Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Lettere Dalla Kirghisia di Silvano Agosti

"Lettere Dalla Kirghisia" di Silvano Agosti
Titolo: Lettere Dalla Kirghisia
Autore: Silvano Agosti
Editore: Rizzoli
Tipologia del supporto: Digitale
Lingua: Italiano
Genere: Non definito
Codice ISBN: 9788817017022
DRM: Non definito
Pubblicato il: 2013-03-23
:

931 visualizzazioni

Autore
Silvano Agosti è nato in una nazione non definita, a Brescia, nel 1938.

"Lettere Dalla Kirghisia" è un libro di Silvano Agosti.

Questa edizione in italiano è edita da Rizzoli (ISBN: 9788817017022).

Incipit del libro Lettere Dalla Kirghisia di Silvano Agosti:




��







Prima lettera

…basta saper immaginare un’isola, perché quest’isola incominci realmente ad esistere.


Kirghisia, 3 luglio


Cari amici,


non sono venuto in Kirghisia per mia volontà o per trascorrere le ferie, ma per caso.


Improvvisamente ho assistito al miracolo di una società nascente, a misura d’uomo, dove ognuno sembra poter gestire il proprio destino e la serenità permanente non è utopia, ma un bene reale e comune.


Qui sembra essere accaduto tutto ciò che negli altri Paesi del mondo, da secoli, non riesce ad accadere.


Arrivando in Kirghisia ho avuto la sensazione di “tornare” in un luogo nel quale in realtà non ero mai stato. Forse perché da sempre sognavo che esistesse.


Il mio strano “ritorno” in questo meraviglioso Paese, è accaduto dunque casualmente.


Per ragioni tecniche, l’aereo sul quale viaggiavo ha dovuto fare scalo due giorni nella capitale.


Qui in Kirghisia, in ogni settore pubblico e privato non si lavora più di tre ore al giorno, a pieno stipendio, con la riserva di un’eventuale ora di straordinario. Le rimanenti 20 o 21 ore della giornata vengono dedicate al sonno, al cibo, alla creatività, all’amore, alla vita, a se stessi, ai propri figli e ai propri simili.


La produttività si è così triplicata, dato che una persona felice sembra essere in grado di produrre, in un giorno, più di quanto un essere sottomesso e frustrato riesce a produrre in una settimana.


In questo contesto, il concetto di “ferie” appare goffo e perfino insensato, qui dove tutto sembra organizzato per festeggiare ogni giorno la vita.


2 -44



L’attuale concetto occidentale di ferie, invece, risulta feroce, quanto la concezione stessa del lavoro, non soltanto perché interferisce in modo profondo con il senso della libertà, ma perché ne trasforma e deforma il significato. Nel periodo di ferie, milioni di persone sono obbligate a divertirsi, così come nel resto dell’anno sono obbligate a lavorare senza tregua, a sognare di trovare un lavoro o a guarire dai guasti e dalle malattie, causate da un’attività lavorativa coatta e quotidiana.


Questo meccanismo delle otto ore di lavoro ogni giorno, produce da sempre tensioni sociali, nevrosi, depressioni, malattie e soprattutto la sensazione precisa di perdere per sempre l’occasione della vita.


La proposta risanatrice di questi invisibili orrori, si è risolta nello Stato della


[...]
I libri catalogati di Silvano Agosti:
Lettere Dalla Kirghisia
Citazioni di Silvano Agosti:
Gregorio Samsa è il personaggio che ha i... [leggi]
Qui in Kirghisia, in ogni settore pubbli... [leggi]
L'attuale concetto occidentale di ferie,... [leggi]
Questo meccanismo delle otto ore di l... [leggi]

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No