Ti diamo tanti contenuti. Senza pubblicità. Senza spiarti. Dai una mano. Grazie.

Home > Indice Recensioni > Recensione: Robinson Crusoe di Daniel Defoe

"Robinson Crusoe" di Daniel Defoe
Titolo: Robinson Crusoe
Titolo originale: The Life and Strange Surprising Adventures of Robinson Crusoe
Autore: Daniel Defoe
Editore: Giunti Editore
Tipologia del supporto: Cartaceo
Anno di pubblicazione: 1719
Pagine: 425
Lingua: Italiano
Lingua originale dell'opera: Inglese
Genere: Romanzo
Argomento: Avventura
Prezzo : 4,9
DRM:
Recensione di: Christian Michelini
:

1174 visualizzazioni

L'autore
Daniel Defoe nacque nel Regno Unito, a Londra, nel 1660. È morto a Moorfields, nel 1731.

Durante la sua carriera, Daniel Defoe ha usato anche i seguenti soprannomi: Daniel De Foe.

Robinson Crusoe, una leggenda letteraria e cinematografica entrata nell'immaginario collettivo.

Questo splendido romanzo di Daniel Defoe è stato reso celebre anche da molte trasposizioni cinematografiche. Anche se è, cronologicamente, uno dei primi romanzi della narrativa inglese, ancora oggi riesce a stupire per la ricchezza di particolari, per il coinvolgimento suscitato, e per la dettagliata ricostruzione di ambienti e situazioni. La storia, come molti sapranno, è quella di un uomo alla ricerca di avventura e libertà che, abbandonando la famiglia, cerca fortuna navigando per mari tropicali. Ma la sorte gli rimarrà avversa: sarà esposto a tormente e cicloni di inusitata potenza, rischiando costantemente la vita; sarà ridotto in schiavitù per alcuni anni da una banda di pirati africani, e, quando finalmente riesce a stabilirsi in Brasile, con un'onesta vita di proprietario terriero all'orizzonte, il suo desiderio di avventura, non ancora placato, lo costringe ad imbarcarsi nuovamente, immemore delle precedenti esperienze. Questa volta la disgrazia sarà immane: un naufragio che incaglierà la nave su un fondale sabbioso, la morte per tutto l'equipaggio e i passeggeri, tutti periti tranne lui, Robinson Crusoe, che troverà scampo dalla forza del mare agitato in una remota isola, abbandonata e sconosciuta al mondo intero. Qui il protagonista dovrà ricostruirsi una vita, potendo contare solo su alcuni oggetti e cibi racimolati sulla nave incagliata, e affronterà i pericoli dell'isola: animali, clima, indigeni.
La storia è concepita in modo encomiabile, e riesce ad avvincere il lettore, anche a distanza di tre secoli dalla prima pubblicazione. La prosa asciutta ed essenziale conferisce un aspetto veritiero (quasi autobiografico) alla narrazione. Ciò che più mi ha colpito di questo romanzi è la capacità dell'autore di intessere una vita fruttifera e impegnata per il suo protagonista: nella continua lotta per la sopravvivenza, non viene mai meno l'interesse per il miglioramento, sia esterno che interiore, in un continuo mutare di situazioni e colpi di scena che influiscono sulle aspirazioni, speranze, paure di Robinson Crusoe.
Ciò che mi ha intrigato in questa storia sono le piccole idee che escogita il protagonista per migliorare la sua vita: un crescendo di pensieri e trasformazioni della realtà esterna che, protraendosi lungo una continua adattabilità all'ambiente e alle nuove prospettive, culmina nelle speranze, prima, di poter ritrovare un compagno per non sentirsi più isolato nella propria tebaide, poi, con un lento convergere delle situazioni, di poter finalmente abbandonare l'isola-carcere in cui è recluso.
"Robinson Crusoe" non è solo uno dei primi romanzi della letteratura inglese: è anche un racconto affascinante, pieno di partecipazione per il lettore; è la storia di un uomo solo contro la natura, e insieme alla natura; è un volume dove l'elemento naturale incontaminato è inscindibile dalla metafora di una vita umana.

PAGELLA
Scorrevolezza: 9
Valore artistico: 8
Contenuti: 7
Globale: 8.5

Consigliato a:

Consiglio questo libro a tutti gli appassionati di avventura: io l'ho apprezzato molto, e anche se ormai la storia originale è stata rimaneggiata più volte nella cultura popolare moderna, questo libro non perde il suo fascino, che rimane infatti intatto e contribuisce ad arricchire l'esperienza della lettura.
Se vi è piaciuto questo volume, vi consiglio di leggere altre storie avventurose, come quelle di Joseph Conrad (ad esempio in "Cuore di tenebra" - anche in audiolibro, nonché "La linea d'ombra" e "Vittoria - una storia delle isole"), quelle di Robert Louis Stevenson, in "L'isola del tesoro", o ancora di Mark Twain in "Le avventure di Tom Sawyer" e "Le avventure di Huckleberry Finn".

Incipit del libro Robinson Crusoe di Daniel Defoe:

Sono nato nell'anno 1632, nella città di York, da una buona famiglia, ma non del paese; mio padre era uno straniero di Brema che si era stabilito in un primo tempo a Hull. Si fece una buona posizione con il commercio, poi, ritiratosi dagli affari, andò a vivere a York, città da cui aveva menato in sposa mia madre, i cui parenti si chiamavano Robinson, ed erano un'ottima famiglia del paese; dal loro nome io fui chiamato Robinson Kreutznaer; ma, per l'abitudine che si ha in Inghilterra di storpiare le parole, siamo ora chiamati, anzi ci chiamiamo e scriviamo il nostro nome, Crusoe, e così mi chiamavano sempre i miei compagni.


[...]
Personaggi e concetti creati da Daniel Defoe:
Robinson Crusoe (Personaggio, dal libro Robinson Crusoe)
Venerdì (Personaggio, dal libro Robinson Crusoe)
Audiolibri di: Daniel Defoe
Moll Flanders
Romanzo
Audiolibro del romanzo "Moll Flanders" di Daniel Defoe.
I libri catalogati di Daniel Defoe:
Diario dell'anno della peste
Il fantasma che stava in tutte le stanze
Il fantasma di Dorothy Dingley
Lady Roxana (1724)
Lady Roxana
Moll Flanders (The Fortunes And Misfortunes Of The Famous Moll Flanders) (1722)
Moll Flanders
Robinson Crusoe (The Life and Strange Surprising Adventures of Robinson Crusoe) (1719)
Robinson Crusoe (The Life and Strange Surprising Adventures of Robinson Crusoe) (1719)
Robinson Crusoe
Storia della singolare esistenza di John Sheppard (The History Of The Remarkable Life of John Sheppard)
Sul Modo Piu Sbrigativo Di Sopprimere Il Dissenso
Vita e avventure di Robinson Crusoe (The Life and Strange Surprising Adventures of Robinson Crusoe) (1719)
Citazioni di Daniel Defoe:
Tutti gli uomini sarebbero dei tiranni s... [leggi]
La paura del pericolo è [...] diecimila... [leggi]
La carità verso i poveri è un dovere, e... [leggi]
La carità comincia a casa propria.... [leggi]
La carità verso i poveri è un dovere, e... [leggi]
Molta carità comincia col vizio.... [leggi]
[...] non c'è dubbio, una donna deve mor... [leggi]
La celia e lo sguardo possono condurre c... [leggi]
Tutti gli uomini sarebbero dei tiranni s... [leggi]
La paura del pericolo è [...] diecimila... [leggi]
La carità verso i poveri è un dovere, e... [leggi]
La carità comincia a casa propria. (p. 2... [leggi]
È male sospettare che un uomo sia cattiv... [leggi]
Molta carità comincia col vizio. (p. 26)... [leggi]
[...] non c'è dubbio, una donna deve mor... [leggi]
La celia e lo sguardo possono condurre c... [leggi]
All'idea di tornare a casa si opponeva u... [leggi]
Gli affetti traggono alimento da certi s... [leggi]
Robinson Crusoe (1718) è il naufrago per... [leggi]

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No