Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Prose di Stéphane Mallarmé

"Prose" di Stéphane Mallarmé
Titolo:Prose
Autore:Stéphane Mallarmé
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Pagine:35
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:Raccolta di prose
DRM:
:

622 visualizzazioni

L'autore
Stéphane Mallarmé nacque in Francia, a Parigi, nel 1842. È morto a Valvins, nel 1898.

Il suo nome originario è Étienne Mallarmé.

"Prose" è un raccolta di prose di Stéphane Mallarmé che è stato inizialmente pubblicato in francese.

Questa edizione in italiano è edita da Bibliomania.it (35 pagine).

Incipit del libro Prose di Stéphane Mallarmé:

Io aveva perduto affatto la bussola, e smarrito il bandolo della matassa, allora quando mi fu imposto da voi, Accademici virtuosissimi, di fare, secondo il solito di quefta celebre Adunanza, un po'di Discorso allegro, una Cicalata giocosa, su questi ultimi giorni di Carnovale; poiché accintomi ad ubbidire, e meco stesso il vostro comandamento fattomi, ruminando, fra' denti malamente masticandola, e dicendo l'orazione della bertuccia, presi a borbottare cosí: Io debbo montare in cattedra, salire in bugnola, farmi vedere in bigoncia con una, Dicerìa piacevole, con una compofizione faceta su questi ultimi giorni di Carnovale? О va' intendila tu.===Citazioni===*Carnovale, Carnasciale, o Carnesciale, come noi vogliam dire è lo stesso tempo di feste, di quelle, che da' Latini si dicono ''Bacchanalia'' : e cosí le dissero, perché derivaron da Bacco, ii che se è vero, potrà dirsi ancora, che da luí derivi la nota [[Posta di Baccano]] vicina a [[Roma]], dove essendovi l'osteria, chi sa, che forse non sia stata in quei giorni un tempio appunto consagrato in onore di Bacco? Siccome quel che fra noi vien detto Fare il Baccano, che significa Scherzare alla peggio con rumore e fracasso. (p. 5)*I Latini pure da Bacco, chiamaron Bacca quel misero, nero ed amaro frutto de' lauri, a lui consagrati, che noi chiamiamo Coccola; onde poi se n'è cavato l'onorevol nome alla dignità di quei Dottori laureati, che Baccalauri, poi Baccellieri: e talvolta, per ischerzo (quando avvien che sian goffi e ignoranti, dal nostro famosissimo [[Giovanni Boccaccio|Boccaccio]], appellati solenni Baccalari. (p. 6)


[...]
I libri catalogati di Stéphane Mallarmé:
Poesie
Prose
Citazioni di Stéphane Mallarmé:
Dove fuggire? Ahi vana ribellione perver...
Dimmi se non sono felice – tuono e rubin...
Il casuale dev'essere bandito dall'opera...
Il mondo è fatto per finire in un bel li...
La carne è triste, ahimè! e ho letto tut...
È Poesia il sublime mezzo per il quale l...
Un ventaglio, volatrice cheFu de...
Viveva allora in provincia facendo il pr...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!