Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Le veglie di Neri: paesi e figure della campagna Toscana di Renato Fucini

"Le veglie di Neri: paesi e figure della campagna Toscana" di Renato Fucini
Titolo:Le veglie di Neri: paesi e figure della campagna Toscana
Titolo originale:Le veglie di Neri: paesi e figure della campagna Toscana
Autore:Renato Fucini
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Pagine:42
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Raccolta di racconti
Licenza:Pubblico dominio
DRM:
eBook:Leggi l'eBook
Formati disponibili:
Audiolibro: Ascolta l'audiolibro

(Anteprima, 24 kbit)

:

2169 visualizzazioni

Aggiungi ebook alla tua biblioteca
L'autore
Renato Fucini è nato in Italia, a Monterotondo Marittimo, nel 1843. Morì ad Empoli, nel 1921.

Nella sua carriera, Renato Fucini ha usato anche i seguenti soprannomi: Neri Tanfucio.

“Le veglie di Neri: paesi e figure della campagna Toscana” è una raccolta di racconti di Renato Fucini, pubblicata nel 1882. Le novelle sono ambientate perlopiù nella Maremma, e le tematiche affrontate si ispirano al periodo in cui l'autore si impiegò come insegnante, divenendo professore di Belle Lettere a Pistoia, e poi ispettore scolastico.

Incipit del libro Le veglie di Neri: paesi e figure della campagna Toscana di Renato Fucini:

Il Matto delle giuncaie

Quella sera non stavo bene di spirito. Alla smodata allegria d'un intiero giorno passato sulle praterie in mezzo a cari amici, laggiù convenuti per esser pronti la mattina dopo ad aprire la caccia, era subentrata una profonda tristezza, alimentata forse dalla scena mestissima d'un tramonto di sole in padule.
Alcuni de' miei compagni, occupati in varie faccenduole riguardanti la caccia del domani, si erano accoccolati sull'erba, smontando schioppi, lustrando fiaschette, facendo cartucce e tante altre simili cose; altri, stanchi, s'eran buttati sopra uno strapunto di paglia nella Casina delle Guardie e s'erano addormentati; ed io, senza avvedermene, avevo preso lungo l'alberata e, passo passo, m'ero allontanato d'un buon tratto, quando, accortomi di non esser seguìto da nessuno, provai come un senso di repugnanza ad inoltrarmi maggiormente in quella solitudine; ma siccome ero stanco, prima di tornare indietro, mi fermai un poco per riposarmi.
Seduto sull'argine erboso d'un canale, lasciavo correre l'occhio smarrito su quella immensa superficie d'acqua stagnante e di lunghe cannéggiole, e fantasticando dinanzi a quel malinconico quadro, richiamavo alla mente i più minuti ricordi della prima giovinezza, e per un misterioso fenomeno psicologico, anco le più liete memorie prendevano in me in quel momento l'aspetto di tristissime cose. E mi sentivo stringere il cuore, e quasi avrei pianto senza saperne di perché.


[...]
Audiolibri di:Renato Fucini
Le veglie di Neri: paesi e figure della campagna Toscana
Raccolta di racconti
Audiolibro della raccolta di racconti "Le veglie di Neri" di Renato Fucini.
I libri catalogati di Renato Fucini:
Fatto orribile
Gian Carlo
I bambini nel bosco
I due amici e l'orso
I tre allegri cacciatori
Il ciuco di Melesecche
Il falco e la gallina
Il garzone del contadino
Il rublo fatato
La canzone da un soldino
La casa di Bastiano
La chioccia e i pulcini
La civetta
La novella del cane e del gatto
La Regina di cuori
Le veglie di Neri
Le veglie di Neri: paesi e figure della campagna Toscana
Napoli a occhio nudo
Prepotenza umiliata
Citazioni di Renato Fucini:
Du' minuti avanti di morìPare na...
Levato quer viziaccio di rubbare...
Poveri frati! avvezzi a nun fa' nient...
Lo spirito di una indipendenza primitiva...
Strano paese è questo! Quale impasto biz...
Roma è troppo grande per la mia piccolez...
Ti dirò soltanto che da quel tempo in po...
Dio si deve esser pentito d'essersi lasc...
Tutto è intonato in questa beata regione...
Di patria, d'Italia, di nazionalità non...
Nessun paese al mondo, io credo, conserv...
Togliete a Napoli il Vesuvio, e la voce...
Il fascino di questo abbrustolito Promet...
Il Sorrento dei poeti non è Sorrento, ma...
Sei già stato ad Amalfi? — mi domandaron...
Se poi mi domandate in che consiste tant...
Il giorno del giudizio, per gli Amalfita...
Non me lo permise. Era un Francese e tan...
Il Vesuvio è il cuore, è l'anima, è il s...
Non v'è sguardo umano, io credo, in ques...
[...]mi accolsero con quella ospitalità...
Egli [NDR|Vesuvio] possied...
L'aspetto del Vesuvio, quella notte, era...
Il Vesuvio è il core, è l'anima, è il su...
[...] e che le grandi gioie dell' animo...
Addio, Napoli mia, e, se l'ira del tuo v...
Dimmelo te, gran Dio... Ma il mio lam...
Se ancor, dolcezza mia, non lo sapete...
Né lingua né becco, né gola non ha......

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No