Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Il grande disegno di Philip José Farmer

"Il grande disegno" di Philip José Farmer
Titolo:Il grande disegno
Titolo originale:The Dark Design
Autore:Philip José Farmer
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Collana editoriale:Urania
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1977
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Argomento:Fantascienza
Traduttore:Roberta Rambelli
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Pubblicato il:2012-02-28
:

694 visualizzazioni

L'autore
Philip José Farmer nacque negli Stati Uniti d'America, a Terre Haute, Indiana, USA, nel 1918. Morì a Peoria, Illinois, USA, nel 2009.

Ecco alcuni soprannomi che Philip José Farmer ha usato: Kilgore Trout.

Ecco le principali aree in cui Philip José Farmer si è impegnato: fantascienza, fantasy.

Questo è il terzo romanzo di fantascienza appartenente al ciclo del Mondo del Fiume (Riverworld).

Incipit del libro Il grande disegno di Philip José Farmer:

1

I sogni popolavano il mondo del Fiume. Il sonno, Pandora della notte, era ancor più generoso che sulla Terra. Là c'era questo per voi e quello per il vostro vicino; e l'indomani, quello per voi e questo per il prossimo.
Invece nella valle sconfinata lungo le interminabili rive del Fiume il sonno svuotava lo scrigno del tesoro dispensando a ciascuno tutti i doni: terrore e piacere, ricordo e anticipazione, mistero e rivelazione.
Miliardi di individui si agitavano, ridevano, gridavano, si tendevano verso la veglia e sprofondavano di nuovo.
Macchine poderose percuotevano le mura, e dai buchi guizzavano fuori cose strane. Spesso non si ritraevano: restavano, come spettri che rifiutassero di dileguarsi al canto del gallo.
Inoltre, inspiegabilmente, i sogni ricorrevano più frequenti che sul pianeta madre. Gli attori del notturno Teatro dell'Assurdo insistevano nel ripetere rappresentazioni scelte da loro stessi, non dagli spettatori. Gli astanti non potevano fischiare né applaudire, tirare uova e cavoli o andarsene, chiacchierare con i vicini o assopirsi. Tra questi spettatori prigionieri c'era Richard Francis Burton.


[...]
I libri catalogati di Philip José Farmer:
Alle sorgenti del fiume (The Fabulous Riverboat) (1971)
Alle Sorgenti Del Fiume
Cristo marziano
Doc Savage, una biografia apocalittica
Gli amanti di Siddo
Gli dei del Fiume (The Gods of Riverworld) (1983)
Gli Dei del fiume
I cancelli dell'universo
I Racconti Di Riverworld
Il distruttore
Il fabbricante di universi
Il fiume della vita (To Your Scattered Bodies Go) (1971)
Il fiume della vita
Il grande disegno (The Dark Design) (1977)
Il Grande Disegno
Il labirinto magico (The Magic Labyrinth) (1980)
Il labirinto magico
Il Mondo Di Lavalite
Il segreto del tempo
L'immagine della bestia
Citazioni di Philip José Farmer:
L'immortalità è un dolore al sedere. (p....
Quelli che parlano da soli sono pazzi, p...
A lato della sua cuccetta c'erano ritrat...
Perché siamo stati creati solo per so...
L'arte, come la scienza, a volte ottiene...
L'erba gatta migliore cresce intorno all...
In fondo, gli animali sanno riconoscere...
Qualsiasi cosa che abbia un cervello abb...
Il mondo che vediamo, disse Socrate,...
La verità è che non esistono persone fin...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!