Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Citazioni > Citazione di Fernando Pessoa

Informazioni
Autore:Fernando Pessoa
Tratto da:Il libro dell'inquietudine
Selezionata da:Denise Mereu
Citazione:Esiste una stanchezza dell’intelligenza astratta ed è la più terribile delle stanchezze.
Non è pesante come la stanchezza del corpo, e non è inquieta come la stanchezza dell’emozione.
È un peso della consapevolezza del mondo, una impossibilità di respirare con l’anima.
Allora tutte le idee che hanno fatto pulsare sulla nostra vita, i progetti, le ambizioni su cui abbiamo fondato la speranza del futuro, si strappano come se il vento le investisse, si aprono come se fossero nuvole, si dileguano come ceneri di nebbia, stracci di ciò che non fu e che non potrebbe essere stato.
E dentro la disfatta sorge, pura, la solitudine nera e implacabile del cielo deserto e stellato.
Il mistero della vita ci addolora e ci spaventa con tutti i suoi volti. A volte piomba su di noi come un fantasma senza forma, e l’anima si raggela per lo spavento più terribile: la paura dell’incarnazione mostruosa del non - essere.
Altre volte esso sta alle nostre spalle, mostrandosi soltanto quando non voltiamo la testa per guardarlo, ed è la verità tutta intera nel suo profondissimo orrore di non riconoscerla. Ma questo orrore che oggi mi annichilisce è meno nobile, è più corrosivo. È il desiderio di non voler pensare, è il desiderio di non essere mai stato nulla, è nella disperazione consapevole di tutte le cellule del tessuto dell’anima.
È la sensazione improvvisa di essere imprigionato in una cella infinita. Dove si può pensare di fuggire, se la sola cella è tutto?
E allora ho un desiderio dilagante e assurdo come un satanismo precedente a satana: che un giorno, un giorno privo di tempo e di sostanza, sia possibile evadere da dio, e che, in una forma ignota, il più profondo di noi appartenga più all’essere o al non essere.
Pubblicato il:2011-05-04
:

2348 visualizzazioni

Citazione precedente <-| |-> Citazione successiva
Citazioni di Fernando Pessoa:
E sento la mia vita di repente legata da...
Che male è non dormire? La gente perde q...
Sono come uno schiavo che si ubriaca dur...
Anche la ragione vede l’aurora....
Non dormo. Intra - sono....
La mia solitudine non consiste in una ri...
C’è un pazzo nella nostra voce mentre pa...
L'essenza del progresso è la decadenza....
Se non mi ricordo di me, come mi ricorde...
La vita... Bianco o rosso, è lo stesso:...
I libri catalogati di Fernando Pessoa:
Il banchiere anarchico
Il libro dell'inquietudine (O Livro do Desassossego por Bernardo Soares) (1913-1935)
Il libro dell'inquietudine di Bernardo Soares
Il poeta è un fingitore
L'educazione dello stoico
Poesie scelte
Una cena molto originale
Una sola moltitudine

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!