Inizio > Indice Recensioni > Recensione: H/H di Banana Yoshimoto

"H/H" di Banana Yoshimoto
Titolo:H/H
Titolo originale:ハードボイルド/ハードラック | Hadoboirudu/Hadorakku
Autore:Banana Yoshimoto
Editore:Giangiacomo Feltrinelli Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1999
Pagine:95
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Giapponese
Genere:2 racconti
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Valentina Nuccio
:

1729 visualizzazioni

L'autrice
Banana Yoshimoto è nata in Giappone, a Tokyo, nel 1964.

In origine, il suo nome era Nome originale Mahoko Yoshimoto, 吉本真秀子. Nella sua carriera, Banana Yoshimoto ha usato anche questi soprannomi: 吉本ばなな.

Per sapere qualcosa di più su Banana Yoshimoto, potete consultare il sito web ufficiale dell'autrice, disponibile alla seguente pagina:
http://www.yoshimotobanana.com/.

H/H sembra la sceneggiatura di un film tipicamente giapponese ambientato tra terme a cielo aperto, montagne dalle particolari sfumature di colori, giornate trascorse a bere sakè seduti sul tatami.

H/H sembra la sceneggiatura di un film tipicamente giapponese ambientato tra terme a cielo aperto, montagne dalle particolari sfumature di colori, giornate trascorse a bere sakè seduti sul tatami. I due racconti, Hard boiled e Hard luck, si snodano in sequenza su un tema caro a Banana Yoshimoto: la morte. Tappe obbligatorie di questo concetto, la sofferenza e il desiderio di rinascere dalle proprie ceneri, dopo essersi lasciati trafiggere dalla lama affilata del dolore. Nel primo, Hard boiled, il binomio ‘dolore e passato’ riaffiora in una notte, nella quale i sogni si mescolano ad ansiosi presentimenti, riesumando ancestrali e pericolosi ricordi.
In Hard luck, la perdita di una persona cara scatena un bruciore dell’anima che consuma tutto. Il viso di chi non c’è più riaffiora dal nulla. Una saponetta consumata e un piatto di riso al curry ne stuzzicano il ricordo. Ma la malinconia del tempo che non torna si tramuta nella ciclicità della vita, nella forza di interpretare il tormento come sprone a non arrendersi e vedere la propria esistenza sotto una luce diversa.

PAGELLA
Scorrevolezza:7
Valore artistico:7
Contenuti:7
Globale:7

Consigliato a:

“A tutti coloro che sono convinti che le persone si separano perché una si è stancata dell’altra, per propria volontà o per volontà dell’altra persona. Ma non è così. I periodi finiscono, come cambiano le stagioni. Semplicemente.” – Banana Yoshimoto

I libri catalogati di Banana Yoshimoto:
Amrita (1994)
Amrita
Arcobaleno
Chie-chan e io
Delfini
H/H (ハードボイルド/ハードラック | Hadoboirudu/Hadorakku) (1999)
H/H (ハードボイルド/ハードラック | Hadoboirudu/Hadorakku) (1999)
H/H
High and dry. Primo amore
Honeymoon
Il coperchio del mare
Il Corpo Sa Tutto
Kitchen (Kitchin) (1988)
Kitchen
L'abito Di Piume
L'ultima amante di Hachiko (Hachiko no saigo no koibito) (1996)
L'ultima amante di Hachiko
La Piccola Ombra
Lucertola (Tokage) (1993)
Lucertola
Citazioni di Banana Yoshimoto:
A tutti coloro che sono convinti che le...
Anche chi ama prima o poi dovrà morire....
La strada è sempre decisa, non però in s...
La separazione e la morte sono atroci. P...
Volevo dormire alla luce delle stelle. V...
Finii di leggere e ripiegai con cura la...
Quando mi innamoravo, io partivo sempre...
Era un pomeriggio sereno, senza vento, s...
"Mai più." Il sentimentalismo che queste...
Voglio assolutamente continuare a sentir...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!