Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Citazioni > Citazione di André Gide

Informazioni
Autore:André Gide
Selezionata da:Nico
Citazione:Certo, sì! Tenebrosa fu la mia giovinezza: me ne pento. Non gustavo il sale della terra né quello del gran mare salato. Credevo di essere il sale della terra e avevo paura di perdere il mio sapore. Il sale del mare non perde il suo sapore; ma le mie labbra sono già vecchie per sentirlo. Ah! Perché non ho respirato l’aria marina quando la mia anima ne era avida? Quale vino basterà ora a inebriarmi? Natanaele, ah! Appaga la tua gioia quando la tua anima ne sorride – e il tuo desiderio d’amore quando le tue labbra sono ancora belle da baciare, e quando il tuo amplesso è gioioso.
Pubblicato il:2011-05-03
:

1231 visualizzazioni

Citazione precedente <-| |-> Citazione successiva
Citazioni di André Gide:
Perché alla robustezza, come alla debole...
Ho orrore della simpatia; vi si nasconde...
Bisogna lasciare che gli altri abbiano r...
Alissa, perché ti strappi le ali?...
Certo, sì! Tenebrosa fu la mia giovinezz...
I nostri atti s’attaccano a noi come il...
La vita era per noi SELVAGGIA E DI IMMED...
Quante volte ho atteso l’alba... Su un m...
Il sonno più bello non vale il momento i...
Finisca il nostro pane! Granai, ho la vo...
I libri catalogati di André Gide:
Corydon (1925)
I falsari
I sotterranei del Vaticano
Incontri e pretesti
Isabelle (1911)
L'immoralista (L'Immoraliste) (1902)
Sinfonia pastorale (La Symphonie pastorale) (1919)
Sinfonia pastorale - Isabelle (La Symphonie pastorale - Isabelle)

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!

Sì | No