Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Cecità di José Saramago

"Cecità" di José Saramago
Titolo:Cecità
Titolo originale:Ensaio sobre a Cegueira
Autore:José Saramago
Editore:Giulio Einaudi Editore
Collana editoriale:Supercoralli
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1995
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Portoghese
Genere:Romanzo
Argomento:Sfondo sociale
Traduttore:Rita Desti
Codice ISBN:88-06-14161-9
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Pubblicato il:2012-04-21
:

1227 visualizzazioni

L'autore
José Saramago è nato in Portogallo, ad Azinhaga, nel 1922. È morto a Tías, nel 2010.

Il suo nome originale è José de Sousa Saramago.

Trovate maggiori informazioni sul sito ufficiale di José Saramago, a questa pagina:
http://quadernodisaramago.wordpress.com/.

"Cecità" (col seguente titolo originale: Ensaio sobre a Cegueira) è un romanzo (categoria: Sfondo sociale) scritto da José Saramago che è stato per la prima volta pubblicato in lingua portoghese nel 1995.

Questa versione in italiano, tradotta da Rita Desti, è stata pubblicata da Giulio Einaudi Editore, nella collana Supercoralli (ISBN: 88-06-14161-9).

Incipit del libro Cecità di José Saramago:

Il disco giallo si illuminò. Due delle automobili in testa accelerarono prima che apparisse il rosso. Nel segnale pedonale comparve la sagoma dell'omino verde. La gente in attesa cominciò ad attraversare la strada camminando sulle strisce bianche dipinte sul nero dell'asfalto, non c'è niente che assomigli meno a una zebra, eppure le chiamano così. Gli automobilisti, impazienti, con il piede sul pedale della frizione, tenevano le macchine in tensione, avanzando, indietreggiando, come cavalli nervosi che sentissero arrivare nell'aria la frustata. Ormai i pedoni sono passati, ma il segnale di via libera per le macchine tarderà ancora alcuni secondi, c'è chi dice che questo indugio, in apparenza tanto insignificante, se moltiplicato per le migliaia di semafori esistenti nella città e per i successivi cambiamenti dei tre colori di ciascuno, è una delle più significative cause degli ingorghi, o imbottigliamenti, se vogliamo usare il termine corrente, della circolazione automobilistica.
Finalmente si accese il verde, le macchine partirono bruscamente, ma si notò subito che non erano partite tutte quante. La prima della fila di mezzo è ferma, dev'esserci un problema meccanico, l'acceleratore rotto, la leva del cambio che si è bloccata, o un'avaria nell'impianto idraulico, blocco dei freni, interruzione del circuito elettrico, a meno che non le sia semplicemente finita la benzina, non sarebbe la prima volta. Il nuovo raggruppamento di pedoni che si sta formando sui marciapiedi vede il conducente dell'automobile immobilizzata sbracciarsi dietro il parabrezza, mentre le macchine appresso a lui suonano il clacson freneticamente. Alcuni conducenti sono già balzati fuori, disposti a spingere l'automobile in panne fin là dove non blocchi il traffico, picchiano furiosamente sui finestrini chiusi, l'uomo che sta dentro volta la testa verso di loro, da un lato, dall'altro, si vede che urla qualche cosa, dai movimenti della bocca si capisce che ripete una parola, non una, due, infatti è così, come si viene a sapere quando qualcuno, finalmente, riesce ad aprire uno sportello, Sono cieco.


[...]
Explicit: Cecità di José Saramago:

Perché siamo diventati ciechi, Non lo so, forse un giorno si arriverà a conoscerne la ragione, Vuoi che ti dica cosa penso, Parla, Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo, Ciechi che vedono, Ciechi che, pur vedendo, non vedono.La moglie del medico si alzò e andò alla finestra. Guardò giù, guardò la strada coperta di spazzatura, guardò le persone che gridavano e cantavano. Poi alzò il capo verso il cielo e vide tutto bianco, è arrivato il mio turno, pensò. La paura le fece abbassare immediatamente gli occhi. La città era ancora lì.


[...]
I libri catalogati di José Saramago:
Caino
Cecità (Ensaio sobre a Cegueira) (1995)
Cecità
Ciao, tutto bene
Di questo mondo e degli altri
Il Quaderno
Il racconto dell'isola sonosciuta
Il vangelo secondo Gesù Cristo
Il viaggio dell'elefante
L' anno mille993
L'anno della morte di Ricardo Reis
L'ultimo quaderno
L'uomo Duplicato
La Caverna
La Zattera Di Pietra
Le intermittenze della morte (As Intermitências da Morte) (2005)
Le Intermittenze Della Morte
Manuale di Pittura e Calligrafia
Memoriale del Convento (Memorial do convento) (1982)
Oggetto quasi
Citazioni di José Saramago:
Ciascuno ha il proprio giardino degli ul...
La Lettera...
Il primo riferimento a ...
C'era un tempo in cui le parole erano ta...
[Riguardo a Silvio Berlusconi] CHE FARE...
E i marinai, domandò lei, Non è venuto n...
Essere un fantasma dev'essere questo, av...
Ho imparato in questo mestiere che chi c...
Il viaggio non finisce mai. Solo i viagg...
Marx ed...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!