Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Le guide del tramonto di Arthur C. Clarke

"Le guide del tramonto" di Arthur C. Clarke
Titolo:Le guide del tramonto
Titolo originale:Childhood's End
Autore:Arthur C. Clarke
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Collana editoriale:Urania
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1953
Pagine:249
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Argomento:Fantascienza
Traduttore:Giorgio Monicelli
Prezzo :2000
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Pubblicato il:2011-09-20
:

1325 visualizzazioni

L'autore
Arthur C. Clarke è nato nel Regno Unito, a Minehead, nel 1917. Morì a Colombo, nel 2008.

In origine, il suo nome era Arthur Charles Clarke.

I principali ambiti in cui Arthur C. Clarke si è impegnato sono: fantascienza.

...si apprende che la storia dell'umanità è stata cambiata dall'incontro con degli esseri alieni, chiamati dagli umani i Superni, giunti sul nostro pianeta non come invasori, ma come custodi.

Le idee più originali di questo romanzo di fantascienza si rivelano con il procedere della trama, che cercherò di non svelarvi. Comunque, fin dall'inizio, si apprende che la storia dell'umanità è stata cambiata dall'incontro con degli esseri alieni, chiamati dagli umani i Superni, giunti sul nostro pianeta non come invasori – fortunatamente direi, data la loro capacità tecnico-scientifica – ma come custodi. Infatti prenderanno a cuore la vita degli uomini, e, con la loro supervisione, finiranno le guerre, la povertà, le sofferenze e privazioni materiali che hanno contraddistinto per millenni la vita della nostra specie. Questi esseri bonari, anche se fermi e decisi nei loro intenti, realmente migliorano il nostro pianeta, anche se celano alcuni misteri: non vogliono rivelare la loro vera forma (né dire se sono corporei o immateriali), non vogliono nemmeno rivelare quale sia il loro pianeta o sistema stellare di origine, e neppure vogliono rendere partecipi gli umani delle vere motivazioni di questa loro missione. Per decenni l'unico referente a gestire i contatti con gli uomini sarà Karellen, detto il Supercontrollore, che appunto supervisionerà questi rapporti.
La trama si evolverà in modo discontinuo, assumendo a tratti toni epici, talvolta fatalistici. Non rivelerò di più per non togliere il gusto della lettura di quest'opera, che affronta tematiche come il destino, la religione, il significato del progresso, le relazioni con altre razze e il senso di inferiorità.
Personalmente apprezzo questo tipo di storie: niente alieni brutti e cattivi, niente minacce per l'umanità, solo una visione del futuro, che può anche denotare più profondità di quanta possa apparire a prima vista. Tenendo conto del periodo in cui è stato scritto, e delle minacce militari e nucleari che imperversavano, complice anche una propaganda di guerra che era tanto più sfrenata in quanto mancava dei sofismi comunicativi che oggi la contraddistinguono, devo dire che questo libro cerca di dare un messaggio più sereno, che non pende né dalla parte dell'auto-estinzione né da quella della fiducia ottimistica, presente in altre opere, quali quelle di Isaac Asimov o le serie di Star Trek, ma anzi si aggancia ad un vago pessimismo malinconico, che assume appunto i toni del fatalismo.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:6
Contenuti:7
Globale:7.5

Consigliato a:

Vi consiglio di leggere questo romanzo, che ho apprezzato più di altri scritti sempre da Arthur C. Clarke, quali “Preludio allo spazio”, “Le sabbie di Marte” e il pur famoso “2001 odissea nello spazio”.
Altre opere di fantascienza che mi hanno convito sono “Anni senza fine” di Clifford D. Simak, “Contact” di Carl Sagan e “Cronache marziane” di Ray Bradbury.

Personaggi e concetti creati da Arthur C. Clarke:
Superni (Razza, dal libro Le guide del tramonto)
Supermente (Personaggio, dal libro Le guide del tramonto)
Karellen (Personaggio, dal libro Le guide del tramonto)
I libri catalogati di Arthur C. Clarke:
2001 odissea nello spazio (2001: A Space Odyssey) (1969)
2001: Odissea nello spazio
2010: Odissea Due
2061: Odissea tre
3001: Odissea Finale
All'insegna del Cervo Bianco
Culla
Incontro con Rama (Rendez-vous with Rama) (1973)
Incontro con Rama
L'Occhio Del Sole
L'Occhio Del Tempo
L'occhio dell'Universo
La città e le stelle
Le fontane del Paradiso
Le guide del tramonto (Childhood's End) (1953)
Le guide del tramonto
Le sabbie di Marte (The Sands of Mars) (1951)
Le sabbie di Marte
Oltre il buio della notte
Ombre sulla Luna
Citazioni di Arthur C. Clarke:
Ogni tecnologia sufficientemente avanzat...
Se uno scienziato anziano ma autorevole...
Nessuna Utopia potrà mai dare soddisfazi...
Ogni tecnologia sufficientemente avanzat...
Il sistema solare comprende il Sole, Gio...
L'unica maniera di scoprire i limiti del...
Dietro ogni uomo oggi vivente stanno tre...
Lenin è stato sfortunato; è nato cent'an...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!

Sì | No