Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice articoli > Articolo: Di amore, di morte

Titolo:Di amore, di morte
Autore:Risorsa esterna
Tipo:Comunicato Stampa
Pubblicato il:2011-09-10
:

1401 visualizzazioni

Comunicato stampa della raccolta poetica "Di amore, di morte" di Enrico Pietrangeli.

La Teseo Editore pubblica nella collana di poesie "diversoinverso" l'antologia di versi: "Di amore, di morte" di Enrico Pietrangeli.

Seguono alcuni estratti dalla prefazione scritta da F. Di Girolamo.


"Ecco una raccolta poetica schietta, ruvida, densa come i cibi naturali, biologici, non trattati con artifici chimici, di cui oggi c'è sempre più un salutare, impellente bisogno. La cura stilistica non gli è certo estranea, ma questa non diventa mai sterile virtuosismo; qui l'originalità dello stile si manifesta proprio nella dissimulazione del lavoro sul linguaggio, che pure Enrico Pietrangeli ha operato e con risultati, a mio avviso, notevoli."
[...]
"Nei suoi versi così essenziali e contratti, così disseminati di intermittenze e variazioni, non può non rintracciarsi l'eco delle atmosfere delle improvvisazioni, degli assolo, di multiformi "distillati" tappeti sonori del mondo musicale giovanile più avanzato di quegli anni, i tardi anni settanta.
Ma ancor più radicato nella poetica dell'autore è forse il richiamo a certo "maledettismo" francese, soprattutto "baudelairiano" [...]"
[...]
"Ma tutti questi richiami ed ascendenze, contestuali ed espressive, filtrate dalla personale sensibilità poetica dell'autore, trovano una loro intima coerenza ed una loro insospettabile chiave di volta in una allusa, più che enunciata, moralità "orfana" [...]"


Ecco la quarta di copertina scritta da G. Scartaghiande.

"Abbiamo tra le mani un piccolo "libro aureo" di rara autenticità. La parola vi sorge e vi si concretizza, come ferma vitalba di idee, in una esemplare zona di contemplazione, dove cuore e ragione vanno insieme, anima e corpo tengono strenuamente ogni loro dato esistenziale, a fronte di qual si voglia alienante reificazione dei linguaggi e delle mitopoiesi letterarie. Un libro che paga altissimo in termini di impegno personale, che sa ancora far risuonare una voce profetica nel tempio infestato dai mercanti. Pietrangeli si cala in un punto cruciale dell'attuale "offesa" letteraria all'uomo, lì dove sono stati consumati i misfatti poetico esistenziali dei nostri anni, ed anche prima e oltre. Si fa goccia di sangue viva; persona, che proprio nell'attraversamento della sua parte di inferno contemporaneo, ma con un occhio di pietà e di silenzio quasi sbarbariano, non perde di vista quella terra d'innocenza ultima, di quella" terra promessa", già rivelataci da Ungaretti, che è conquista di assiduo lavoro e di libertà. È un libro questo, che ha centrato il tema, che "venera" "Gli dèi immortali anzitutto", o "quindi gli eroi gloriosi", come limpidamente Sbarbaro traduce da Pitagora. E ancora vi si avverte la presenza di un Penna più intimamente ontologico e fondativo di un pensiero, e meno idillicamente novecentesco o addirittura manierista, da cui Pietrangeli sa trarre un lessico di alto decoro ed originalità."


I testi sono protetti da diritto d'autore. Per informazioni sull'acquisto potete contattare la:
Teseo Editore
via Vespucci, 41
00152 Roma
Tel./Fax 065744679
E mail: teseoeditore@alfanet.it

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No