Ti diamo tanti contenuti. Senza pubblicità. Senza spiarti. Dai una mano. Grazie.

Home > Indice Recensioni > Recensione: La cuccagna di Émile Zola

"La cuccagna" di Émile Zola
Titolo: La cuccagna
Titolo originale: La curée
Autore: Émile Zola
Editore: Sansoni
Collana editoriale: I Capolavori Sansoni
Tipologia del supporto: Cartaceo
Anno di pubblicazione: 1871
Pagine: 314
Lingua: Italiano
Lingua originale dell'opera: Francese
Genere: Romanzo
Argomento: Naturalismo
Keywords: cuccagna,curée,rougon,macquart,zola,naturalismo
Traduttore: Giovanna Bargioni
Prezzo : 350
DRM:
Recensione di: Christian Michelini
Pubblicato il: 2011-12-21
:

2881 visualizzazioni

L'autore
Émile Zola è nato in Francia, a Parigi, nel 1840. È morto a Parigi, nel 1902.

Il suo nome originale è Émile François Zola.

Si è dedicato principalmente ai seguenti ambiti: naturalismo.

Saccard approda nella città di Parigi per fare fortuna, dopo alcuni anni sprecati in provincia. La sua fissazione ossessiva per la ricchezza lo porta a disinteressarsi a tutto, tranne che al denaro.

Quest'opera di Émile Zola appartiene al celebre ciclo dei romanzi naturalisti dei Rougon-Macquart.
Siamo Parigi, nell'Ottocento: Saccard approda nella città per fare fortuna, dopo alcuni anni sprecati in provincia. La sua fissazione ossessiva per la ricchezza lo porta a disinteressarsi a tutto, tranne che al denaro. Disposto a passare sopra a tutto e tutti pur di far soldi, non avrà nessuno scrupolo: l'amore sentimentale, le relazioni familiari, le amicizie, tutto è interpretato dal protagonista solo in chiave monetaria.
Partito povero, grazie all'aiuto del fratello, ormai prossimo a diventare ministro sotto la Restaurazione imperiale, riuscirà ad avere una posizione di modesto impiegato, che gli permetterà di osservare la burocrazia parigina, accumulando osservazioni e conoscenze sugli uffici e i funzionari, riuscendo così ad avviare, grazie ad un matrimonio vantaggioso che gli darà il capitale necessario, una serie di speculazioni edilizie illegali ai danni dello stato. Saccard, barcamenandosi negli affari più difficili, scegliendo quelli più intricati con passione, riesce ad accumulare milioni di franchi, ostentando un lusso sfrenato, ma rimanendo sempre con scarse liquidità monetarie, tanto da non poter a volte pagare nemmeno il fornaio. Di speculazione in speculazione, di frode in frode, la sua vita familiare assume gli aspetti di un ménage à trois sui generis: Saccard non prova affetto né per la moglie né per il figlio, ma li sfrutta per raggiungere posizioni sociali più elevate; per converso, la moglie si innamora ben presto del figlio adottivo, vicino a lei per età più del marito, intrecciando un rapporto vagamente incestuoso all'insegna del lusso e della segretezza.
In questo romanzo tante passioni nascoste, reputate immorali dalla società, vengono poste sotto le luci della ribalta: la grandezza di Émile Zola sta sempre nell'affresco corale delle sue descrizioni, nell'incedere maestoso dell'opera, che affonda le sue solide basi nel malcostume umano: un crescendo che porta sempre verso conseguenze impreviste, che l'autore è capace di descrivere con ammirevole parsimonia.

PAGELLA
Scorrevolezza: 8
Valore artistico: 8
Contenuti: 8
Globale: 8

Consigliato a:

Consiglio quest'opera agli appassionati del grande scrittore francese Émile Zola; potreste voler leggere altri suoi capolavori, come “L'assommoir - L'ammazzatoio”, “Germinale”, “Il ventre di Parigi”, “La bestia umana”, “Al paradiso delle signore”, oppure ascoltare il nostro audiolibro dell'opera “Nuove storielle a Ninetta”.
Altri celebri autori francesi che vi consiglio di leggere sono: Honoré de Balzac, Victor Hugo, Gustave Flaubert, Charles Baudelaire, Guy de Maupassant e, per il Novecento, Marcel Proust.

Incipit del libro La cuccagna di Émile Zola:

Al ritorno, nella confusione di carrozze che rientravano in città costeggiando il lago, il calesse dovette procedere al passo. Ad un certo momento l'ingorgo divenne tale da costringerlo a fermarsi.
Il sole tramontava in un perlaceo cielo di ottobre, striato all'orizzonte da nuvolette sottili. Un ultimo raggio, che cadeva radente dai boschi lontani dalla cascata, illuminava la strada bagnando di una luce rossastra e smorta la lunga fila di vetture immobili. I bagliori dorati, il vivo lampeggiare delle ruote, sembravano essersi immobilizzati lungo le filettature paglierine del calesse, i cui pannelli blu scuri riflettevano alcuni scorci del paesaggio circostante. E più in alto, nella piena luce rossastra che li illuminava alle spalle facendo brillare i bottoni di rame dei loro soprabiti semiripiegati e ricadenti dal sedile, il cocchiere e lo staffiere, in livrea blu scura, calzoni corti color mastice e panciotti a righe nere e gialle, sedevano impettiti, solenni e pazienti come servitori di buona famiglia che non si lasciano innervosire sa un ingorgo di carrozze. I cappelli guarniti da una coccarda nera, conferivano loro una grande dignità. Soltanto i cavalli, una magnifica pariglia baia, sbuffavano impazienti.


[...]
Audiolibri di: Émile Zola
Nuove storielle a Ninetta
Raccolta di racconti
Audiolibro della raccolta di racconti "Nuove storielle a Ninetta" di Émile Zola.
I libri catalogati di Émile Zola:
Al paradiso delle signore (Au bonheur des dames) (1882)
Germinale (Germinal) (1885)
Il denaro (L'argent) (1891)
Il paradiso delle signore
Il ventre di Parigi (Le ventre de Paris) (1873)
Il ventre di Parigi
L'Assommoir
L'assommoir - L'ammazzatoio (L'Assommoir) (1877)
L'opera (L'oeuvre) (1893)
La bestia umana (La bête humaine) (1890)
La conquista di Plassans (La conquête de Plassans) (1874)
La Conquista Di Plassans
La cuccagna (La curée) (1871)
La disfatta (La Débàcle) (1892)
La fortuna dei Rougon (La Fortune des Rougon) (1871)
La fortuna dei Rougon
La Fortune des Rougon (1871)
Nanà (Nana) (1880)
Nuove storielle - A Ninetta
Nuove storielle a Ninetta (Nouveaux contes à Ninon) (1874)
Roma
Son Excellence Eugène Rougon (1876)
Teresa Raquin
Thérèse Raquin (1867)
Citazioni di Émile Zola:
Fino a tanto che avrete qualche cosa di... [leggi]
Il compito più alto di un uomo è sottrar... [leggi]
La scienza ha promesso la felicità? Non... [leggi]
Un'opera d'arte è un angolo della creazi... [leggi]
Ha mostrato come il mondo può essere bel... [leggi]
Fra un centinaio di anni le storie della... [leggi]
Ho una sola passione, quella della luce... [leggi]
La civiltà non raggiungerà la perfezione... [leggi]
La verità è in cammino e niente la potrà... [leggi]
Le mie notti sarebbero un solo incubo al... [leggi]
Questa verità, questa giustizia che abbi... [leggi]
La verginità è sorella degli angeli, è i... [leggi]
La morte è più potente dell'amore. È una... [leggi]
Il mondo è pieno di brava gente. Quando... [leggi]
Quando non si lavora, gli arnesi se ne s... [leggi]
È così bello vivere, e la vita è così do... [leggi]
La felicità per noi poveretti sta solo n... [leggi]
Incipit di "... [leggi]
Incipit de "... [leggi]
Incipit de "... [leggi]
Fino a tanto che avrete qualche cosa di... [leggi]
Il compito più alto di un uomo è sottrar... [leggi]
Io accuso. Titolo di una let... [leggi]
La scienza ha promesso la felicità? Non... [leggi]
La verità è in cammino e niente la potrà... [leggi]
Un'opera d'arte è un angolo della creazi... [leggi]
[NDR|Su Johann Strauss jr]... [leggi]
[NDR|A Maheu] Quando non s... [leggi]
Aumentare il salario, che forse si può?... [leggi]
I soli piaceri che restavano [NDR|... [leggi]
– Pane! pane! pane! – Pane! come se bast... [leggi]
La folla: una forza cieca che continuame... [leggi]
La verginità è sorella degli angeli, è i... [leggi]
La morte è più potente dell'amore. È una... [leggi]
Il mondo è pieno di brava gente. Quando... [leggi]
La morte è più forte dell'amore, è una s... [leggi]
Quando non si lavora, gli arnesi se ne s... [leggi]
Il mondo è pieno di brave persone! Quand... [leggi]
È così bello vivere, e la vita è così do... [leggi]
La felicità per noi poveretti sta solo n... [leggi]
La mente è un prodotto di predisposizion... [leggi]
Zola con la sua audacia ha destato il fa... [leggi]

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No