Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Citazioni > Citazione di Decimo Giunio Giovenale

Informazioni
Autore:Decimo Giunio Giovenale
Tratto da:Satire
Selezionata da:Christian Michelini
Citazione:Ma una ricchezza accumulata fra i tormenti
non è pura pazzia?
non è manifesta follia
vivere in povertà
per morire ricchi sfondati?
E man mano la borsa
si gonfia sino all'orlo,
cresce l'amore del denaro
quanto più questo cresce,
al punto che lo desidera meno
chi non ne ha.

[...]

Di qui nascono in genere i delitti,
perché non c'è vizio di mente umana
che, più della feroce bramosia
di smodate ricchezze,
propini più veleni
o faccia più spesso ricorso al ferro.
Chi vuole arricchirsi, lo vuole fare in fretta:
e che rispetto delle leggi,
che paura e pudore
vuoi che abbia un avaro impaziente?
Pubblicato il:2011-05-03
:

829 visualizzazioni

Citazione precedente <-| |-> Citazione successiva
Citazioni di Decimo Giunio Giovenale:
Ma una ricchezza accumulata fra i tormen...
L’onestà è lodata da tutti, ma muore di...
Lo sdegno fa poesia....
Chi sorveglierà i sorveglianti?...
E’ raro trovare insieme bellezza e casti...
È difficile trattenersi dallo scrivere s...
L'onestà è lodata e muore di freddo. (I,...
L'indignazione mi fa poeta. (I, 79)...
Da ciò le ire e il pianto. (I, 168)....
Nessuna fiducia nell'aspetto esteriore....
I libri catalogati di Decimo Giunio Giovenale:
Satire (Saturae)

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!