Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Barnum. Cronache dal Grande Show di Alessandro Baricco

"Barnum. Cronache dal Grande Show" di Alessandro Baricco
Titolo:Barnum. Cronache dal Grande Show
Titolo originale:Barnum. Cronache dal Grande Show
Autore:Alessandro Baricco
Editore:Giangiacomo Feltrinelli Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1995
Pagine:191
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Raccolta di articoli
Argomento:Attualità
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Denise Mereu
:

1828 visualizzazioni

L'autore
Alessandro Baricco è nato in Italia, a Torino, nel 1958.

Chi di voi non è mai stato al circo, almeno una volta? Alessandro Baricco ci presenta questo favoloso mondo, fatto di funamboli e pagliacci, rapportandolo alla nostra vita, a ciò che oggi ci circonda.

"Ha un bello spremersi, il mondo tutto, per intrattenerti con il suo grande show, ma poi c'è sempre la volta che ad inchiodarti per la meraviglia è il niente di una frase, letta per caso, lunga poche parole, un'inezia".

Chi di voi non è mai stato al circo, almeno una volta? Alessandro Baricco ci presenta questo favoloso mondo, fatto di funamboli e pagliacci, rapportandolo alla nostra vita, a ciò che oggi ci circonda. Forse non tutti conoscono Barnum, il grande impresario circense che visse nell'800. Prendendo spunto proprio da questo personaggio, e dal suo mestiere, Baricco ci descrive attraverso degli articoli pubblicati settimanalmente, il grande circo che fa da sfondo alle nostre esistenze, articoli scritti negli anni novanta, e pubblicati sulla "Stampa", raccolti poi in questo libro. Il circo della nostra modernità, senza dubbio, è la televisione, terreno ideale per buffoni e pagliacci. Fate un click sul telecomando, e i talk show entrano a casa vostra, con mille opinioni sui grandi problemi dell'Italia, intervallati da pubblicità di ogni genere. Quando non se ne può più, basta fare un altro click. Spento. Argomenti, situazioni ed esperienze di ogni tipo, nella nostra piccola Italia, ma non solo. Baricco ci parla delle emozioni provate guardando un quadro, in una galleria d'arte, o delle sue perplessità riguardo gli inquietanti indici d'ascolto degli italiani, affascinati da programmi "spazzatura". Un film, secondo Baricco, difficilmente farà suscitare in noi le stesse sensazioni che possono regalarci invece un libro.
Ma esiste anche un modo intelligente di guardare la televisione, per esempio smettendo di subirla, come fosse una scatola magica che ci propina di tutto. Basta abituarsi all'idea che non tutto ciò che ascoltiamo o vediamo è sacrosanta verità.
Ecco l'esempio personale di Baricco: ha scoperto che i testi di un cantante come Jovanotti, non sono così male, nonostante quel che si dice, e lo ha scoperto decidendo di andare a un suo concerto. Può sembrare banale, ma ovviamente è l'esempio quel che conta, cioè decidere, come ha fatto Baricco, di ragionarci su senza farsi condizionare. Su tutto, naturalmente, prevarranno i vostri gusti personali! Ci parla, in particolare di una serie di talk show di casa nostra, che giocano sui sentimenti dell'italiano medio. Per chi ci crede, ovviamente. Ci si basa, evidentemente, anche sulla stupidità dell'italiano medio, pronto a credere a qualsiasi dramma umano presentato dal brillante conduttore di turno. Ma è risaputo quanto sia facile andare in televisione, ed essere pagati, per interpretare il caso umano nel programma del pomeriggio. Sarà per la sua normale vocazione di scrittore, ma Baricco ci parla di libri un po' bizzarri, di sicuro vi verrà la curiosità di leggerli! In Barnum si parla di musica, mass media, libri, televisione, arte, sport, di film orrendi e capolavori. Ogni opera, da leggere, ascoltare o guardare, ha un messaggio che va interpretato. I punti di vista variano, non c'è mai niente di scontato, molto dipenderà, leggendo questo libro, dal nostro modo di vedere le cose, rispetto a Baricco, non si può certo essere d'accordo su tutto quel che scrive, però a modo suo ci insegna, inconsapevolmente, ad osservare meglio cosa nasconde il grande spettacolo, che in fondo è la metafora della nostra vita.

PAGELLA
Scorrevolezza:7
Valore artistico:6
Contenuti:6
Globale:6.5

Consigliato a:

Consiglio questo libro a chi ancora non conosce le opere di Baricco e vuol farsi un'idea del suo sorprendente stile letterario.

I libri catalogati di Alessandro Baricco:
Barnum
Barnum. Cronache dal Grande Show (1995)
Castelli di rabbia
City (1999)
City
Emmaus
I barbari
La sindrome Boodman
Mr Gwyn
Next
Novecento
Novecento: Un Monologo
Oceano Mare
Omero Iliade
Omero, Iliade
Questa storia
Senza sangue (2002)
Seta
Tre Volte All'alba
Citazioni di Alessandro Baricco:
Andava e sapeva dove andare. Questo era...
Puoi spendere anni a vivere, ore a legg...
A prescindere da cultura alto o bassa, ...
La prossima volta che nasco ateo, lo fa...
Ogni quadro è in definitiva una promes...
Ho visto riapparire il fantasma di un m...
Ha un bello spremersi, il mondo tutto, ...
Nel momento in cui raccontava una cosa,...
Per quanto uno si sforzi Di vivere una...
Abbiamo rivoltato la terra In modo così...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!