Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Memorie di un cacciatore di Ivan Sergeevič Turgenev

"Memorie di un cacciatore" di Ivan Sergeevič Turgenev
Titolo:Memorie di un cacciatore
Titolo originale:Записки Охотника
Titoli alternativi:Bozzetti di un cacciatore
Autore:Ivan Sergeevič Turgenev
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1852
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Russo
Genere:Romanzo
Argomento:Realismo russo
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:Memorie_di_un_cacciatore.opus, 161994 bytes
:

3062 visualizzazioni

L'autore
Ivan Sergeevič Turgenev è nato nella Federazione Russa, ad Orël, nel 1818. È morto a Bougival, nel 1883.

In origine, il suo nome era Иван Сергеевич Тургенев.

I principali ambiti in cui Ivan Sergeevič Turgenev si è impegnato sono: realismo russo.

Se volete conoscere l'opera di un grande maestro come Ivan Sergeevič Turgenev, leggete subito questo libro!

Questa raccolta di racconti è una delle opere più famose scritte da Ivan Sergeevič Turgenev. Fu un libro che, contro ogni previsione, non fu messo al bando dalla censura del tempo, anche se trattava di una difficile e sdrucciolevole questione come quella della vita dei contadini russi, i servi della gleba che conducevano un'esistenza sottomessa, fatta di continue privazioni e di aspre soverchierie perpetuate dai loro possidenti.
Il protagonista, che può essere anche identificato con Turgenev stesso, appassionato cacciatore, ha la possibilità di viaggiare per luoghi remoti della Russia, e di conoscere in prima persona le vite e le storie di vita che raccontano uomini e donne dei campi. Spesso sono storie tristi; più spesso la tristezza fa da sfondo all'elevato lirismo narrativo, ma complessivamente il senso di vicino contatto con l'ambiente popolare, con le sue contraddizioni, con l'ignoranza comune ma anche con l'innocenza innata, rende quest'opera un amalgama splendidamente bilanciato di vita reale, natura selvaggia e ammiccante, intima sofferenza e audace coraggio.
Quest'opera è nettamente diversa da quelle che Turgenev ha prodotto in seguito: al di là delle vicende trattate, lo stile narrativo è improntato ad una estesa positività che solo nei momenti di dolore per le storie di vita si tramuta in lirismo poetico. Ciò che traspare agli occhi di un lettore moderno non è la commozione per i soprusi o lo spirito di fratellanza con le sofferenze, certo ben presenti, ma è invece più spesso un senso di incondizionata fiducia nelle capacità di un popolo avvezzo al dolore ma non mai piegato da esso.

PAGELLA
Scorrevolezza:8.5
Valore artistico:9
Contenuti:8.5
Globale:8.5

Consigliato a:

Consiglio questo volume a tutte le persone che non hanno mai letto nulla di Ivan Sergeevič Turgenev ma vogliono conoscere questo grande autore russo dell'Ottocento. Se vi è piaciuta quest'opera, leggete i suoi seguenti romanzi, in genere brevi e interessanti, come "Rudin", "Nido di Nobili", "Padri e figli".
Se volete leggere altri autori russi, vi consiglio due fra i più grandi maestri di quel tempo, Fëdor Michajlovič Dostoevskij e Lev Nikolaevič Tolstoj, e un mio consiglio spassionato e spassoso è quello di leggere le opere di Michail Afanas'evič Bulgakov (prima fra tutte "Il maestro e margherita").

I libri catalogati di Ivan Sergeevič Turgenev:
Clara Militch
Fumo
Memorie di un cacciatore (Записки Охотника) (1852)
Memorie Di Un Cacciatore
Nido di Nobili (Дворянское Гнездо) (1859)
Padri e figli (Отцы и Дети) (1862)
Padri e figli (Отцы и Дети) (1862)
Romanzi (1991)
Rudin (Рудин) (1857)
Terra Vergine (новь) (1877)
Terre vergini
Citazioni di Ivan Sergeevič Turgenev:
Era forse stato creato per rimanere, sia...
La maggior parte della gente non capisce...
Non aderisco all'opinione di nessun uomo...
Sì, prova un po' a negare la morte. È le...
La terra non è tutta in un campo....
La morte è una vecchia storia, ma per og...
La filosofia è un punto di vista supremo...
L'egoismo equivale al suicidio. L'uomo e...
Guai al cuore che non ha amato fin da gi...
[...] si riesce a capire davvero una per...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!