Inizio > Indice Recensioni > Scheda: De Vulgari Eloquentia di Dante Alighieri

"De Vulgari Eloquentia" di Dante Alighieri
Titolo:De Vulgari Eloquentia
Titolo originale:De Vulgari Eloquentia
Autore:Dante Alighieri
Editore:Liber Liber
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1303-1305
Lingua:Latino
Lingua originale dell'opera:Latino
Genere:Trattato
Argomento:La lingua italiana
Licenza:Pubblico dominio
DRM:No
eBook:Leggi l'eBook
Formati disponibili:
Pubblicato il:2013-03-28
:

1366 visualizzazioni

Aggiungi ebook alla tua biblioteca
L'autore
Dante Alighieri nacque in Italia, a Firenze, nel 1265. Morì a Ravenna, nel 1321.

Il suo nome originale è Durante di Alighiero degli Alighieri. Durante la sua carriera, Dante Alighieri ha usato anche questi soprannomi: Dante, Dante Alleghieri.

Ecco i principali ambiti in cui Dante Alighieri si è impegnato: dolce stil novo.

Pur affrontando il tema della lingua volgare, è scritto in latino perché gli interlocutori a cui si rivolge appartengono all'élite culturale del tempo. È incompleto.

Incipit del libro De Vulgari Eloquentia di Dante Alighieri:

Dantis Alagherii de Vulgari Eloquentia libri duo

LIBER PRIMUS


I

1. Cum neminem ante nos de vulgaris eloquentie doctrina quicquam inveniamus tractasse, atque talem scilicet eloquentiam penitus omnibus necessariam videamus, cum ad eam non tantum viri sed etiam mulieres et parvuli nitantur, in quantum natura permictit, volentes discretionem aliqualiter lucidare illorum qui tanquam ceci ambulant per plateas, plerunque anteriora posteriora putantes, - Verbo aspirante de celis - locutioni vulgarium gentium prodesse temptabimus, non solum aquam nostri ingenii ad tantum poculum aurientes, sed, accipiendo vel compilando ab aliis, potiora miscentes, ut exinde potionare possimus dulcissimum ydromellum.
2. Sed quia unamquanque doctrinam oportet non probare, sed suum aperire subiectum, ut sciatur quid sit super quod illa versatur, dicimus, celeriter actendentes, quod vulgarem locutionem appellamus eam qua infantes assuefiunt ab assistentibus cum primitus distinguere voces incipiunt; vel, quod brevius dici potest, vulgarem locutionem asserimus quam sine omni regola nutricem imitantes accipimus. 3. Est et inde alia locutio secondaria nobis, quam Romani gramaticam vocaverunt. Hanc quidem secundariam Greci habent et alii, sed non omnes: ad habitum vero huius pauci perveniunt, quia non nisi per spatium temporis et studii assiduitatem regulamur et doctrinamur in illa.
4. Harum quoque duarum nobilior est vulgaris: tum quia prima fuit humano generi usitata; tum quia totus orbis ipsa perfruitur, licet in diversas prolationes et vocabula sit divisa; tum quia naturalis est nobis, cum illa potius artificialis existat.
5. Et de hac nobiliori nostra est intentio pertractare.


[...]
Audiolibri di:Dante Alighieri
Vita nuova
Audiolibro dell'opera "Vita nuova" di Dante Alighieri.
I libri catalogati di Dante Alighieri:
Convivio (1304-1307)
De Vulgari Eloquentia (1303-1305)
Detto d'amore (Decade del 1280)
Divina Commedia
Egloghe
Egloghe (1319-1320)
Epistole
Fiore
Il Fiore
Inferno
La Divina Commedia
La divina commedia - Inferno (1304-1321)
La divina commedia - Paradiso (1304-1321)
La divina commedia - Purgatorio (1304-1321)
Monarchia
Monarchia (1312-13)
Paradiso
Purgatorio
Quaestio de aqua et de terra (1320)
Quaestio de aqua et terra
Citazioni di Dante Alighieri:
Poscia, più che il dolor, poté il digiun...
Da poppa stava il celestial nocchiero, t...
Ecco Dite... Ed ecco il loco ove convien...
Ma tu che sol per cancellare scrivi....
Un diavolo è qui dietro che m’accisma....
Sa di sale lo pane altrui....
Per me si va ne la città dolente, per m...
Vuolsi così colà dove si puote ciò che...
Non ragioniam di lor, ma guarda e passa....
Coloro che visser sanza 'nfamia e sanza...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!