Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Gli dei del Fiume di Philip José Farmer

"Gli dei del Fiume" di Philip José Farmer
Titolo:Gli dei del Fiume
Titolo originale:The Gods of Riverworld
Autore:Philip José Farmer
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Collana editoriale:Urania
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1983
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Argomento:Fantascienza
Traduttore:Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Pubblicato il:2012-03-01
:

692 visualizzazioni

L'autore
Philip José Farmer nacque negli Stati Uniti d'America, a Terre Haute, Indiana, USA, nel 1918. Morì a Peoria, Illinois, USA, nel 2009.

Ecco alcuni soprannomi che Philip José Farmer ha usato: Kilgore Trout.

Ecco le principali aree in cui Philip José Farmer si è impegnato: fantascienza, fantasy.

Questo è il quinto romanzo di fantascienza appartenente al ciclo del Mondo del Fiume (Riverworld).

Incipit del libro Gli dei del Fiume di Philip José Farmer:

1

Loga si era spaccato come un uovo.
Alle 10 e 2 la sua immagine era comparsa sugli schermi alle pareti degli appartamenti dei suoi otto coinquilini. L'inquadratura non lo centrava esattamente: essi potevano vederlo soltanto dal suo ombelico nudo fino a un punto a pochi centimetri sopra la sua testa. I lati della scrivania sfioravano i bordi del loro campo visivo, ed erano in parte visibili la parete e il pavimento dietro di lui.
Loga aveva l'aspetto di un Buddha dai capelli rossi e gli occhi verdi il quale fosse vissuto per anni in una fabbrica di gelati, incapace di resistere ai suoi stessi prodotti. Malgrado avesse perso tre chili nelle ultime settimane, era ancora molto grasso.
Comunque era un Buddha molto felice. Sorridente, con la sua faccia da cocomero che pareva risplendere, parlò in esperanto: – Ho fatto una grossa scoperta! Risolverà il problema del...
Gettò un'occhiata alla sua destra.
– Scusate, mi pareva di aver udito qualcosa.
– Tu e Frigate – disse Burton. – State diventando paranoici. Abbiamo perquisito ognuna delle trentacinquemilasettecento e novantatré stanze della torre, e...
Gli schermi sfarfallarono. Il volto e il corpo di Loga tremolarono, si allungarono, poi rimpicciolirono. L'interruzione durò forse cinque secondi. Burton ne fu sbalordito: quella era la prima volta che uno schermo aveva mostrato un'interferenza o una disfunzione.


[...]
I libri catalogati di Philip José Farmer:
Alle sorgenti del fiume (The Fabulous Riverboat) (1971)
Alle Sorgenti Del Fiume
Cristo marziano
Doc Savage, una biografia apocalittica
Gli amanti di Siddo
Gli dei del Fiume (The Gods of Riverworld) (1983)
Gli Dei del fiume
I cancelli dell'universo
I Racconti Di Riverworld
Il distruttore
Il fabbricante di universi
Il fiume della vita (To Your Scattered Bodies Go) (1971)
Il fiume della vita
Il grande disegno (The Dark Design) (1977)
Il Grande Disegno
Il labirinto magico (The Magic Labyrinth) (1980)
Il labirinto magico
Il Mondo Di Lavalite
Il segreto del tempo
L'immagine della bestia
Citazioni di Philip José Farmer:
L'immortalità è un dolore al sedere. (p....
Quelli che parlano da soli sono pazzi, p...
A lato della sua cuccetta c'erano ritrat...
Perché siamo stati creati solo per so...
L'arte, come la scienza, a volte ottiene...
L'erba gatta migliore cresce intorno all...
In fondo, gli animali sanno riconoscere...
Qualsiasi cosa che abbia un cervello abb...
Il mondo che vediamo, disse Socrate,...
La verità è che non esistono persone fin...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!