Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Biografie > Biografia di Hannah Arendt

Hannah Arendt
Autore:Hannah Arendt
Nazione:Stati Uniti d'America
Nazione d'origine:Germania
Nato nel:1906
Morto nel:1975
Nato a:Linden
Morto a:New York
Biografia di:Christian Michelini
Pubblicato il:2011-05-13
:

2014 visualizzazioni

Hannah Arendt è stata una filosofa e storica tedesca, naturalizzata statunitense.


Hannah Arendt è stata una filosofa e storica tedesca, naturalizzata statunitense, nata a Linden, il 14 ottobre 1906, e morta a New York il 4 dicembre 1975.

Opere

Il concetto d'amore in Agostino: saggio di interpretazione filosofica (Der Liebesbegriff bei Augustin, 1929)
Illuminismo e questione ebraica (Aufklärung und Judenfrage, 1932)
Che cos'e la filosofia dell'esistenza? (What is Existenz Philosophy?, 1946)
Le origini del totalitarismo (The Origins of Totalitarianism, 1951)
Rahel Varnhagen. Storia di un'ebrea (Rahel Varnhagen: Lebensgeschichte einer deutschen Jüdin aus der Romantik, 1957)
Vita activa (The Human Condition, 1958)
L'immagine dell'inferno: scritti sul totalitarismo (Die ungarische Revolution und der totalitäre Imperialismus, 1958)
Between Past and Future: six exercises in political thought (1961, edizione ampliata nel 1968)
Sulla Rivoluzione (On Revolution, 1963)
La banalità del male: Eichmann a Gerusalemme (Eichmann in Jerusalem: A Report on the Banality of Evil, 1963)
Due lettere sulla banalità del male (1964)
Uomini in tempi oscuri: Lessing, Rosa Luxemburg, Papa Giovanni XXIII, Karen Blixen (Men in Dark Times, 1968)
Il pescatore di perle: Walter Benjamin (Walter Benjamin, 1968)Ferrari, SE, Milano, 2004 ISBN 8877105941 ISBN 9788877107985
Sulla violenza (On Violence, 1970)
Crises of the Republic [1972, 4 saggi: Lying in Politics, Civil Disobedience, On Violence, Thoughts on Politics and Revolution)
The Jew as Pariah: Jewish Identity and Politics in the Modern Age (1978)
La vita della mente (The Life of the Mind, 1978)
Il futuro alle spalle (1981)
Briefwechsel 1926–1969 (1987, scritto con Karl Jaspers)
Teoria del giudizio politico: lezioni sulla filosofia politica di Kant (Lectures on Kant's Political Philosophy, 1992)
Che cos'è la politica? (Was ist Politik?, 1993)
La lingua materna (1993)
Antologia: pensiero, azione e critica nell'epoca dei totalitarismi (Essays in Understanding, 1930-1954: Formation, Exile, and Totalitarianism, 1994) 8807103478
Passione della compassione: lettere, diari, biografie, inediti 1914-18 (1994)
Tra amiche: la corrispondenza di Hannah Arendt e Mary McCarty (Im Vertrauen. Briefwechsel 1949-1975, 1995)
Within Four Walls: The Correspondence between Hannah Arendt and Heinrich Blücher, 1936-68 (1996)
Carteggio: 1946-51 (Briefwechsel 1946 bis 1951, 1996)
Ritorno in Germania (1996)
Lavoro, opera, azione: le forme della vita attiva (1997)
Il pensiero secondo: pagine scelte (1999)
Antisemitismo e identità ebraica: scritti 1941-45 (Vor Antisemitismus ist man nur noch auf dem Monde sicher: Beiträge für die deutsch-jüdische Emigrantenzeitung Aufbau 1941-45, 2000)
Quaderni e diari, 1950-73 (Denktagebuch 1950-1973, 2002)
Responsabilità e giudizio (Responsibility and Judgment, 2003)
Der Briefwechsel: 1967-75 (2004)
Lettere 1925-1975 e altre testimonianze (Hannah Arendt and Martin Heidegger. Letters, 1925-75, 2004)
The Promise of Politics (2005)
Arendt und Benjamin: Texte, Briefe, Dokumente (2006)
The Jewish Writings (2007)

Galleria di immagini



Opere

Che cos’è la politica? (Philosophy Political)
Ebraismo E Modernità ()
La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme (Historical Biography & Autobiography Holocaust; Jewish (1939-1945) War Crime Trials)
La condizione umana (Political Science History & Theory)
La disobbedienza civile e altri saggi (Political Science Political Process Political Advocacy)
Le origini del totalitarismo ()
Sulla rivoluzione ()
Tra passato e futuro ()
Vita Activa ()
La banalità del male: Eichmann a Gerusalemme (Eichmann in Jerusalem: A Report on the Banality of Evil, 1963 - Saggio storico, Olocausto)

I libri catalogati di Hannah Arendt:
Che cos’è la politica?
Ebraismo E Modernità
La banalità del male: Eichmann a Gerusalemme (Eichmann in Jerusalem: A Report on the Banality of Evil) (1963)
La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme
La condizione umana
La disobbedienza civile e altri saggi
Le origini del totalitarismo
Sulla rivoluzione
Tra passato e futuro
Vita Activa
Citazioni di Hannah Arendt:
Il diritto di sposarsi con chi si vuole...
Io non credo che possa esistere qualche...
L'alto concetto del progresso umano è st...
Nessuno ha mai dubitato del fatto che ve...
Tutti i termini filosofici sono metafore...
Vivere insieme nel mondo significa essen...
È nella natura della politica ideologica...
Il dominio totalitario, al pari della ti...
Il suddito ideale del regime totalitario...
La rivoluzione d'ottobre ottenne la vitt...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!

Sì | No