Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaniatollah Akbari di Fabio Geda

"Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaniatollah Akbari" di Fabio Geda
Titolo:Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaniatollah Akbari
Titolo originale:Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaniatollah Akbari
Autore:Fabio Geda
Editore:Baldini Castoldi Dalai Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:2010
Pagine:155
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Biografia
Argomento:Il lungo viaggio di un bambino afghano verso l'Italia
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Denise Mereu
Prima pagina vocale: Ascolta la prima pagina vocale
Recensione vocale: Nel mare ci sono i coccodrilli_rece_Denise_no_ru-amp-mono.opus, 163574 bytes
Pubblicato il:0134-00-00
:

1482 visualizzazioni

L'autore
Fabio Geda è nato in Italia, a Torino, nel 1972.

Per sapere qualcosa di più su Fabio Geda, potete andare sul sito web ufficiale dell'autore, disponibile alla seguente pagina:
http://www.fabiogeda.it/.

Una volta ho letto che la scelta di emigrare nasce dal bisogno di respirare. È così. E la speranza di una vita migliore è più forte di qualsiasi sentimento.

"Una volta ho letto che la scelta di emigrare nasce dal bisogno di respirare. È così. E la speranza di una vita migliore è più forte di qualsiasi sentimento."

Un libro emozionante, drammatico e a tratti ironico. Racconta la storia di un bambino che a dieci anni (età approssimativa, poiché non conosce la sua data di nascita) viene abbandonato dalla madre, nell'ultimo disperato tentativo di salvargli la vita. Enaniat inizia così la sua avventura, attraverso un lungo cammino per sfuggire alla povertà dell'Afghanistan, alla dittatura dei talebani e all'odio dei Pastun verso gli Hasara, popolazione cui appartiene.
Solo, senza soldi e senza più punti di riferimento, imparerà ad arrangiarsi con piccoli lavori che gli permetteranno di mangiare e di avere un posto dove dormire. Conoscerà qualche persona di buon cuore, ma dovrà sempre guardarsi le spalle, perché la vita dei clandestini può essere molto pericolosa, e lui è solo un bambino.
Si muoverà attraverso l'Iran, la Turchia, la Grecia, fino in Italia, in un viaggio lungo dieci anni. Oltrepassare le frontiere significa rischiare continuamente la vita, perché si deve sempre passare inosservati per eludere i controlli, ed evitare quindi il rischio d'essere rimpatriati. Enaniat non ha soldi, per cui è obbligato a fermarsi per mesi, in ogni luogo in cui andrà, lavorando gratuitamente nelle cave di pietra o nei cantieri, per poter pagare i trafficanti di uomini che gli permetteranno di spostarsi ogni volta che decide di azzardare un'altra strada, alla ricerca del posto ideale per potersi fermare e iniziare una nuova vita. Viaggerà nascosto dentro i camion, scalerà una montagna, attraverserà il mare in un vecchio gommone: la sua forza di volontà e la speranza in un futuro migliore lo spingono a non scoraggiarsi mai.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:9
Contenuti:9
Globale:9

Consigliato a:

Fabio Geda è uno scrittore che si occupa del disagio giovanile; collabora con diversi giornali. Un giorno conosce Enaniat, e capisce quanto sia importante che tutti conoscano la sua storia. Lui si limita ad ascoltare ponendo solo qualche domanda ogni tanto, e riporta il tutto in questo libro sorprendente.

I libri catalogati di Fabio Geda:
Nel mare ci sono i coccodrilli
Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaniatollah Akbari (2010)
Citazioni di Fabio Geda:
Una volta ho letto che la scelta di emig...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No