Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: La chiesa della solitudine di Grazia Deledda

"La chiesa della solitudine" di Grazia Deledda
Titolo:La chiesa della solitudine
Titolo originale:La chiesa della solitudine
Autore:Grazia Deledda
Editore:Liber Liber
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1936
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Romanzo
Licenza:Pubblico dominio
DRM:No
eBook:Leggi l'eBook
Formati disponibili:
Audiolibro: Ascolta l'audiolibro

(Anteprima, 24 kbit)

:

3612 visualizzazioni

Aggiungi ebook alla tua biblioteca
L'autrice
Grazia Deledda è nata in Italia, a Nuoro, nel 1871. È morta a Roma, nel 1936.

Originariamente, il suo nome era Maria Grazia Cosima Deledda.

Ecco i principali ambiti in cui Grazia Deledda si è impegnata: verismo.

"La chiesa della solitudine" è un romanzo di Grazia Deledda che è stato pubblicato in italiano.

Questa edizione in italiano è stata pubblicata da Liber Liber.

Incipit del libro La chiesa della solitudine di Grazia Deledda:

Maria Concezione uscì dal piccolo ospedale del suo paese il sette dicembre, vigilia del suo onomastico. Aveva subìta una grave operazione: le era stata asportata completamente la mammella sinistra, e, nel congedarla, il primario le aveva detto con olimpica e cristallina crudeltà:
"Lei ha la fortuna di non essere più giovanissima: ha vent'otto anni mi pare: quindi il male tarderà a riprodursi: dieci, anche dodici anni. Ad ogni modo si abbia molto riguardo: non si strapazzi, non cerchi emozioni. Tranquillità, eh? E si lasci vedere, qualche volta."
Ella lo guardò, coi grandi occhi neri nel viso scarno e verdastro d'angelo decaduto: avrebbe voluto fargli le corna o qualche altro segno di scongiuro, ma in fondo non credeva a queste cose e da molto tempo era rassegnata al suo destino. Si contentò di proporsi di non tornare mai più all'ospedale.
Adesso se ne tornava a casa, tutta avvolta e imbacuccata in un lungo scialle nero, che rendeva più sottile la sua persona alta, e più scuro il suo profilo di beduina; rasentò il muro del giardino dell'ospedale, poi il muro più basso di un orto piantato quasi tutto a cavoli con il grosso fiore lunare, e sboccò subito in una strada campestre, sfossata e pietrosa, che andava verso i monti vicini. Tutto le sembrava diverso del come lo aveva lasciato; e lei stessa era diversa, vuota e, le pareva, con un odore di morte nelle vesti; odore che non l'avrebbe lasciata mai più.
Eppure si sentiva contenta; di camminare, di respirare, di aver fame, di voler bene a sua madre, alla sua casa, persino al gatto: gioia di vivere.


[...]
Audiolibri di:Grazia Deledda
Canne al vento
Romanzo
Audiolibro del romanzo "Canne al vento" del premio Nobel Grazia Deledda.
Cosima
Romanzo autobiografico
Audiolibro del romanzo "Cosima" del premio Nobel Grazia Deledda.
Elias Portolu
Romanzo
Audiolibro del romanzo "Elias Portolu" della scrittrice Grazia Deledda.
Il Flauto nel bosco
Raccolta di racconti
Audiolibro della raccolta di racconti "Il Flauto nel bosco" della scrittrice Grazia Deledda.
La chiesa della solitudine
Romanzo
Audiolibro del romanzo "La chiesa della solitudine" della scrittrice Grazia Deledda.
Il fanciullo nascosto
Raccolta di racconti
Audiolibro della raccolta di racconti "Il fanciullo nascosto" della scrittrice Grazia Deledda.
Racconti sardi
Raccolta di racconti
Audiolibro dei "Racconti sardi" della scrittrice Grazia Deledda.
I libri catalogati di Grazia Deledda:
Amori Moderni
Canne al vento (1913)
Canne Al Vento
Cenere (1904)
Chiaroscuro
Colombi e sparvieri (1912)
Colombi E Sparvieri
Cosima (1937)
Cosima
Elias Portolu (1903)
Elias Portolu
Fior Di Sardegna
I giuochi della vita
Il Cedro Del Libano
Il Dono Di Natale
Il fanciullo nascosto
Il Fanciullo Nascosto
Il Flauto nel bosco
Il Flauto Nel Bosco
Il Nonno
Il paese del vento (1931)
Il Paese Del Vento
Il ritorno del figlio
Il Sigillo D'Amore (1926)
Il Vecchio Della Montagna
L'Edera
L'incendio nell'oliveto
L'Incendio Nell'Uliveto
L'Ospite
La Casa Del Poeta
La chiesa della solitudine (1936)
La Chiesa Della Solitudine
La Giustizia
La Madre
La Regina Delle Tenebre
La Via Del Male
La Vigna Sul Mare
Le colpe altrui (1914)
Le Tentazioni
Leggende Sarde
Marianna Sirca
Nel Deserto
Nell'Azzurro
Novelle Volume Primo
Novelle Volume Quarto
Novelle Volume Quinto
Novelle Volume Secondo
Novelle Volume Sesto
Novelle Volume Terzo
Racconti sardi
Racconti Sardi
Sole D'Estate
Citazioni di Grazia Deledda:
L'amore è quello che lega l'uomo alla do...
Mutiamo tutti, da un giorno all'altro, p...
Possibile che non si possa vivere senza...
[NDR|Eugène Sue] Quel gran...
Tutti siamo impastati di bene e di male,...
«Adattarsi bisogna» disse Efix versandog...
«E perché nascere?»«Oh bella, perc...
«E le mie padrone? Non s'accorgono?»...
[...] l'amore è quello che lega l'[[Uomo...
«Il rimedio è in noi» sentenziò la vecch...
Un uomo libero è sempre adatto per una d...
E come i bambini ed i vecchi si mise a p...
La vita passa e noi la lasciamo passare...
Efix mangiava e raccontava, con parole i...
«Siamo nati per soffrire come Lui; bisog...
Gli eroi della Deledda non hanno mai alc...
Il metodo narrativo della Deledda consis...
La signorina Deledda fa benissimo di non...
Così ci fermiamo al Dazio, la casetta de...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No