Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Mrs Dalloway di Virginia Woolf

"Mrs Dalloway" di Virginia Woolf
Titolo:Mrs Dalloway
Titolo originale:Mrs Dalloway
Titoli alternativi:La signora Dalloway
Autore:Virginia Woolf
Editore:Newton Compton
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1925
Pagine:179
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Traduttore:Pier Francesco Paolini
Prezzo :3000
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
:

1851 visualizzazioni

L'autrice
Virginia Woolf nacque nel Regno Unito, a Londra, nel 1882. Morì a Rodmell, nel 1941.

Il suo nome originale è Adeline Virginia Woolf, nata Stephen.

Trama, tratta da Wikipedia

Il romanzo narra la giornata della signora Dalloway e di altri personaggi che, a turno, si trovano sia sullo sfondo che in primo piano.

La storia inizia alle 10 del mattino di un mercoledì del giugno 1923, quando Clarissa Dalloway, una ricca signora quarantenne, si dirige a Bond Street per comprare dei fiori per la festa elegante che sta organizzando per la sera stessa. A passeggio per le strade di Londra, presa da ricordi della sua vecchia vita a Bourton, quando, in compagnia della vecchia zia e di tanti suoi amici, trascorreva le giornate in perfetta armonia.

Mentre entra in un negozio di fiori, una macchina passa rumorosamente per la strada di fronte al negozio. Incuriosita, Clarissa guarda verso la strada e vede Septimus, un veterano della prima guerra mondiale, e sua moglie Lucrezia mentre stanno camminando. Septimus soffre di disturbi mentali poiché durante la guerra vide il suo migliore amico Evans morire di fronte a lui. Per tale motivo è costretto dalla moglie a sedute con lo psicologo William Bradshaw.

Clarissa torna a casa dopo aver comprato i fiori e riceve la visita inaspettata di Peter Walsh, suo corteggiatore a Bourton che aveva rifiutato per Richard Dalloway (più ricco e di buone maniere), trasferitosi da diversi anni in India. Dopo tale visita, Peter si dirige verso Regent's Park, dove vede Septimus e Lucrezia mentre vanno dallo psicologo William Bradshaw per una seduta di 45 minuti che condurrà Septimus ad essere rinchiuso in una clinica. Per tal motivo Septimus alle 6 di sera si getta dalla finestra di fronte agli occhi della moglie.

Qualche ora dopo inizia il party di Clarissa. La famiglia dello psicologo William Bradshaw arriva in ritardo portando a Clarissa la notizia della morte di Septimus. Nonostante Clarissa non conoscesse Septimus, prova un forte senso di inquietudine, una forte connessione con il suicida.

Incipit del libro Mrs Dalloway di Virginia Woolf:

La signora Dalloway disse che i fiori sarebbe andata a comprarli lei.
Poiché Lucy aveva già il suo bel da fare. Bisognava tirar giù le porte dai cardini: venivano gli operai di Rumpelmayer. Eppoi, pensò Clarissa Dalloway, che mattinata! ... limpida, come per farne dono ai bimbi su una spiaggia.
Che delizia! Che tuffo! Sempre, infatti, le aveva fatto questo stesso effetto, a quei tempi, allorquando, spalancata la porta finestra, con un lieve cigolio dei cardini, che ancora le pareva di udire, lei si tuffava nell'aria aperta, a Bourton.


[...]
I libri catalogati di Virginia Woolf:
Gita al faro (To the Lighthouse) (1927)
Gita al faro
Il volo della mente (Flight of the Mind) (1888-1912)
La camera di Jacob
Le onde (The Waves) (1931)
Mrs Dalloway (1925)
Mrs. Dalloway
Notte e giorno
Orlando (1928)
Una stanza tutta per sè
Citazioni di Virginia Woolf:
È concesso anche a un eroe morente chied...
La vita è un sogno dal quale ci si svegl...
Una donna deve avere soldi e una stanza...
Carissimo. Sono certa che sto impazzendo...
L'essenza dello snobismo è che vuoi far...
L'umorismo è la prima qualità che va per...
Ogni onda del mare ha una luce different...
Perché una volta che il male di leggere...
È proprio vero che la poesia è deliziosa...
I grandi gruppi di persone non sono mai...
La noia è il regno legittimo del filantr...
Non si può pensare bene, né amare bene,...
Ognuno ha il proprio passato chiuso dent...
Perché le donne sono tanto più interessa...
Più si invecchia, più si ama l'indecenza...
La sensazione di essersi comportata scor...
Possiamo solo contare su di noi, Mary, c...
Stava chino su di lei, pronto a cogliere...
Tuttavia, il signor Hilbery, mentre legg...
Troppo spesso le parole sono state usate...
Lo strano della vita è che, sebbene la n...
Un sorso di mare in una coppa perde il s...
La bellezza del mondo ha due tagli, uno...
Nell'ozio, nei sogni, la verità sommersa...
Una donna deve avere soldi e una stanza...
Chi mai potrà misurare il fervore e la v...
Avete idea di quanti libri si scrivono s...
Fra cento anni, d'altronde, pensavo giun...
Già a diciott'anni sono capace di un tal...
Non mi ascolti. Stai creando frasi su ...
Perché io ho molte piú identità di quant...
«Ora» disse Neville «il mio albero fiori...
Adesso, attraverso la mia debolezza capi...
Abbiamo pranzato bene. Il pesce, le coto...
«Il fiore» disse Bernard, «il garofano r...
Non c'era una spada, niente con cui abba...
I nostri amici, quanto di rado visitati,...
Cime tempest...
Carissimo. Sono certa che sto impazzendo...
Cime tempestose è un libro più di...
L'essenza dello snobismo è che vuoi far...
L'umorismo è la prima qualità che va per...
Ogni onda del mare ha una luce different...
Perché una volta che il male di leggere...
Più si invecchia, più si ama l'indecenza...
Se il mio cervello, distratto da un'ansi...
Perché mai è così tragica la vita; così...
A volte mi piacerebbe annotare quello ch...
Il lavoro deve nascere da un sentimento...
I personaggi non devono essere altro che...
Se non vivessimo audacemente, prendendo...
Con quanta interezza vivo nella mia imma...
Io non amo il mio prossimo. Li detesto t...
Ho la grande e stupefacente sensazione d...
Avevo appena l'idea di che cosa parlasse...
Nella mia mente c'è un'irrazionale scala...
Questo insaziabile desiderio di scrivere...
Il mio spirito è avido soltanto di verdi...
Eppure l'univa vita eccitante è quella i...
Penso a come contiamo poco, come tutti c...
Non scrivo con gusto o con piacere, perc...
Con molto sforzo scrivo due parole compl...
Dio, quanto soffro! Che spaventosa capac...
In fondo la conquista della cultura è di...
Provo un'impressione stranissima, ora, c...
Penso vagamente alla possibilità di mori...
Credo che che vorrei, per l'avvenire, qu...
L'arte è libertà da ogni predicazione –...
Dovrei tendere a un'ampiezza e aun'inten...
È facile ripromettersi di prendere appun...
Mi viene da pensare che questo stato, qu...
Quando scrivo a pieno ritmo vorrei solta...
Che fonte inesauribile di piacere sono i...
Continuerò ad azzardare, a cambiare, ad...
Mi sono costretta in una certa misura a...
Credo che pochi siano torturati come me...
Vecchio problema: come mantenere il volo...
Sono una grande dilettante nell'arte del...
È concesso anche a un eroe morente chied...
Troppo spesso le parole sono state usate...
Lo strano della vita è che, sebbene la n...
Un sorso di mare in una coppa perde il s...
Ma guarda, si porta velocemente la mano...
Già a diciott'anni sono capace di un tal...
Non mi ascolti. Stai creando frasi su By...
Perché io ho molte piú identità di quant...
[NDR|Percival entra nel ristorante...
[NDR|Su Percival] Adesso,...
Abbiamo pranzato bene. Il pesce, le coto...
«Il fiore» disse Bernard, «il garofano r...
Non c'era una spada, niente con cui abba...
I nostri amici, quanto di rado visitati,...
Le onde è un poema in prosa su un...
La sensazione di essersi comportata scor...
Possiamo solo contare su di noi, Mary, c...
Stava chino su di lei, pronto a cogliere...
Tuttavia, il signor Hilbery, mentre legg...
Avete idea di quanti libri si scrivono s...
Chi mai potrà misurare il fervore e la v...
Fra cento anni, d'altronde, pensavo giun...
La bellezza del mondo ha due tagli, uno...
Nell'ozio, nei sogni, la verità sommersa...
Non si può pensare bene, né amare bene,...
Una donna deve avere soldi e una stanza...
Nessuno che non abbia buttato almeno un'...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No