Inizio > Indice Biografie > Biografia di Oscar Wilde

Oscar Wilde
Autore:Oscar Wilde
Nome originale:Oscar Fingal O'Flaherty Wills Wilde
Nazione:Irlanda
Nato nel:1854
Morto nel:1900
Nato a:Dublino
Morto a:Parigi
Correnti letterarie:Estetismo
Biografia di:Christian Michelini
Biografia vocale: Ascolta
Pubblicato il:2011-05-08
:

2450 visualizzazioni

Uno spirito eclettico e dotato di ironia salace: questo era, fra l'altro, Oscar Wilde.


Oscar Wilde nacque a Dublino, in Irlanda, nel 1854. Dopo aver studiato al Trinity College di Dublino, seguì i corsi dell'università di Oxford, dove si distinse fin da giovane età per la sua predisposizione letteraria. La sua giovinezza fu caratterizzata da uno spirito libero, indomito, da un'eccentricità che lo portò ad essere uno dei più eleganti dandy dell'epoca vittoriana, apprezzatissimo e odiatissimo al tempo stesso dalla mondanità di quel periodo. Notorio era il suo eloquio perspicace e brillante, che gli valse anche critiche da riviste e personalità dell'epoca.
Pubblicò la sua prima raccolta di poesie nel 1881, cui fece seguito una serie di conferenze negli Stati Uniti, che valsero una meritata fama all'autore. Dopo essersi sposato nel 1884, scrisse due raccolte di fiabe per bambini, "Il principe felice" del 1888 e "La casa dei melograni" del 1891, dove già si trovavano in evidenza le teorizzazioni dell'estetismo che stanno alla base della sua arte. Pubblicò "Il delitto di lord Arthur Savile", una famosa raccolta di racconti, nel 1891.
Sempre nel 1891 pubblicò il suo unico romanzo, "Il ritratto di Dorian Gray", una delle opere più rappresentative del decadentismo mondiale, e che fu spesso accusata di immoralità per le descrizioni di degradazione ed abiezione del protagonista. Interessato alla drammaturgia, anche se non possedeva solide competenze nel campo, scrisse quattro celebri e pregevolissime commedie: "Il ventaglio di Lady Windermere", rappresentato nel 1892, "Una donna senza importanza" del 1893, "Un marito ideale" del 1895, "L'importanza di chiamarsi Ernesto" 1895. "Salomé", dramma sul tema della passione ossessionante e incoercibile, fu scritto in francese ma censurato in Inghilterra, e fu messo in scena per la prima volta nel 1896 a Parigi.
Nel 1895, nell'Inghilterra vittoriana, fu accusato di sodomia per i suoi rapporti con un giovane inglese: fu processato e condannato ai lavori forzati per due anni (fortunatamente era stata da poco abolita la pena di morte, in vigore fino a qualche anno prima). Durante la prigionia, scrisse una missiva lunga e famosissima, il "De profundis", in cui prende coscienza di sé con acutezza e sincerità, descrivendo la sua condizione di carcerato con on raffinata poesia, in un accorato appello alla ragione e al cuore.
Wilde morì nel 1900 a Parigi, dove si era trasferito dopo la scarcerazione. Il "De profundis" fu pubblicato cinque anni dopo la morte dell'autore, nel 1905.

Galleria di immagini

I libri catalogati di Oscar Wilde:
366 aforismi di Oscar Wilde
Aforismi
De profundis (1897)
Frasi e filosofie ad uso dei giovani
Il critico come artista
Il fantasma di Canterville
Il fantasma di Canterville e il delitto di Lord Arthur Savile
Il pescatore e la sua anima
Il principe felice
Il ritratto di Dorian Gray (The Picture of Dorian Gray) (1891)
Il ritratto di Dorian Gray
Il ventaglio di Lady Windermere (Lady Windermere's Fan) (1892)
Il ventaglio di Lady Wintermere
Intenzioni
L'anima dell'uomo sotto il socialismo
L'importanza di chiamarsi Ernesto
L'importanza di essere Fedele (The importance of being Ernest) (1895)
L'importanza di essere Fedele
L'usignolo e la rosa e altri racconti
La decadenza della menzogna
Citazioni di Oscar Wilde:
Lo scopo della vita è lo sviluppo di no...
Per acquistare popolarità bisogna essere...
Ci sono due tragedie nella vita: non riu...
Il primo stadio ha gli effetti del bere...
Posso resistere a tutto tranne che alle...
The pure and simple truth is rarely pure...
Buona parte della mia perversione morale...
Definizione di pompelmo: un limone cui s...
Ho scritto quando non conoscevo la vita....
Il ricco e il povero sono fratelli, e il...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!