Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Il signore delle mosche di William Golding

"Il signore delle mosche" di William Golding
Titolo:Il signore delle mosche
Titolo originale:Lord of the Flies
Autore:William Golding
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Collana editoriale:Classici moderni
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1954
Pagine:239
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Argomento:Realistico
Traduttore:Filippo Donini
Codice ISBN:978-88-04-49246-7
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Pubblicato il:2012-03-03
:

1394 visualizzazioni

L'autore
William Golding nacque nel Regno Unito, a Newquay, nel 1911. Morì a Perranarworthal, nel 1993.

Il suo nome originario è William Gerald Golding.

Per avere maggiori informazioni su William Golding, potete consultare il sito web ufficiale dell'autore, disponibile a questa pagina:
http://www.william-golding.co.uk/.

"Il signore delle mosche" (col titolo originale: Lord of the Flies) è un romanzo (categoria: Realistico) scritto da William Golding, pubblicato inizialmente nel 1954 in inglese.

Questa edizione in italiano, nella traduzione di Filippo Donini, è stata pubblicata da Arnoldo Mondadori Editore, nella collana Classici moderni (239 pagine, ISBN: 978-88-04-49246-7).

Incipit del libro Il signore delle mosche di William Golding:

Capitolo 1
IL SUONO DELLA CONCHIGLIA


Il ragazzo dai capelli biondi si calò giù per l'ultimo tratto di roccia e cominciò a farsi strada verso la laguna. Benché si fosse tolto la maglia della scuola, che ora gli penzolava da una mano, la camicia grigia gli stava appiccicata addosso, e i capelli gli erano come incollati sulla fronte. Tutt'intorno a lui il lungo solco scavato nella giungla era un bagno a vapore. Procedeva a fatica tra le piante rampicanti e i tronchi spezzati, quando un uccello, una visione di rosso e di giallo, gli saettò davanti con un grido da strega; e un altro grido gli fece eco: «Ohè! Aspetta un po'!»
Qualcosa scuoteva il sottobosco da una parte del solco, e cadde crepitando una pioggia di gocce.
«Aspetta un po'» diceva una voce, «mi sono impigliato.»
Il ragazzo biondo si fermò e si tirò su le calze con un gesto meccanico: per un momento la giungla prese un'aria di provincia inglese.
La voce parlò di nuovo:
«Non posso quasi muovermi, con tutti questi rampicanti.»
Chi parlava uscì dal sottobosco camminando all'indietro tra i rametti che gli graffiavano la giacca a vento sporca di grasso. Aveva le ginocchia nude grassocce, graffiate dalle spine. Si chinò, tolse le spine con cura e si voltò. Era più piccolo del ragazzo biondo, e molto grasso. Venne avanti, studiando attentamente dove mettere i piedi, e guardò in su. Aveva dei grossi occhiali.


[...]
I libri catalogati di William Golding:
Il signore delle mosche (Lord of the Flies) (1954)
Il Signore delle mosche
Citazioni di William Golding:
La prima cosa a cui si abituarono fu il...
Le più grandi idee sono le più semplici....
A occidente, il sole era come una goccia...
In qualche parte del cielo, sopra la cur...
"Tu sei uno sciocco" diceva il Signore d...
"Quel che è peggio, neanch'io me ne curo...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No