Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: L'asino d'oro di Lucio Apuleio

"L'asino d'oro" di Lucio Apuleio
Titolo:L'asino d'oro
Titolo originale:Metamorphoseon libri
Titoli alternativi:Le metamorfosi
Titoli originali alternativi:Asinus aureus
Autore:Lucio Apuleio
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Pagine:96
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Latino
Genere:Opera teatrale
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
eBook:Leggi l'eBook
:

1433 visualizzazioni

Aggiungi ebook alla tua biblioteca
L'autore
Lucio Apuleio è nato nell'Antica Roma, a Madaura, nel 125. Morì nel 170 circa.

Originariamente, il suo nome era Lucius Apuleius. Lucio Apuleio è conosciuto anche con questi soprannomi: Lucio Apuleio, Apuleio da Madaura.

"L'asino d'oro" (col titolo originale: Metamorphoseon libri) è un opera teatrale di Lucio Apuleio, pubblicato inizialmente in lingua latino.

Questo libro è stato pubblicato anche con i seguenti titoli alternativi: "Le metamorfosi".

In lingua originale, è conosciuto anche con i seguenti titoli: "Asinus aureus".

Questa versione in italiano è pubblicata da Bibliomania.it (96 pagg.).

Incipit del libro L'asino d'oro di Lucio Apuleio:

E adesso io intreccerò per te favole diverse, in questo stile milesio, e accarezzerò le tue orecchie benevole con un dolce sussurrare – sempre che a te non dispiaccia dare un'occhiatina a un papiro egiziano scritto con la finezza propria di una cannuccia del Nilo – e allora resterai a bocca aperta, davanti a figure e sorti di uomini che si mutano in immagini diverse e che poi ritornano di nuovo nella forma precedente, scambiandosi tra loro. Cominciamo... «E questo chi è?» Te lo dico in due parole: l'Imetto in Attica, l'Istmo di Corinto, il Tenaro a Sparta, queste terre fortunate, celebrate in eterno in libri ancor più fortunati, ecco la mia antica stirpe; e lì, ragazzo alle prime armi, imparai la lingua greca. Più tardi, a Roma, pur se estraneo alla cultura dei Quiriti, mi diedi a coltivare la lingua locale, con enormi sforzi e senza la guida di nessun maestro. E perciò chiedo scusa in anticipo se, da rozzo parlatore quale sono, incapperò in qualche parola esotica e straniera; d'altra parte, anche questi cambiamenti di lingua ben si accordano con lo stile a cui sono dedito, un vero e proprio gioco di volteggio. Diamo inizio a una favola di origine greca. Sta' ben attento, lettore: ti divertirai.


[...]
Explicit: L'asino d'oro di Lucio Apuleio:

Fu così che quell'apparizione divina, nella sua persuasiva maestosità, mi annunziò cosa si dovesse fare. E io quindi, senza trascurare la faccenda e senza ritardarla rimandandola pigramente al giorno dopo, ma raccontata subito al mio sacerdote la visione che avevo avuto, all'istante mi sottometto al giogo della dieta senza carne animale e dopo aver prolungato di molto, con un'astinenza volontaria, i dieci giorni prescritti da una legge senza tempo, mi procuro tutto l'occorrente per l'iniziazione usando grande generosità, basandomi più sul mio zelo religioso che sui limiti delle mie sostanze. E in ogni caso, perdio, non ebbi mai a pentirmi di nessuna fatica, né di nessuna spesa, anzi, grazie alla generosità della divina provvidenza, me la passavo niente male coi guadagni della professione forense. Infine, dopo solo qualche giorno, il dio che tra tutti i grandi dei è il più potente, tra i più potenti il supremo, e tra i supremi il massimo e tra i massimi il sovrano, Osiride, mi apparve in sogno, e non mutato nelle spoglie di un altro essere, ma lui in persona, e si degnò anche di rivolgermi la sua parola veneranda: dovevo continuare – mi diceva – senza esitazione a svolgere la mia gloriosa professione di avvocato nel foro, e non dovevo temere le dicerie seminate dai maligni, che in quell'ambiente erano suscitate dai miei faticosi studi e dalla mia erudizione. E perché non attendessi al servizio del suo culto confuso in mezzo alla folla dei suoi fedeli, mi ammise al collegio dei suoi Pastofori, anzi tra gli stessi decurioni quinquennali. E così ancora una volta, rasatami completamente la testa, senza coprirmi o nascondere la calvizie, ma esponendola apertamente, eccomi lì, mentre tutti gli obblighi di quel collegio antichissimo, fondato ai tempi di Silla; li affrontavo pieno di gioia.


[...]
I libri catalogati di Lucio Apuleio:
Della magia
L'asino d'oro (Metamorphoseon libri)
La Favola di Eros & Psiche
Metamorfosi (L'Asino D'Oro)
Citazioni di Lucio Apuleio:
Ma non durerà a lungo nella sua felicità...
La demenza non può riconoscere sé stessa...
L'amore, acquistando ogni giorno nuovo v...
Talete di...
"Ma il giorno è vicino ormai" gli rispon...
[Apprendendo di essere l'accusato del...
[Fraintende le azioni di Emo-Tlepolem...
Dopo avermi piegato con queste disgrazie...
Si sa che la fiamma del crudele Amore, q...
[Riferendosi a Paride e al pomo d'oro...
Il pudore [...] è come un vestito: quant...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No