Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Io sono leggenda di Richard Matheson

"Io sono leggenda" di Richard Matheson
Titolo:Io sono leggenda
Titolo originale:I Am Legend
Autore:Richard Matheson
Editore:Fanucci Editore
Collana editoriale:Tif extra
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1954
Pagine:183
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Argomento:Fantascienza, Orrore
Traduttore:S. Fefè, Valerio Evangelisti
Prezzo:6,90
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Pubblicato il:2012-03-09
:

548 visualizzazioni

L'autore
Richard Matheson è nato negli Stati Uniti d'America, ad Allendale, nel 1926. Morì a Los Angeles, nel 2013.

Originariamente, il suo nome era Richard Burton Matheson.

I principali ambiti in cui Richard Matheson si è impegnato sono: fantascienza, orrore.

"Io sono leggenda" (col seguente titolo originale: I Am Legend) è un romanzo (categoria: Fantascienza, Orrore) di Richard Matheson, originariamente pubblicato nel 1954 in lingua inglese.

Questa versione in italiano, tradotta da S. Fefè, Valerio Evangelisti, è stata pubblicata da Fanucci Editore, nella collana Tif extra (183 pp., prezzo 6,90 ).

Incipit del libro Io sono leggenda di Richard Matheson:

Nei giorni di cielo coperto Robert Neville non era mai sicuro del tramonto del sole e capitava che loro uscissero in strada prima del suo rientro.
Se fosse stato più analitico, avrebbe saputo prevedere il loro arrivo con una certa approssimazione; ma si ostinava a mantenere l'abitudine di tutta una vita di calcolare il calar delle tenebre guardando il cielo, un metodo che nelle giornate nuvolose non funzionava. Ecco perché in quelle occasioni non si allontanava mai troppo.
{{NDR|Richard Matheson, ''Io sono leggenda'', traduzione di Simona Fefè, Fanucci, 2003. ISBN 8834709594}}


[...]
Explicit: Io sono leggenda di Richard Matheson:

In un baleno, quella consapevolezza si fuse con ciò leggeva sui loro volti – stupore, paura, orrore e ribrezzo – e seppe di terrorizzarli. Ai loro occhi lui era un flagello spaventoso, sconosciuto, persino peggiore della malattia con cui avevano imparato a convivere. Era uno spettro invisibile che per provare la propria esistenza si era lasciato dietro i corpi esangui dei loro cari. Capì quel che provavano e non li odiò. La mano destra strinse la bustina di pillole. Purché la fine non fosse violenta, purché non si trasformasse in un massacro sotto i loro occhi...
Robert Neville posò lo sguardo sui nuovi abitanti della Terra. Sapeva di non essere uno di loro; sapeva di essere un anatema, un orrore nero da distruggere, come i vampiri. E quell'idea lo colpì come un fulmine, divertendolo perfino nel dolore.
Un risolino strozzato gli riempì la gola. Si girò e si appoggiò alla parete mentre ingoiava le pillole. «Il cerchio è completo», pensò mentre il letargo definitivo gli strisciava nelle membra. «Il cerchio è completo. Un nuovo terrore prende forma dalla morte, una nuova superstizione penetra la fortezza inattaccabile dell'infinito.
Io sono leggenda».


[...]
I libri catalogati di Richard Matheson:
Al di là dei sogni
Altri regni
Appuntamento nel tempo
Duel e altri racconti
Fiamma frigida
Ghost
Incubo a seimila metri
Io sono Helen Driscoll
Io sono leggenda (I Am Legend) (1954)
Io sono leggenda
La casa d'inferno
Meta' Luna Meta' Marte
Shock 1
Shock 2
Shock 3
Shock 4
The Box e altri racconti
Tre millimetri al giorno
Citazioni di Richard Matheson:
Tempo, fammi un ultimo favore. Fermati s...
[...] Se servisse a contribuire realment...
L'erba era talmente alta che si era curv...
Morire, senza conoscere la gioia intensa...
Qualche volta aveva indugiato nel sogno...
Il tempo aveva perso la sua qualità plur...
Penso che Richard Matheson sia fantastic...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!