Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Civiltà Extraterrestri di Isaac Asimov

"Civiltà Extraterrestri" di Isaac Asimov
Titolo:Civiltà Extraterrestri
Titolo originale:Extraterrestrial Civilizations
Autore:Isaac Asimov
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1979
Pagine:283
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Saggio
Argomento:Astrobiologia speculativa
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale: Civilta_extraterrestri.opus, 145387 bytes
Pubblicato il:0004-00-00
:

2806 visualizzazioni

L'autore
Isaac Asimov è nato negli Stati Uniti d'America, a Petroviči, nel 1920. Morì a New York, nel 1992.

Il paese originario di Isaac Asimov è la Federazione Russa.
Il suo nome originale è Исаак Юдович Озимов. Nella sua carriera, Isaac Asimov ha usato anche i seguenti soprannomi: Isaak Yudovich Ozimov.

Ecco le principali aree in cui Isaac Asimov si è impegnato: fantascienza.

Pur essendo un saggio sulla vita fuori del nostro pianeta Terra, sente tutto il peso delle decadi intercorse dalla sua prima pubblicazione.

Pur essendo un saggio sulla vita fuori del nostro pianeta Terra, sente tutto il peso delle decadi intercorse dalla sua prima pubblicazione. È da avere per gli appassionati di Isaac Asimov (scrittore/scienziato VERAMENTE prolifico), o per chi vuole sognare, chiuso in una stanza, di mondi ignoti e forme di vita inimmaginabili.
Io ho sempre apprezzato Asimov nonostante il suo spesso criticato "buonismo": tuttavia apprezzo la sua visione positiva che traspare anche da quest'opera a me cara.
Fra le iniziative che proseguono la ricerca di intelligenze extraterrestri, vi è il SETI (possiamo collaborare tutti a questo progetto e ad altri scientifici attraverso una piattaforma aperta di ricerca di nome BOINC: si passa dalla medicina alla ricerca di particelle elementari ipotetiche chiamate gravitoni).

PAGELLA
Scorrevolezza:7
Valore artistico:
Contenuti:7.5
Globale:7

Consigliato a:

Se vi piace Isaac Asimov dovreste leggere due delle saghe fantascientifiche che lo hanno reso famoso: quella della Fondazione e i racconti dei Robot, a cominciare dal celeberrimo primo volume "Io, Robot", passando magari anche per uno dei romanzi che ho molto apprezzato, "L'uomo positronico" - dal racconto "L'uomo bicentenario", quasi omonimo nel titolo ed enormemente simile nella trama, è stato tratto un (secondo me) mediocre film.
Sarebbero tanti gli autori da consigliare in campo fantascienza, come Ray Bradbury (una fantascienza più "calda" come in "Cronache marziane" e in "Fahrenheit 451"), oppure un'idea completamente opposta è quella di Philip Kindred Dick, che immortalò una sua visione onirica crudele dei possibili futuri in opere quale "Ubik", "Un oscuro scrutare" (recentemente ne è stato tratto un film), o "Ma gli androidi sognano pecore elettriche?", che è stato adattato per il cinema con il titolo di "Blade Runner", e non è poco :-D

TRAMA

Il libro si apre col quesito: «La domanda è: siamo soli?».

Attraverso uno stringente metodo deduttivo, sulla base delle conoscenze scientifiche dell'epoca in cui il libro fu scritto, l'autore giunge alla conclusione che altre civiltà debbano esistere in altri sistemi solari, dando anche una valutazione del loro numero.

Partendo da una stima del numero di stelle della nostra galassia di 300 miliardi, nei primi dieci capitoli Asimov espone in passi successivi, con dettagliate argomentazioni di tipo astronomico, biologico e culturale, come si può arrivare a tale valutazione:

Sistemi planetari appartenenti ad una stella simile al sole (popolazione I, di seconda generazione): 75 miliardi
Sistemi planetari di cui al punto 1 che hanno un'ecosfera utile: 5,2 miliardi
Sistemi planetari che hanno un'ecosfera utile al cui interno sia presente almeno un pianeta: 2 miliardi e 500 milioni
Sistemi planetari di cui al punto 3 in cui almeno un pianeta (o satellite) è di tipo terrestre: 1 miliardo e 300 milioni
Pianeti adatti a sviluppare la vita (come la conosciamo) nella nostra galassia: 650 milioni
Pianeti in cui è effettivamente nata la vita: 600 milioni
Pianeti che hanno generato una vita multicellulare: 433 milioni
Pianeti che hanno sviluppato una ricca vita terrestre: 416 milioni
Pianeti in cui è sorta una civiltà tecnologica: 390 milioni
Numero di pianeti della nostra galassia in cui è attualmente in essere una civiltà tecnologica: 530.000

Dopo essere giunto a questo sorprendente risultato, Asimov si pone l'interrogativo noto come paradosso di Fermi: se vi è attualmente un numero così elevato di civiltà extraterrestri, come mai non abbiamo né abbiamo mai avuto alcun indizio della loro esistenza? La risposta più probabile, alla quale giunge dopo aver esaminato molte ipotesi, è che le enormi distanze interstellari siano un ostacolo insuperabile anche per le civiltà tecnologicamente più avanzate.

Negli ultimi tre capitoli l'autore esamina la possibilità che in futuro si possa giungere ad accertare, tramite segnali radio, la presenza di altre civiltà evolute nelle nostre vicinanze.

Personaggi e concetti creati da Isaac Asimov:
Psicostoria (Concetto, dal libro Fondazione - la quadrilogia completa (1953-1983))
Tre leggi della robotica (Concetto, dal libro Sogni di robot)
I libri catalogati di Isaac Asimov:
Abissi d'acciaio
Alba Del Domani
Altri Robot
Antologia Del Bicentenario
Antologia Personale 1
Antologia Personale 2
Antologia personale 3
Asimov Story n. 1
Asimov Story n. 2
Asimov Story n. 3
Asimov Story n. 4
Avventure nell'occulto
Catastrofi a scelta
Cavalieri Cosmici
Civiltà Extraterrestri (Extraterrestrial Civilizations) (1979)
Crimini e misfatti al computer
Cronache della Galassia
Destinazione cervello (Fantastic voyage II: destination brain) (1987)
Destinazione Cervello
Esplorando la Terra e il cosmo (Exploring the Earth and the cosmos) (1982)
Citazioni di Isaac Asimov:
[Tre leggi del...
Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia...
In ogni secolo gli esseri umani hanno pe...
In tutta la storia della Galassia non ri...
Inoltre affermava che, per diritto di na...
Io, della Luna conosco praticamente tutt...
La violenza è l'ultimo rifugio degli inc...
[Legge zero...
Non c'è bisogno di viaggiare nel tempo p...
Qualcuno disse che Hari Seldon lasciò qu...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!

Sì | No