Inizio > Indice Recensioni > Scheda: L'educazione sentimentale di Gustave Flaubert

"L'educazione sentimentale" di Gustave Flaubert
Titolo:L'educazione sentimentale
Titolo originale:L’Éducation sentimentale, histoire d’un jeune homme
Autore:Gustave Flaubert
Editore:Giulio Einaudi Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1869
Pagine:604
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:Romanzo
Traduttore:Lalla Romano
DRM:
:

2226 visualizzazioni

L'autore
Gustave Flaubert nacque in Francia, a Rouen, nel 1821. Morì a Croisset, nel 1880.

Nella sua vita si è dedicato a queste aree: realismo.

"L'educazione sentimentale" (titolo in lingua originale: L’Éducation sentimentale, histoire d’un jeune homme) è un romanzo di Gustave Flaubert che è stato pubblicato in francese nel 1869.

Questa versione in italiano, tradotta da Lalla Romano, è stata pubblicata da Giulio Einaudi Editore (604 pagg.).

Incipit del libro L'educazione sentimentale di Gustave Flaubert:

Il 15 settembre 1840, verso le sei del mattino il Villede-Montereau stava per partire e spandeva grosse volute di fumo davanti al quai Saint-Bernard.
Arrivavano persone trafelate; barili, gomene, cesti di biancheria ingombravano il passaggio; i marinai non rispondevano a nessuno; la gente si urtava, i bagagli venivano issati tra le due ruote, e il frastuono si confondeva col sibilo del vapore che sfuggiva tra le lamiere e avviluppava tutto con una nube biancastra, mentre la campana di prua rintoccava senza interruzione.
Finalmente il battello si mosse; e le due banchine, sulle quali erano allineati magazzini, cantieri e officine, sfilarono come due grandi nastri che si srotolano.


[...]
Explicit: L'educazione sentimentale di Gustave Flaubert:

====Beniamino Dal Fabbro====Ora, una domenica, mentre tutti erano ai vespri, Federico e Deslauriers, fattisi prima arricciare, colsero fiori nel giardino della signora Moreau, uscirono dalla porta dei campi, e dopo un gran giro per i vigneti tornarono alla Pescheria e s'infilarono dalla Turca, sempre tenendo in mano quei grandi mazzi. Federico aveva offerto il suo, come un innamorato alla sua promessa : ma il caldo che faceva, l'apprensione dell'ignoto, una specie di rimorso, e persino il gusto di vedere, con una sola occhiata, tante donne a sua disposizione, lo commossero talmente, che divenuto pallidissimo era rimasto fermo, senza dire una parola. Tutte ridevano, rallegrate del suo imbarazzo; e credendo che lo burlassero, Federico era fuggito. Siccome proprio lui aveva il denaro, anche Deslauriers fu costretto a seguirlo. Li videro uscire, e ne nacque una storia non ancora dimenticata, tre anni dopo. I due amici se la contarono prolissamente, ciascuno completando i ricordi dell'altro. E quand'ebbero finito :
«Il nostro meglio, forse, lo abbiamo avuto allora» disse Federico.
«Proprio allora lo abbiamo avuto, forse, il nostro meglio» disse Deslauriers.


[...]
Personaggi e concetti creati da Gustave Flaubert:
Rodolphe Boulanger (Personaggio, dal libro Madame Bovary)
Bouvard (Personaggio, dal libro Bouvard e Pécuchet)
Charles Bovary (Personaggio, dal libro Madame Bovary)
Léon Dupuis (Personaggio, dal libro Madame Bovary)
Madame Bovary (Personaggio, dal libro Madame Bovary)
Pécuchet (Personaggio, dal libro Bouvard e Pécuchet)
Audiolibri di:Gustave Flaubert
Madame Bovary
Romanzo
Audiolibro del celebre romanzo "Madame Bovary" di Gustave Flaubert.
I libri catalogati di Gustave Flaubert:
Bouvard e Pécuchet (Bouvard et Pécuchet) (1881)
Bouvard e Pécuchet
Dizionario dei luoghi comuni
Dizionario dei Luoghi Comuni - Catalogo delle Idee Chic (Le Dictionnaire des idées reçues) (1911)
Dizionario delle idee correnti
L'educazione sentimentale (L’Éducation sentimentale, histoire d’un jeune homme) (1869)
L'Educazione Sentimentale
La tentazione di sant'Antonio (La tentation de saint Antoine) (1874)
Madame Bovary (1855)
Madame Bovary (1855)
Madame Bovary
Memorie di un pazzo
Salambò (Salammbô) (1862)
Salammbô
Tre racconti (Un cuore semplice, La leggenda di San Giuliano Ospitaliere, Erodiade) (Trois contes (Un cœur simple, La Légende de Saint Julien l'Hospitalier, Hérodias)) (1877)
Citazioni di Gustave Flaubert:
Per certi uomini l'azione è tanto più im...
Iside: “Anubi, custode delle ombre, non...
Visto che non possiamo tirar giù il sole...
L'arte, in certe circostanze, scuote gli...
L'artista deve fare in modo che la poste...
Non c'è nulla di così umiliante come ved...
Non bisogna toccare gli idoli, la doratu...
"Ci risiamo sempre i doveri. Parole del...
VOLTAIRE....
«Io ho una religione» rispose il farmaci...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!