Inizio > Indice Biografie > Biografia di Aleksandr Isaevič Solženicyn

Aleksandr Isaevič Solženicyn
Autore:Aleksandr Isaevič Solženicyn
Alias:Aleksandr Isaevič Solženitsyn, Aleksandr Isaevich Solzhenitsyn
Nome originale:Алекса́ндр Иса́евич Солжени́цын
Nazione:Federazione Russa
Nato nel:1918
Morto nel:2008
Nato a:Kislovodsk
Morto a:Mosca
Biografia di:Christian Michelini
Pubblicato il:2011-05-20
:

1551 visualizzazioni

Aleksandr Isaevič Solženicyn è stato uno scrittore e storico russo, che ha vinto il Premio Nobel per la letteratura nel 1970.


Aleksandr Isaevič Solženicyn è stato uno scrittore e storico russo, che ha vinto il Premio Nobel per la letteratura nel 1970. Ha vissuto l'esperienza della deportazione nei Gulag sovietici, e ha trascorso una parte della sua vita in esilio, da dissidente.

Bibliografia

Una giornata di Ivan Denisovič (1963)
La casa di Matrjona (1963)
Per il bene della causa (1963)
Divisione cancro (1967)
La mano destra (1968)
Il primo cerchio (1968)
Il cervo e la puttana (1969)
Una candela al vento (1970)
Agosto 1914 (1971)
Lettera al patriarca di tutta la Russia
Arcipelago Gulag (1973-1978)
Lettera ai leaders sovietici (1974)
Vivere senza menzogna (1974)
La quercia e il vitello: saggi di vita letteraria (1975)
Discorsi americani (1976)
Lenin a Zurigo (1976)
Tutto il teatro (1976)
Ricostruire l'uomo : scritti e interviste su Polonia, Russia e Occidente
Novembre 1916 (1984)
Marzo 1917 (1986)
Aprile 1917
Tre storie (1986)
Come ricostruire la nostra Russia? (1990)
La questione russa alla fine del secolo 20° (1995)
Ego (1995)
Il mestiere dello scrittore: "Tra autoritarismo e sfruttamento"
Duecento anni insieme, vol. 1 "Ebrei e russi prima della rivoluzione" (2003)
Miniature (2006)
Duecento anni insieme, vol. 2 "Ebrei e russi durante il periodo sovietico" (2007)

Galleria di immagini

I libri catalogati di Aleksandr Isaevič Solženicyn:
Arcipelago Gulag
Arcipelago Gulag (Parte 1 e 2) (Архипела́г ГУЛА́Г) (1973)
Il primo cerchio
Padiglione cancro
Un giorno nella vita di Ivan Denisovič
Vivere senza menzogna (1974)
Citazioni di Aleksandr Isaevič Solženicyn:
Vlasov capitò nella cella 61. Era previ...
[...] una dozzina di vermi non può roder...
Il «progresso» non deve più essere consi...
LA CRESCITA ECONOMICA NON SOLO NON È NEC...
L'odierna vita cittadina, alla quale è c...
Un uomo che è costretto a scassare con i...
Alla fine della mia vita posso sperare c...
Bisogna saper migliorare con pazienza qu...
C'è una parola che si usa molto oggi: "a...
Gli uomini hanno finito per convincersi,...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!