Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Dizionario filosofico di Voltaire

"Dizionario filosofico" di Voltaire
Titolo:Dizionario filosofico
Titolo originale:Dictionnaire philosophique
Autore:Voltaire
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1764
Pagine:142
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:Trattato
Argomento:Filosofia
DRM:
Pubblicato il:2012-03-08
:

1594 visualizzazioni

L'autore
Voltaire è nato in Francia, a Parigi, nel 1694. Morì a Parigi, nel 1778.

Il suo nome originario è François Marie Arouet.

Si è dedicato principalmente a queste aree: illuminismo.

"Dizionario filosofico" (col seguente titolo originale: Dictionnaire philosophique) è un trattato (tipologia: Filosofia) scritto da Voltaire, pubblicato originariamente in lingua francese nel 1764.

Questa versione in italiano è pubblicata da Bibliomania.it (142 pagine).

PAGELLA
Scorrevolezza:7
Valore artistico:7
Contenuti:9
Globale:8
Incipit del libro Dizionario filosofico di Voltaire:

ABRAMO

Abramo è uno di quei nomi celebri nell'Asia Minore e in Arabia, come Thoth presso gli Egiziani, l'antico Zarathustra in Persia, Ercole in Grecia, Orfeo nella Tracia, Odino presso i popoli nordici e tanti altri noti più o meno per la loro fama che per una storia incontestata. Intendo qui la storia profana, in quanto nei confronti di quella del popolo ebraico, nostro maestro e nemico, per il quale sentiamo fiducia e odio, essendo stata visibilmente scritta dallo Spirito Santo in persona, nutriamo i sentimenti che dobbiamo nutrire. Ci riferiamo soltanto agli Arabi, che si vantano di discendere da Abramo per via di Ismaele e credono che quel patriarca abbia fondato la Mecca e sia morto in questa città. Il fatto è che la stirpe di Ismaele è stata favorita da Dio in misura infinitamente maggiore della stirpe di Giacobbe. L'una e l'altra, a dire il vero, hanno generato dei ladroni; ma i ladroni arabi sono stati prodigiosamente superiori a quelli ebrei: I discendenti di Giacobbe conquistarono una regione di assai modeste proporzioni, che poi perdettero; i discendenti di Ismaele conquistarono parte dell'Asia, dell'Europa e dell'Africa, fondarono un impero più vasto di quello dei Romani e scacciarono gli Ebrei dale loro caverne, che chiamavano la terra promessa. A giudicare le cose solo in base agli esempi delle nostre storie moderne, sarebbe piuttosto improbabile che Abramo fosse stato il progenitore di popoli così diversi; ci dicono che era nato in Caldea e che era figlio di un povero vasaio, che si guadagnava la vita costruendo piccoli idoli di terra. Non è verosimile che il figlio di quel vasaio sia andato a fondare la Mecca a trecento leghe di distanza, sotto il tropico, attraversando deserti impraticabili. Se fu un conquistatore, puntò senza dubbio sul bel paese dell'Assiria; se invece fu soltanto un povero diavolo, come ci viene raffigurato, non ha fondato regni fuori dalla sua patria.


[...]
Personaggi e concetti creati da Voltaire:
Candido (Personaggio, dal libro Candido ovvero l'ottimismo)
Cunegonda (Personaggio, dal libro Candido ovvero l'ottimismo)
Pangloss (Personaggio, dal libro Candido ovvero l'ottimismo)
Panglossismo (Concetto, dal libro Candido ovvero l'ottimismo)
Audiolibri di:Voltaire
Candido ovvero l'ottimismo
Romanzo
Audiolibro del divertente romanzo filosofico "Candido ovvero l'ottimismo" di Voltaire.
I libri catalogati di Voltaire:
Candide ou l'optimisme (1759)
Candido
Candido ovvero l'ottimismo (Candide ou l'optimisme) (1759)
Candido Ovvero L'Ottimismo
Dizionario filosofico (Dictionnaire philosophique) (1764)
Dizionario filosofico
Il faut prendre parti, ou le principe d'action
Il filosofo ignorante (Le Philosophe ignorant) (1766)
L'ingenuo (L'Ingénu) (1767)
L'Ingenuo
La Pulcella d'Orléans (La Pucelle d'Orléans) (1899)
Le sottisier
Lettere filosofiche
Micromega (Micromégas) (1752)
Micromega
Micromegas
Sulla tolleranza
Trattato di Metafisica
Trattato sulla tolleranza (Traité sur la tolérance) (1763)
Trattato sulla tolleranza
Citazioni di Voltaire:
Un proverbio saggio non prova niente....
L’uomo non è generato per la tranquillit...
Ai vivi si devono dei riguardi, ai morti...
Alla corte, figliolo, l'arte più necessa...
Aime la vérité, mais pardonne à l'erreur...
C'è chi in seconda fila brilla e in prim...
Dichiariamolo apertamente noi che non si...
C'est du Nord aujourd'hui que nous vient...
[Marivaux...
Et voila justement comme on écrit l'hist...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!