Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Il grande Meaulnes di Alain-Fournier

"Il grande Meaulnes" di Alain-Fournier
Titolo:Il grande Meaulnes
Titolo originale:Le Grande Meaulnes
Autore:Alain-Fournier
Editore:Orsa Maggiore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1913
Pagine:238
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:Romanzo
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Pubblicato il:0082-00-00
:

2067 visualizzazioni

L'autore
Alain-Fournier nacque in Francia, a La Chapelle-d'Angillon, nel 1886. È morto a Les Éparges, nel 1914.

In origine, il suo nome era Henri Alban Fournier.

“Il grande Meaulnes” è un libro scritto da un autore morto giovanissimo, ed è un libro che parla di gioventù.

“Il grande Meaulnes” è un libro scritto da un autore morto giovanissimo, ed è un libro che parla di gioventù. Più precisamente tratta di un'infanzia, che diventa adolescenza, in forma mitizzata e onirica. La narrazione è infatti svolta attraverso gli occhi di un bambino, e risente positivamente di quell'esagerato patos tipico della giovane età. Quindi chi inizierà a leggere questo libro si troverà a confrontarsi con i compagni di scuola, tra amicizie e acerrime rivalità. Affronterà un viaggio in terre nuove e affascinanti, come le può vedere un bambino, ricche di avventure e passioni che lasceranno uno strascico anche nella vita adulta del protagonista.
Personalmente, nonostante la freschezza narrativa con cui vengono raccontate le vicende, non sono riuscito ad appassionarmi a questo volume, e l'ho letto con un certo distacco. Forse quella serena primavera, che diviene estate della vita, così come è trasposta in quest'opera di Alain-Fournier, non ha carpito la mia attenzione, più vicina alla profondità insita in opere come quelle di Fëdor Michajlovič Dostoevskij, Gustave Flaubert o James Joyce.

Consigliato a:

Consiglio questo volume a chi vuole vedere la realtà con gli occhi affascinati di un bambino. Se vi è piaciuto questo, vi consiglio di leggere anche “L'estate incantata” di Ray Bradbury. Chi preferisce, per immergersi in queste atmosfere dell'infanzia, potrebbe vedere i film “Stand by Me - Ricordo di un'estate” tratto dal racconto “Il Corpo” di Stephen King, e “I Goonies”.

I libri catalogati di Alain-Fournier:
Il grande amico
Il grande Meaulnes (Le grand Meaulnes) (1913)
Il grande Meaulnes (Le Grande Meaulnes) (1913)
Le corps de la femme
Citazioni di Alain-Fournier:
Il "corpo della donna", non è quest'idol...
Quando viene la più forte passione umana...
Questo corpo così dolcemente riapparso,...
È segretamente, gravemente, che si sono...
La nostra avventura è terminata. L'inver...
In febbraio, per la prima volta in quell...
Mi passa per la testa questo orrendo pen...
Questa serata che avrei voluto eludere,...
Un testo simbolista famoso. (Giuliano Gr...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!