Ti diamo tanti contenuti. Senza pubblicità. Senza spiarti. Dai una mano. Grazie.

Home > Indice Biografie > Biografia di Charlotte Brontë

Charlotte Brontë
Autore: Charlotte Brontë
Nazione: Regno Unito
Nato nel: 1816
Morto nel: 1855
Nato a: Thornton
Morto a: Haworth
Correnti letterarie: Romanticismo
Biografia di: Franca Fontana
Biografia vocale: Ascolta
Pubblicato il: 2011-05-06
:

2588 visualizzazioni

"Jane Eyre" è il suo romanzo più celebre: conoscete con noi questa inestimabile autrice romantica.


Charlotte Brontë, scrittrice inglese e sorella di Emily e Anne, nacque a Thornthon, Yorkshire, il 21 aprile 1816 e morì a Haworth il 31 marzo 1855.
Terzogenita del reverendo Patrick Bronte, ministro della Chiesa Anglicana, insieme alle sorelle ed al fratello, trascorse la fanciullezza nel cuore delle selvagge brughiere, in quel desolato paesaggio molto spesso raccontato come sfondo alle romantiche e fantastiche vicende dei suoi romanzi.
Soffrì profondamente per la morte della madre, che avvenne nel 1821, quando Charlotte aveva appena cinque anni. La zia materna, che fu chiamata a prendersi cura della numerosa prole (in tutto sei figli), non fu meno rigorosa ed energica del padre, nell'imporre schemi educativi molto rigidi e severi.
Charlotte patì molto presto un altro grande dolore: la perdita delle sorelle maggiori Maria ed Elizabeth, che morirono di tisi nel 1825, a causa dei patimenti subiti nell'educandato per figli di ecclesiastici, presso Cowab Bridge, istituto nel quale lei stessa ed Emily trascorsero un certo tempo.
Nel 1831 studiò alla scuola di Roe Head, diretta da Miss Wooler, nella quale tornerà da insegnante dal 1835 al 1838.
Nel 1842 compì quello che fu forse il passo più decisivo della sua vita. Con l'intento di fondare una propria scuola, si recò a Bruxelles, insieme alla sorella Emily, per studiare il francese e il tedesco, lì entrambe rimasero alcuni mesi presso la scuola di M.me Heger.
Nel novembre dovettero tornare a Haworth per il funerale della zia materna.
Subito dopo questo triste evento, Charlotte ritornò da sola alla scuola di Bruxelles, dove ricevette l'incarico di insegnante, e dove ebbe inizio la sua prima esperienza amorosa. Una passione ardente, ma assolutamente ideale, verso il Direttore del Pensionato, al quale confessò il suo amore tramite una lettera. L'intensità di questi sentimenti, peraltro non corrisposti, ispirarono a Charlotte il soggetto per il suo primo romanzo: "Il professore", che venne pubblicato postumo, nel 1859.
Dopo che fu tornata ad Haworth, e dopo aver visto fallire il tentativo di creare una scuola, insieme alle sorelle Emily e Anne, cercò di dare vita ai propri appassionati sentimenti attraverso l'arte e la letteratura.
Le tre sorelle pubblicarono nel 1846 una raccolta di versi: "Poems by Currer, Ellis e Acton Bell".
Charlotte tuttavia scoprì di avere doti prevalentemente narrative, già sperimentate in età giovanile scrivendo racconti di carattere pauroso e ambientati in un mondo immaginario.
Nel 1847 venne pubblicato il suo secondo romanzo, "Jane Eyre", che ebbe un immediato successo.
Come in "Cime tempestose" della sorella Emily, in "Jane Eyre" prevale un carattere melodrammatico, che l'autrice trasse dalle sue stesse frustrazioni e fantasticherie.
Intanto la sventura colpì ancora una volta Charlotte negli affetti più cari: nel 1848 morì il fratello Patrick, stroncato dall'alcool e dagli stupefacenti.
Dopo pochi mesi morì anche Emily. Nel 1849 morì Anne, premature morti, ancora una volta, causate dalla tisi.
Anche se profondamente scossa Charlotte riprese a scrivere, e tutto il suo dolore lo si percepisce in alcuni capitoli del romanzo intitolato "Shirley", del 1849, che possiede uno stile composito, fatto anche di freschi tocchi umoristici e di descrizioni serene e pastorali.
Nel successivo romanzo, "Villette" del 1853, considerato il suo capolavoro e parzialmente autobiografico, ritornano invece le note del suo primo amore inappagato e infelice.
Dopo la morte del padre, che avvenne in quello stesso anno, Charlotte conobbe un breve momento di felicità, quando sposò A. B. Nicholls, coadiutore del vecchio reverendo padre.
Il matrimonio durò un solo anno perché, già incinta del suo primo figlio, nel 1855 Charlotte morì di consunzione.

Galleria di immagini

I libri catalogati di Charlotte Brontë:
Jane Eyre (1847)
Jane Eyre
Poesie (Poems)
Shirley
Citazioni di Charlotte Brontë:
In tutte le donne c'è la pazzia di covar... [leggi]
I presentimenti sono cose strane, come l... [leggi]
L'amavo molto, più di quello che avessi... [leggi]
Qualche volta ho nei suoi confronti una... [leggi]
La vita è troppo breve per sprecarla a n... [leggi]
Amo questo tempo; Amo questo cielo d'acc... [leggi]
La coerenza, signora, è il primo dei dov... [leggi]
Guarda due volte prima di saltare.... [leggi]
Se dovessimo costruire l'amicizia su sol... [leggi]
Ho avuto pensieri e princìpi. Tante volt... [leggi]
[...] anche quelli che comandano simulan... [leggi]
Amo questo cielo d'acciaio, amo la durez... [leggi]
Non è un vanto per una donna l'esser lod... [leggi]
Che cosa strana sono mai i presentimenti... [leggi]
Io provo talvolta uno strano sentimento,... [leggi]
Mi portavo sempre nel letto la bambola;g... [leggi]

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No