Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Rivoluzionario per caso. Come ho creato Linux (solo per divertirmi) di David Diamond, Linus Torvalds

"Rivoluzionario per caso. Come ho creato Linux (solo per divertirmi)" di David Diamond, Linus Torvalds
Titolo:Rivoluzionario per caso. Come ho creato Linux (solo per divertirmi)
Titolo originale:Just for Fun: The Story of an Accidental Revolutionary
Autore:David Diamond, Linus Torvalds
Editore:Garzanti
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:2001
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Autobiografia umoristica
Argomento:Linux, Informatica
Traduttore:Fabio Paracchini
Codice ISBN:88-11-73896-2
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Pubblicato il:2012-03-03
:

644 visualizzazioni

L'autore
Linus Torvalds è nato in Finlandia, a Helsinki, nel 1969.

Il suo nome originale è Linus Benedict Torvalds.

Si è dedicato principalmente alle seguenti aree: informatica, programmazione.

Per avere maggiori informazioni su Linus Torvalds, potete consultare il sito web ufficiale dell'autore, disponibile a questa pagina:
http://torvalds-family.blogspot.com/.

"Rivoluzionario per caso. Come ho creato Linux (solo per divertirmi)" (col seguente titolo originale: Just for Fun: The Story of an Accidental Revolutionary) è un autobiografia umoristica (tipologia: Linux, Informatica) scritto da Linus Torvalds, pubblicato inizialmente nel 2001 in lingua inglese.

Questa edizione in italiano, tradotta da Fabio Paracchini, è stata pubblicata da Garzanti (ISBN: 88-11-73896-2).

Incipit del libro Rivoluzionario per caso. Come ho creato Linux (solo per divertirmi) di David Diamond, Linus Torvalds:

Post-It dalla rivoluzione

C’era un rivoluzione in corso - tra le tante - nell’euforia degli ultimi anni del xx secolo. Nello spazio di una notte, o almeno così pareva, il sistema operativo Linux aveva catalizzato l’attenzione di tutto il mondo. Era esploso dalla cameretta del suo creatore, Linus Torvalds, fino a generare una specie di culto religioso da parte di un esercito di geek 1 semimilitanti. All’improvviso si slava infiltrando nelle roccaforti aziendali che controllavano il pianeta, contava milioni di utenti in tutti i continenti (Antartide compresa) e persino nello spazio, se vogliamo considerare le basi orbitanti della NASA. Questo sistema operativo gestiva la maggior parte dei server che diffondevano nel mondo il contenuto del World Wide Web e il suo stesso modello di sviluppo, un’intricata rete di centinaia, di migliaia di programmatori volontari, era cresciuto fino a diventare il più grande progetto di collaborazione nella storia del mondo. La filosofia dell’open source che lo sosteneva era semplice: l’Informazione (in questo caso il codice sorgente o le istruzioni di base di un sistema operativo) dovrebbe essere libera, e condivisa gratuitamente per chiunque sia interessalo a migliorarla. Ma anche questi miglioramenti dovrebbero essere condivisi gratuitamente. É un concetto che ha sostenuto secoli di scoperte scientifiche. Ora stava trovando casa nel mondo delle imprese ed era possibile immaginare il suo potenziale come cornice per creare il meglio in ogni campo, dalle strategie legali alle opere liriche.
Qualcuno intravide il futuro di questo sistema e ciò che vide non gli piacque. Il faccione occhialuto di Linus divenne uno dei bersagli più diffusi per il gioco delle freccette alla Microsoft, che si trovava finalmente di fronte per la prima volta un vero concorrente. Ma la gente voleva sapere qualcosa di più sul ragazzo da cui era partita tutta questa faccenda,. Il problema era che più Linux e l’open source diventavano un successo planetario, meno Linus voleva parlarne. Questo rivoluzionario per caso aveva creato Linux perché giocare con un computer era divertente. (E anche perché le alternative non erano poi tanto attraenti.) Così quando qualcuno provò a convincerlo a parlare a qualche grossa convention dicendogli che milioni dei suoi seguaci volevano almeno vederlo in carne e ossa, Linus si offrì di partecipare se avessero permesso al pubblico di tirargli delle torte in faccia a pagamento. Sarebbe stato più divertente, spiegò. Era anche un modo per tirare su dei soldi. Rifiutarono. Non era così, pensavano, che si fa la rivoluzione.
Rivoluzionari non si nasce. Le rivoluzioni non possono essere programmate. Le rivoluzioni non possono essere gestite.
Le rivoluzioni capitano...

David Diamond


[...]

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!