Ti diamo tanti contenuti. Senza pubblicità. Senza spiarti. Dai una mano. Grazie.

Home > Indice Citazioni > Citazione di Torquato Accetto

Informazioni
Autore: Torquato Accetto
Tratto da: Della Dissimulazione Onesta
Lingua originale: Italiano
Selezionata da: Christian Michelini
Citazione: Incipit dell'opera "Della Dissimulazione Onesta".

A questo mio trattato io pensava di aggiunger alcune altre mie prose, perché 'l volume, che ha difetto nella qualità, fosse in qualche considerazione per merito della quantità; ma per molt'impedimenti non è stato possibile, e spero di farlo tra poco tempo,
Edita ne brevibus pereat mihi charta libellis1,
come disse Marziale. Né solo m'occorre di significar questo alla benignità di chi legge, ma più espressa la mia intenzione intorno alla presente fatica, ancorché nel primo capitolo della medesima opera io l'abbia detto: affermo dunque che 'l mio fine è stato di trattar che 'l viver cauto ben s'accompagna con la purità dell'animo, ed è più che cieco chi pensa che per prender diletto della Terra s'abbia d'abbandonar il Cielo.


1^ "Affinché la brevità non sia causa di morte per il mio libro".
Pubblicato il: 2011-11-26
:

1017 visualizzazioni

Citazione precedente <-| |-> Citazione successiva
Citazioni di Torquato Accetto:
Da che 'l primo uomo aperse gli occhi, e... [leggi]
Incipit dell'opera "... [leggi]
Da che 'l primo uomo aperse gli occhi, e... [leggi]
Il vero non si scompagna dal bene, ed av... [leggi]
I libri catalogati di Torquato Accetto:
Della Dissimulazione Onesta (1641)

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No