Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Il tulipano nero di Alexandre Dumas (padre)

"Il tulipano nero" di Alexandre Dumas (padre)
Titolo:Il tulipano nero
Titolo originale:La Tulipe noire
Autore:Alexandre Dumas (padre)
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1850
Pagine:97
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:Romanzo
DRM:
:

780 visualizzazioni

L'autore
Alexandre Dumas (padre) nacque in Francia, a Villers-Cotterêts, nel 1802. È morto a Puys, località di Dieppe, nel 1870.

"Il tulipano nero" (titolo in lingua originale: La Tulipe noire) è un romanzo scritto da Alexandre Dumas (padre), pubblicato inizialmente nel 1850 in francese.

Questa versione in italiano è edita da Bibliomania.it (97 pagine).

Incipit del libro Il tulipano nero di Alexandre Dumas (padre):

PARTE PRIMA.

CAPITOLO PRIMO.

UN POPOLO RICONOSCENTE.

Il 20 agosto 1672 la città dell'Aia, così viva, così bianca e così civettuola da far pensare che là ogni giorno sia domenica, la città dell'Aia, col suo grande parco ombroso, con i suoi alti campanili dalle cupole quasi orientali, la città dell'Aia, capitale delle Sette Province Unite, vedeva le sue arterie gonfiarsi di un fiotto rosso e nero di cittadini frettolosi, ansimanti, irrequieti i quali correvano, con un coltello alla cintola, con un moschetto in spalla, o con un bastone in mano, verso il Buytenhof, la terribile prigione di cui vengono mostrate ancor oggi le finestre chiuse da grate e in cui, in seguito all'accusa di tentato assassinio lanciata dal chirurgo Tyckelaer, languiva Cornelio de Witt, fratello dell'ex gran pensionario d'Olanda.
Se la storia di quel periodo, e soprattutto dell'anno nel bel mezzo del quale comincia il nostro racconto, non fosse legata in maniera indissolubile ai due nomi che abbiamo appena citati, le poche righe di spiegazione che stiamo per dare potrebbero apparire un'inutile digressione; ma noi avvisiamo subito il lettore, questo nostro vecchio amico al quale promettiamo sempre un piacere fin dalla prima pagina, promessa che bene o male manteniamo nelle pagine successive; ma noi avvisiamo subito il lettore, dicevamo, che questa spiegazione è necessaria anch'essa sia per illuminare la nostra storia che per consentire la comprensione del grande evento politico nel quale questa storia s'inquadra.
Cornelio o Cornelius de Witt, Ruart de Pulten, ossia ispettore delle dighe di quel luogo, ex borgo-mastro di Dordrecht, sua città natale e deputato al parlamento d'Olanda, aveva quarantanove anni, quando il popolo olandese, stanco della repubblica quale la concepiva Giovanni de Witt, gran pensionario d'Olanda, incominciò a dimostrare uno sviscerato amore per lo statolderato, che l'editto imposto da Giovanni de Witt alle Province Unite aveva abolito per
sempre in Olanda.


[...]
I libri catalogati di Alexandre Dumas (padre):
I Tre Moschettieri (Les trois mousquetaires) (1844)
Il conte di Montecristo (Le comte de Montecristo) (1845-1846)
Il tulipano nero (La Tulipe noire) (1850)

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No