Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: L'isola di cemento di James Graham Ballard

"L'isola di cemento" di James Graham Ballard
Titolo:L'isola di cemento
Titolo originale:Concrete Island
Autore:James Graham Ballard
Editore:Giangiacomo Feltrinelli Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1974
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Argomento:Fantascienza
Codice ISBN:9788807819353
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Pubblicato il:2012-02-27
:

460 visualizzazioni

L'autore
James Graham Ballard è nato nel Regno Unito, a Shanghai, nel 1930. Morì a Shepperton, nel 2009.

Ecco i principali ambiti in cui James Graham Ballard si è impegnato: fantascienza, postmodernismo.

"L'isola di cemento" (col titolo originale: Concrete Island) è un romanzo (tipo: Fantascienza) scritto da James Graham Ballard, pubblicato inizialmente nel 1974 in lingua inglese.

Questa edizione in italiano è stata pubblicata da Giangiacomo Feltrinelli Editore (ISBN: 9788807819353).

Incipit del libro L'isola di cemento di James Graham Ballard:

1

Oltre il guardrail


Poco dopo le tre del pomeriggio del 22 aprile 1973, un architetto di trentacinque anni a nome Robert Maitland procedeva sulla corsia di sorpasso in uscita dallo svincolo di Westway, Londra centro. A seicento metri dal nuovo raccordo con l'autostrada M4, quando la sua Jaguar aveva già superato il limite di velocità di 120 km/h, il pneumatico anteriore sinistro scoppiò. Rimandata dal parapetto di cemento, l'esplosione d'aria sembrò detonare nel cranio di Robert Maitland. Nei pochi secondi precedenti l'urto, lui strinse forte le razze imbizzarrite del volante, intontito per aver battuto la testa contro il montante del finestrino cromato. L'auto sbandò sulle corsie libere, da un lato all'altro della strada, accompagnata dalle sue mani che sembravano le mani di un burattino. Il pneumatico si disintegrò, lasciando una scia nera e obliqua sulla segnaletica bianca che seguiva l'ampia curva della banchina autostradale. Ormai incontrollabile, la vettura sfondò i cavalletti di legno che formavano una barriera provvisoria sul ciglio della strada e, abbandonando l'asfalto, si tuffò nella scarpata erbosa per fermarsi trenta metri più in là, contro lo chassis arrugginito di un taxi capovolto. Uscito quasi incolume da quel dritto terrificante che per poco non gli era costato la vita, Robert Maitland si abbandonò sul volante, con la giacca e i pantaloni disseminati di frammenti di parabrezza che sembravano lustrini del varietà.


[...]
I libri catalogati di James Graham Ballard:
Febbre di guerra
L'isola di cemento (Concrete Island) (1974)
La scultrice di Vermilion Sands
Tutti i racconti 1956-1962
Ultime notizie dall'America
Citazioni di James Graham Ballard:
Sento che si ha bisogno di una tecnica n...
Simili a spiccioli nel gran tesoro della...
Molti sono i romanzi oggi pubblicati che...
Il futuro, inutile dirlo, è un posto per...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!