Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Bug-Jargal di Victor Hugo

"Bug-Jargal" di Victor Hugo
Titolo:Bug-Jargal
Titolo originale:Bug-Jargal
Autore:Victor Hugo
Editore:Rizzoli
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1818
Pagine:168
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:Romanzo
Argomento:Avventura
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Pubblicato il:0084-00-00
:

2022 visualizzazioni

L'autore
Victor Hugo è nato in Francia, a Besançon, nel 1802. È morto a Parigi, nel 1885.

In origine, il suo nome era Victor-Marie Hugo.

Le principali aree in cui Victor Hugo si è impegnato sono: romanticismo.

Questo è il primo romanzo che scrisse un Victor Hugo giovanissimo, un adolescente lontano dall'immagine seriosa e profonda che ci ha tramandato la storia e la pittura.

Questo è il primo romanzo che scrisse un Victor Hugo giovanissimo, un adolescente lontano dall'immagine seriosa e profonda che ci ha tramandato la storia e la pittura. La prima stesura è stata poi rimaneggiata un decennio più tardi, ed è questa la versione che noi possiamo leggere in questo libro.
Quest'opera ci racconta la storia di una grave e sanguinosa insurrezione degli schiavi di Haiti: l'autore non si sofferma tanto sull'aspetto tragico delle vicende narrate, quanto sull'insolito rapporto di amicizia e rivalità che lega i due protagonisti per mezzo dell'amore per la stessa donna. Il primo è un ufficiale dell'esercito, giovane di belle speranze, sensibile ma purtuttavia vincolato all'ottica (razzista) del suo tempo; l'altro è uno schiavo intelligente e forte, figlio di re nel mondo africano da cui proveniva prima di essere rapito per lavorare nei campi del Nuovo Mondo. I due amano una ragazza, promessa sposa e innamorata del giovane ufficiale. Lo schiavo deciderà di farsi allora da parte, ma stenderà la sua egida protettrice sui due giovani, difendendoli anche in momenti così pericolosi come quelli che stava vivendo l'isola.
Siamo in un tempo in cui la schiavitù è considerata ancora addirittura giusta, e questo fin su basi biologiche (il lettore rimarrà anche stupito nel leggere come venivano catalogate le persone in base alle loro seppur minime variazioni di tonalità della pelle, in un crescendo razzista che va dall'uomo bianco libero al meticcio al destinato ad essere schiavo, in categorie cromatiche tanto minuziose da risultare tanto ridicole quanto effimere: i meticci che volevano essere a tutti i costi considerati dei bianchi si ritrovano, quando le sorti dei proprietari terrieri sono avverse, a rimangiarsi le loro parole e mostrare con artifizi come sono sempre stati fedeli ai solo fratelli neri).
Nonostante questo contesto storico e culturale di razzismo e soprusi, l'autore di grande genio, ancorché giovane, qual è Victor Hugo riesce a districarsi in parte da queste brutture, con una sensibilità più alta, mostrando la sincerità e l'onestà dello schiavo Bug-Jargal, la sua fierezza, la sua perspicacia.
È una lettura di svago interessante non solo per approfondire la conoscenza di Victor Hugo, ma anche per comprendere il tessuto culturale, costituito da concetti di superiorità della razza e naturale inferiorità di altri uomini che hanno il loro aspetto più tragico nella banalità scontata con cui sono propugnati.

Consigliato a:

Consiglio questo libro gradevole a chi vuol leggere un'opera avventurosa non scevra da profondità.
Se volte leggere altre opere di Victor Hugo, ecco alcune delle nostre recensioni per orientarsi: "Ernani", "I miserabili", "Il Re si diverte" e "Notre-Dame de Paris".
Fra i libri che hanno come componente l'avventura, quelli che ho più apprezzato, fra gli altri, sono "Robinson Crusoe" di Daniel De Foe, "I viaggi di Gulliver" di Jonathan Swift, "Cuore di tenebra" di Joseph Conrad (di cui abbiamo disponibile l'audiolibro).
Se volete gustare l'avventura in altri contesti culturali e letterari, potete leggere alcuni celebri romanzi di fantascienza: io personalmente ho apprezzato soprattutto la saga della Fondazione e i racconti di robot di Isaac Asimov, "Cronache marziane" e "Farenheit 451" di Ray Bradbury, "Un oscuro scrutare", "Ubik" e "Blade Runner" di Philip Kindred Dick.

Personaggi e concetti creati da Victor Hugo:
Cosette (Personaggio, dal libro I miserabili)
Jean Valjean (Personaggio, dal libro I miserabili)
Javert (Personaggio, dal libro I miserabili)
Fantine (Personaggio, dal libro I miserabili)
Audiolibri di:Victor Hugo
I miserabili
Romanzo
Audiolibro del celebre romanzo romantico "I miserabili" di Victor Hugo.
I libri catalogati di Victor Hugo:
Bug-Jargal (1818)
Ernani (Hernani, ou l'Honneur Castillan) (1830)
Ernani
Guerra ai demolitori! (1993)
I lavoratori del mare
I miserabili (Les Misérables) (1862)
I Miserabili
Il Fuoco Del Cielo
Il Novantatré
Il Re si diverte (Le roy s'amuse) (1832)
Il re si diverte
L'ultimo giorno di un condannato a morte
L'Uomo Che Ride
Leggenda medioevale
Lotte sociali
Napoleone il piccolo
Notre Dame de Paris
Notre-Dame de Paris (1831)
Notre-Dame de Paris (1831)
Ruy Blas (1838)
Citazioni di Victor Hugo:
Les choses ont leur terribile “non possu...
Il Settecento è ...
Chi è triste non si volta a guardare ind...
Ah! Non insultate mai la donna che cade!...
Alla zampa di ogni uccello che vola è le...
C'è una cosa più forte di tutti gli eser...
Chi dà ai poveri presta a Dio. [Qui d...
Dio è l'invisibile evidente....
Dio s'è fatto uomo. Il diavolo s'è fatto...
[In riferimento all'opera "La Palingenes...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!