prova per Ottilia cresce con il tempo fino a quando i due si baciano nel giorno del compleanno di Ottilia. Nello stesso momento Carlotta e il Capitano, usciti in barca, vanno contro le loro reciproche proibizioni e si scambiano un bacio, facendo sfociare il loro legame in amore; ella, tuttavia, decide di non perdere completamente il proprio autocontrollo, e prega il Capitano di riportarla subito al castello, cercando di cancellare dal suo cuore e dalla sua mente quel bacio illegittimo. Poco tempo dopo, il Capitano si dovrà allontanare dal castello avendo ricevuto da un amico di Edoardo un'interessante offerta di lavoro. Carlotta affronta Edoardo e gli comunica l'intenzione di mandare Ottilia da una sua amica, in modo che ella possa essere introdotta nell'alta società. Edoardo, per evitare di allontanare Ottilia, decide di lasciare il castello informando la moglie che, fino a quando Ottilia fosse rimasta lì, lui non l'avrebbe cercata, ma che se la ragazza avesse dovuto abbandonare la proprietà, lui si sarebbe sentito libero di cercarla e corteggiarla. Edoardo parte senza salutare Ottilia. Carlotta e la giovane rimangono sole e la signora scopre che quella notte di passioni, ha lasciato in lei il frutto di quell'amore proibito. Edoardo sarà avvisato solo tempo dopo, poiché, partito per la guerra, non tornerà fino a quando il piccolo Otto sarà nato, assurdamente somigliante al Capitano e a Ottilia. Edoardo non riesce più a star lontano dal suo unico vero amore, Ottilia, e sollecitato dallo stesso Capitano (per di più consapevole dell'amore che quest'ultimo nutriva per sua moglie), decide di tornare a casa. La giovane, intanto, si convince a tornare in collegio, cedendo alle pressanti richieste dell'Assistente, perdutamente innamorato di lei. Mentre i due stanno compiendo questo viaggio in sensi opposti, si incontrano in una locanda, senza, però, mai vedersi. Edoardo riesce a convincere Ottilia, molto restia all'idea di vivere quest'amore, a tornare a casa con lui. La ragazza torna alla tenuta, si prende cura del bambino e quando, finalmente, rincontra Edoardo è con lui. L'uomo è sbalordito dell'assurda somiglianza che l'infante ha con la ragazza e si convince che sia un segno del destino. Si allontana per definire con Carlotta gli accordi che permettano a entrambe di costruirsi una nuova vita, rispettivamente con Ottilia e il Capitano. Mentre Edoardo è alla tenuta e Ottilia e il bambino nel parco, un terribile incidente in barca stronca precocemente la vita del piccolo di casa. Ottilia, divorata dai sensi di colpa, si lascia morire non toccando cibo per settimane. Edoardo è inconsolabile per la morte del suo unico vero amore e qualche mese dopo muore anch'esso. Carlotta, ormai tra le braccia del Capitano, dispone che vengano seppelliti uno accanto all'altro, cosicché, un giorno, possano risvegliarsi insieme.

Incipit del libro Le affinità elettive di Johann Wolfgang von Goethe:

====Ada Vigliani====Edoardo – daremo questo nome a un ricco barone nel fiore dell'età virile – aveva trascorso l'ora più bella di un pomeriggio d'aprile nel suo vivaio, per innestare su giovani tronchi delle marze ricevute da poco. Il lavoro era appena terminato. Egli riunì gli attrezzi e li ripose nella custodia. Mentre osservava soddisfatto la propria opera, arrivò il giardiniere, che sorrise compiaciuto per la collaborazione e lo zelo del padrone.
"Hai per caso visto mia moglie?" domandò Edoardo mentre s'accingeva ad andarsene.
"Laggiù nell'area nuova" rispose il giardiniere. "Finiranno oggi la capanna di muschio che la signora ha fatto costruire a ridosso della parete di roccia, di fronte al castello. È riuscito tutto molto bene e piacerà senz'altro a Sua Grazia. C'è una vista stupenda: sotto il paese, un po' a destra la chiesa – e si riesce quasi a vedere al di là del campanile –, di fronte il castello e i giardini."
"È proprio vero" disse Edoardo. "A pochi passi da qui riuscivo a vedere gli uomini al lavoro."
{{NDR|Johann Wolfgang von Goethe, ''Le affinità elettive'', traduzione di Ada Vigliani, A. Mondadori.}}


[...]
Personaggi e concetti creati da Johann Wolfgang von Goethe:
Albert (Personaggio, dal libro I dolori del giovane Werther)
Lotte (Personaggio, dal libro I dolori del giovane Werther)
Wilhelm Meister (Personaggio, dal libro Gli anni di pellegrinaggio di Wilhelm Meister)
Werther (Personaggio, dal libro I dolori del giovane Werther)
Audiolibri di:Johann Wolfgang von Goethe
I dolori del giovane Werther
Romanzo epistolare
Audiolibro del romanzo epistolare romantico "I dolori del giovane Werther" di Johann Wolfgang von Goethe.
I libri catalogati di Johann Wolfgang von Goethe:
Annali - Diario giornaliero e annuale ad integrazione delle altre mie confessioni (1992)
Arminio e Dorotea
Elegie Romane - Epigrammi Veneziani (Romische Elegien - Epigramme. Venedig) (1790)
Faust (1772-1831)
Gli anni di apprendistato di Wilhelm Meister
Gli anni di pellegrinaggio di Wilhelm Meister (Wilhelm Meisters Wanderjahre oder Die Entsagenden) (1821)
I dolori del giovane Werther (Die Leiden des jungen Werthers) (1774)
Ifigenia in Tauride (Iphigenie auf Tauris) (1779)
Il divano occidentale-orientale
Le affinità elettive (Die Wahlverwandtschaften) (1809)
Massime e riflessioni
Opere
Poesia e verità
Principii di filosofia zoologica e anatomia comparata
Urfaust (1773-1775)
Vocazione teatrale di Wilhelm Meister (Wilhelm Meisters theatralische Sendung) (1777-1785)
Citazioni di Johann Wolfgang von Goethe:
L’Uomo non è nato per risolvere i prob...
Perdi questa giornata a indugiare, e d...
Tutto è dato, e io non sono nulla....
Attimo fermati, sei bello!...
Chi conosce una lingua straniera ha una...
Io personalmente sarei pronto a rinuncia...
Portano più mali al mondo l’incomprensio...
Sono proprio dei fantasmi, se sanno rend...
Se lo sforzo è forza, perché l’eccesso d...
Vado sottilizzando sulla mia infelicità;...
È più vicino alla verità profonda dell’e...
[...] nella mia vita da nulla io mi sono...
Chi ha molto a che fare con i bambini sc...
Nessuno è più schiavo di colui che si ri...
La sottigliezza non abbandona mai gli uo...
Dove c'è molta luce, l'ombra è più nera....
La povertà stessa, quando è immeritata,...
Le idee generali e la gran presunzione s...
Io perdono all'attore tutti i difetti de...
Il dubbio cresce con la conoscenza....
La vera fortuna è la frugalità....
La vita appartiene ai viventi, e chi viv...
Qual è il miglior governo? Quello che ci...
La mediocrità non ha consolazione più gr...
Fra tutte le piacevoli pitture che la fa...
Noi guardiamo così volentieri verso il f...
Se le persone comuni che si eccitano e a...
Il destino dell'architetto è il più stra...
Un uomo che si vanta di non cambiare mai...
Cos'è mai l'uomo, il tanto esaltato semi...
Dio del cielo! Tale è il destino che hai...
Io sono solamente un pellegrino sulla te...
La sorte dell' uomo è soffrire fino in f...
L'uomo è cosi superficiale, che anche do...
Monotona cosa è l'uman genere. Quasi tut...
«O uomini,» esclamai «si discorre d'una...
Oh, la lontananza, è come il futuro! Un...
Vedi, amico, gli antichi erano così limi...
Oh, amici miei! Perché il fiume del geni...
È comunque certo che nulla al mondo rend...
«Caro mio, a che serve la precauzione? I...
Attimo, sei bello....
La legge è potente, ma più potente è il...
Solo è allegro chi può dare....
Un brivido mi afferra; le lacrime si sci...
A questo mondo tutto va a finire in scio...
... Convinto sempre, e da qualche anno a...
Conosci tu il paese dove i limoni fioris...
Dove c'è molta Luce, c'è anche molta Omb...
Io perdono all'attore tutti i difetti de...
Nel mondo si vive una volta sola. (da ...
Shakespeare und kein End....
Apri anche l'altra imposta per fare entr...
Più luce!M...
Al corpo segue solo l'ombra, nel regno d...
[NDR|Ultime parole] Apr...
Bisogna essere giovani per immaginarsi q...
Chi crede nell'immortalità si goda la su...
Colui che non è in grado di darsi conto...
Come ogni rosa, così ogni artista ha il...
[NDR|Mignon, sull'Italia]...
Dobbiamo dunque pensare all'individuo an...
È meglio ingannarsi sul conto dei propri...
[NDR|A Felix Mendelssohn]...
I teologi sotto la loro pelliccia di pec...
Io chiamo l'architettura musica congelat...
Il dubbio cresce con la conoscenza. (da...
In Italia! In Italia, ma non quest'anno....
La freddezza inalterabile, il crudele pi...
La lascivia: il gioco col piacere da god...
La vera fortuna è la frugalità. (da ...
La verità è scostante, l'errore attraent...
La vita appartiene ai viventi, e chi viv...
Lei mi saltò addosso e mi tirò uno schia...
Ogni colpa è punita sulla terra. (da ...
Per fare ci vuole talento, per beneficia...
Qual è il miglior governo? Quello che ci...
Questo fatto mostruoso [NDR|L'assa...
[NDR|Sull'utopia de La Scienza...
Se la gioventù è un difetto, è un difett...
Te ne vai leggero se non hai niente; ma...
Sì, posso dire che solamente a Roma ho s...
«Sai tu la terra ove i cedri fioriscono...
Colui che lungamente medita, non sempre...
Gli uomini sono fatti in un modo tale ch...
La povertà stessa, quando è immeritata,...
Non possiamo formare le menti dei nostri...
Attimo, sei bello....
Devi proprio capire come sta:con l'...
Due anime albergano, ohimé, nel petto mi...
In principio era il Fatto! (I par...
L'eterno femminino ci attira in alto....
L'uomo erra finché aspira....
La legge è potente, ma più potente è il...
La Spagna, il bel paese del vino e delle...
Lo spirito che eternamente nega....
Ricerchiamo in quei soavi e cari sguardi...
Solo è allegro chi può dare. (I, 2)...
Sono una parte di quella forza che vuole...
Talete: La natura ed il suo vivente flui...
Un brivido mi afferra; le lacrime si sci...
Ah! non le grandi e singolari catastrofi...
Ah, quello che io sono, tutti lo possono...
C'eran due volumetti in dodicesimo, il p...
Caro Guglielmo, ho molto riflettuto sul...
Ciò che più mi irrita sono le meschine d...
Dio del cielo! Tale è il destino che hai...
Cos'è mai l'uomo, il tanto esaltato semi...
E cos'è, se non destino dell'uomo, quest...
E da allora sole, luna e stelle possono...
Guglielmo, la nostra anima che cosa dive...
Ho visto oggi una scena che, trascritta...
Il che mi confermò nel proposito di atte...
Io sono solamente un pellegrino sulla te...
La sorte dell' uomo è soffrire fino in f...
L'uomo è cosi superficiale, che anche do...
Mi sovvenne allora che egli era padre da...
Monotona cosa è l'uman genere. Quasi tut...
Non trascorre un solo istante che tu non...
«O persone ragionevoli!», esclamai sorri...
«O uomini,» esclamai «si discorre d'una...
Oh, la lontananza, è come il futuro! Un...
Quest'amore e fedeltà e passione non è p...
Si dice di una nobile razza di cavalli,...
Sollevare il sipario ed introdurvisi: qu...
Vedi, amico, gli antichi erano così limi...
Tu mi domandi com'è la gente di qui? E i...
Oh, amici miei! Perché il fiume del geni...
È comunque certo che nulla al mondo rend...
«Caro mio, a che serve la precauzione? I...
Qualche volta non riesco a capire come u...
Ci sarebbero meno dolori tra gli uomini...
È una cosa ben monotona il genere umano....
Ora niente mi dà tanta noia come quando...
No, il mio cuore non è così corrotto. È...
Essa mi è sacra....
Tutto al mondo finisce in nulla, e chi s...
Potrei condurre la più bella vita, la vi...
Ah, è proprio vero che il nostro cuore è...
Quando non abbiamo più noi stessi, tutto...
La nostra immaginazione spinta dalla sua...
Certe volte non capisco come un altro po...
Mi basta vedere i suoi occhi neri per se...
Vedi, e quello che mi fa male è che Albe...
Ah, questo vuoto! quest'orribile vuoto c...
Spesso penso: se tu potessi stringerla u...
Mi strazierei il petto, sbatterei la tes...
Ho tante cose, e il sentimento per lei l...
Caro, io sono finito! Essa può fare di m...
[NDR|Ultime parole] Voglio...
Una meravigliosa serenità, simile a ques...
Ho fatto ogni sorta di conoscenze, ma co...
Eppure, essere incompresi è il nostro de...
Che i bambini non sappiano quello che vo...
Sono lieto, sono felice e quindi sono un...
Wilhelm, cosa è mai per il nostro cuore...
Cosa importa, Wilhelm, che siano fantasm...
[…] a questo mondo si combina ben poco c...
Il furto è un peccato, questo è vero, ma...
Poiché solo provando gli stessi sentimen...
[NDR|Ad Albert, in un dialogo ripo...
Cosí ho capito che uno scrittore inevita...
Tutto, tutto è popolato di migliaia di f...
Non c'è al mondo una gioia piú vera e pi...
Ma che razza di gente sono mai costoro,...
Mi par di stare davanti a una lanterna m...
Creatura fortunata, che puoi attribuire...
[NDR|Riferendosi ad Albert, in un...
Tutto quello che gli era successo di sgr...
[NDR|In una lettera del 14 dicembr...
[NDR|In un biglietto riportato]...
[NDR|In una lettera per Lotte ripo...
Chi desidera capire il poema / Deve r...
L'Occidente è di Dio!E l'Oriente è...
È duplice, la grazia del respiro:in...
Prima del canto, prima del silenzio...
Cercava un posto, la pena d'amore,d...
Cinque cose non generanoaltre cinqu...
Non sai quanto mi secchiche si mett...
Non sfuggire questo giorno;quello c...
L'occasione non fa il ladro,il gran...
Grande è il piacere dell'esistere,p...
Amore per amore, ora per ora,parola...
Coppiere, ancora una bottiglia!per...
Chi vuol capire la poesiaentri n...
Fa' il bene solamenteper amore del...
Fa' il bene solamenteper amore del...
Se Dio fosse un vicinocattivo come...
Se l'invidia si fa a brani,mangi pu...
«Perché è così lontanala verità? Si...
Non lasciarti sedurrein nessun caso...
Dovunque si vuol essereprimi: così...
Che accolta eterogenea:alla mensa d...
L'argilla calpestata si allarga, no...
«Molti che ti hanno datotanto, non...
La prepotenza, lo vedete bene, non...
«Dicci come si chiamano,i tuoi nemi...
Ogni cosa a suo tempo! Un proverbio, di...
Qualunque cosa tu possa fare, o sognare...
La personalità è la felicità più alta....
Bisogna vedere in azione davanti ai prop...
È così gradevole occuparsi di qualcosa c...
È impazienza quella che ci coglie di tan...
Fra tutte le piacevoli pitture che la fa...
Il destino dell'architetto è il più stra...
In qualsiasi modo si immagina noi ste...
La mediocrità non ha consolazione più gr...
La sorte appaga i nostri desideri, ma a...
Le donne giovani forse volgono modestame...
Ma nella vita è diverso: dietro il sipar...
Nel vedere le molte lapidi sepolcrali, l...
Nessuno passeggia impunemente sotto i pa...
Noi guardiamo così volentieri verso il f...
Non possiamo imparare a conoscere le per...
Non si è mai appagati dal ritratto di pe...
Se le persone comuni che si eccitano e a...
Si dà atto a tali esseri di una sorta di...
Un uomo che si vanta di non cambiare mai...
Una parola schietta è terribile, quando...
Chi sbaglia la prima asola non si correg...
Colui che non sa le [[Lingua (idioma)|li...
Confrontare è per l'ignorante un comodo...
Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei, e s...
Dio, quando stiamo in alto, è tutto; ma...
Dove vien meno l'interesse, vien meno an...
È meglio che si facciano delle ingiustiz...
Gli errori dell'uomo lo fanno particolar...
I legislatori o rivoluzionari che promet...
Il bello è una manifestazione di arcane...
Il comportamento è uno specchio in cui o...
Il pubblico esige di essere trattato com...
Imparare a dominare è facile, ma a gover...
La perfezione può sussistere con la spro...
La più bella felicità dell'uomo pensante...
La religione cristiana era nelle intenzi...
La sottigliezza non abbandona mai gli uo...
La tecnica alleata alla mancanza di gust...
Le difficoltà crescono man mano che ci s...
Le idee generali e la gran presunzione s...
Lo scrivere è un ozio affaccendato....
Nei giornali tutto ciò che è ufficiale è...
Nessuno è più schiavo di colui che si ri...
Nessuno invoca la libertà di stampa se n...
Niente nuoce a una nuova verità più di u...
Noi scriveremo altro; con questo criteri...
Non ama colui al quale i difetti della p...
Non basta sapere, si deve anche applicar...
Non c'è via più sicura per evadere dal m...
Non si possiede ciò che non si comprende...
È solo per inconsapevole presunzione che...
Non sempre dove c'è l'acqua ci sono rane...
Non si può vivere per tutti, e soprattut...
Non si arriva mai tanto lontano come qua...
Niente è più terribile dell'ignoranza in...
Nulla ci illumina meglio sul carattere d...
Ogni parola che si pronuncia fa pensare...
Per capire che il cielo è azzurro dapper...
Posso impegnarmi a essere sincero; ma no...
Prima della rivoluzione tutto era aspira...
Quale governo, si domanda, è il migliore...
Quando alla gente si impongono doveri e...
Scrivere la storia è un modo come un alt...
Se le scimmie sapessero annoiarsi, potre...
Se uno loda un altro si mette alla pari...
Solo per quegli uomini che non sanno pro...
Tutti i pensieri intelligenti sono già s...
Un arcobaleno che dura un quarto d'ora n...
Un cammello spelacchiato porta pur sempr...
Degno mortal! Tu immoto resti e muto!...
Chi vuol conoscere e descrivere qualcosa...
Grigia è ogni teoria [...] e verde l'alb...
MEFISTOFELE. Segui pure il detto antico...
MARGHERITA. Dunque tu non credi?...
27 febbraio 1787.Oggi mi son dato a...
Con la gente già mi trovo molto meglio....
L'uomo è una creatura che sa presto, ma...
Un altro disegno nacque la sera dalle fi...
Nel giardino pubblico vicino al porto, t...
L'Italia è ancora come la lasciai, ancor...
Nell'arte, il meglio è abbastanza buono....
È questa la terza opera degli antichi ch...
[NDR|A Verona] Durante la...
Quando si considera un'esistenza come qu...
L'Italia senza la Sicilia non lascia imm...
Roma è la capitale del mondo! In questo...
Si trovano a Roma vestigia di una magnif...
Solo a Roma ci si può preparare a compre...
[NDR|A Paestum] 23 marzo 1...
Castel Gandolfo, 12 Ottobre.Io sono...
Anche a me qui [Napoli] sembra di essere...
Da quanto si dica, si narri, o si diping...
Trovo nel popolo napoletano la più vivac...
Vedi Napoli e poi muori....
L'Italia senza la Sicilia, non lascia ne...
All'assioma di Pitagora «i numeri govern...
Goethe era un rispettabile cittadino, un...
Göthe fu l'ultimo eco di una letteratura...
Goethe. – Non un avvenimento tede...
Ho comunque già rilevato altrove che se...
La musica di Mendelssohn appare a Goethe...
Parlando delle leggende eroiche della tr...
Se si dovesse scegliere un unico individ...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No