Inizio > Indice Citazioni > Citazione di Luigi Alamanni

Informazioni
Autore:Luigi Alamanni
Tratto da:Versi e prose
Selezionata da:wiki
Citazione:Amor mi scorge, e con lui Cintia e Flora,
Questa a man destra, e quella al manco lato
Là 've altro tosco piè non presse ancora,
Dietro a chi più di tutti alto ed ornato
Cantò per Delia, ed a chi scrisse il nome,
Ch'or la seconda volta fia lodato. Mostrinmi essi il cammin ch'io prendo, e come
Loro il mostrò Callimaco e Fileta,
Primi a cui già quest'edra ornasse chiome
. (da Elegia – Due belle, Cintia e Flora, del pari lo accendono. AL SENATORE RENATO TRIULZIO DI MILANO, p. 2)
Pubblicato il:2014-03-15
:

257 visualizzazioni

Citazione precedente <-| |-> Citazione successiva
Citazioni di Luigi Alamanni:
Le cose vietate fan crescere la vogli...
[NDR|A proposito di Germania ed Au...
S'io potessi ad altrui narrare in rim...
Amor mi scorge, e con lui Cintia e Fl...
Godi dunque per te l'alma bellezza...
Oggi sen va per le campagne Flora ;...
0 misero colui che l'alma allaccia...
Com' è duro, ad altrui mostrando fuor...
Chè dunque indarno la mia lingua inte...
I libri catalogati di Luigi Alamanni:
Versi e prose

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!